Condividi
Apple Watch Cam Facetime
Il futuro Apple Watch di seconda generazione avrà una cam Facetime?

Apple Watch, lo smartwatch dell’azienda di Cupertino, è un prodotto molto giovane dato che è sul mercato ufficialmente solo da poco più di 2 mesi (e per giunta neanche in tutti i mercati internazionali), eppure alcune voci di corridoio iniziano già a parlare del suo successore che forse sarà disponibile a partire dal prossimo anno.

Secondo quanto riportato dal famoso informatore Mark Gurman, che in passato ha fornito informazioni in anteprima su vari prodotti Apple, il prossimo Apple Watch monterà una fotocamera Face Time sulla lunetta superiore del dispositivo, che permetterà all’utente di poter effettuare delle video chiamate sostituendo di fatto l’iPhone ad esso associato.

Secondo Mark Gurman il prossimo Watch dell’azienda di Cupertino avrà in più la possibilità di effettuare chat con comunicazioni basilari come iMessage e di sfruttare le triangolazioni localizzazione-Wifi che gli permetterebbero anche di utilizzare la funzione “trova il mio dispositivo” già presente per tutti gli iPhone.

In poche parole Apple starebbe lavorando per rendere il prossimo Apple Watch più indipendente rispetto all’attuale, ovvero far si che diventi un indossabile che possa essere utilizzato da solo, e non un device che debba per forza essere associato ad un iPhone per svolgere le proprie funzioni.

Apple Watch di nuova generazione la durata della batteria non è ancora una priorità

Dal punto di vista della durata della batteria però pare che non ci saranno miglioramenti evidenti; MarK Gurman afferma infatti che la prossima generazione di Apple Watch necessiterà sempre una ricarica giornaliera se verrà utilizzato costantemente; secondo l’informatore le priorità dell’azienda di Cupertino per adesso sono quelle di aumentare le funzionalità e le possibilità di utilizzo dello smartwatch, grazie sopratutto alla nuova versione software Watch OS 2 che è stata avviluppata in questo senso.

Apple inoltre sta lavorando per aumentare ulteriormente il numero di modelli/versioni che potranno essere acquistati in futuro; il colosso americano pare si stia concentrando sopratutto sulla fascia di prezzo tra i 1000 e i 10.000 dollari di listino, con lo scopo preciso di invogliare i consumatori a spendere di più su modelli con materiali più pregiati.

Il prossimo Apple Watch non arriverà di certo molto presto; i report indicano che il nuovo dispositivo potrebbe fare capolino nei mercati solamente nella seconda metà del 2016, ovvero ancora mesi e mesi di attesa.

Lascia una risposta