5 Note dalla vittoria di Heat Closing Game 6 sui 76ers

La relazione tra Jimmy Butler e Joel Embiid è rimasta forte dalla loro separazione dai suoi compagni di squadra, anche se gli Heat continuano ad avanzare più dei Sixers.

Heat-76ers: copertura completa

Filadelfia – Forse la corsa alla bolla non è stata casuale.

I Miami Heat tornano alle finali della Eastern Conference, dove affronteranno il campione in carica Milwaukee Bucks (che guida la loro serie 3-2) o i Boston Celtics. Giovedì, gli Heat hanno eliminato i Philadelphia 76ers in gara 6 di Conferenza orientale della serie semifinaleTrasformare una partita da un punto in una comoda vittoria dopo 19-4 inning per iniziare il terzo quarto.

Ecco alcune note, cifre e il filmato da vittoria 99-90 Che ha portato gli Heat alle finali della conferenza per la nona volta nelle 34 stagioni della franchigia:

1. Big Game Jimmy

Il gioco offensivo di Jimmy Butler ha quello che potrebbe essere un difetto critico per alcuni. Dei 217 giocatori con almeno 200 tentativi di field goal da fuori area nella stagione regolare, solo Jalen Suggs (32,9%) e Anthony Davis (34,5%) avevano un field goal meno efficace su quei tiri rispetto alla star degli Heat (36,9% ).

Ma il salto di Butler non è stato male nella post-stagione e non ha dovuto fare molto all’esterno per ottenere la sua media di vittorie consecutive. 27,5 punti nella serie. Dopo aver tirato 5 su 16 in gara 1, ha segnato una media di 30 punti per il 54% dei tiri nelle ultime cinque partite, arrivando a 32 punti su 13 su 29 in gara 6.

Butler ha segnato una serie di punti, anche in Pick-and-Roll:

È stato uno spettacolo (in una palestra familiare) in cui i suoi attuali ed ex compagni di squadra hanno elogiato la capacità di Butler di apparire in grandi partite.

“Non sapevo quanto fosse bravo Jimmy finché non sono arrivato qui,” disse PJ Tucker. “Pensavo fosse un buon giocatore. Non pensavo fosse così bravo. Ho pensato, ‘Lui'”.

“Mi mostra più di quanto avrei mai potuto immaginare… Il suo cuore, come non ha mai paura del momento. E questo di per sé è un talento, perché ho giocato con ragazzi davvero bravi, ma quando stanno attraversando quei grandi momenti, sono timidi e non lo vogliono davvero. E lui vuole ogni parte. ” Da ogni momento. Non ha affatto paura. E lo imposta. [fearlessness] Ai tanti giocatori diversi della nostra squadra. Dà loro davvero fiducia, in un modo strano, ma lo fa”.

READ  Risultati della seconda settimana della USFL, highlights: i New Orleans Breakers dominano i banditi di Tampa Bay per concludere la seconda settimana

“Non so ancora come l’abbiamo lasciato andare”, ha detto Joel Embiid di Butler. “Vorrei poter litigare con lui”.


2. Contratti minimi, abbonamenti massimi

Una persona non vince una serie. E mentre Heat ha portato Kyle Lowry la scorsa estate per aiutare Butler nella zona di difesa, la base veterana ha giocato solo 56 minuti (per lo più inefficaci) nelle due sconfitte di Miami, affrontando un infortunio al tendine del ginocchio che potrebbe continuare a limitare il suo vantaggio. (La buona notizia al riguardo? Con Dallas che costringe una squadra a una partita 7 con i Phoenix, la prima partita delle finali della Eastern Conference non è fino a martedì.)

Bam Adebayo è stato fantastico in difesa, in particolare per tenere Embiid lontano dalla vernice. Tucker è stato altrettanto decisivo nella sua difesa e attacco tempestivo. Ma, tornando all’inizio di questa stagione, è chiaro che queste due persone (e Butler) dovrebbero essere i principali contributori.

Max Strus si trasforma in una sorpresa di Miami, guidando i playoff NBA 2022 in più-meno.

Max Strauss e Gabe Vincent? non tanto.

Entrambi gli uomini avevano un contratto a due vie la scorsa stagione. Entrambi sono in affari minimi in questa stagione e nessuno dei due ha soldi garantiti per il prossimo anno. Ma ognuno ha iniziato in tutte e quattro le vittorie degli Heat nella serie.

Strus, a partire da fine marzo, Ha segnato 39 punti e 21 rimbalzi Durante le ultime due partite, il punteggio è fatto I primi due doppi della sua carriera.

Puoi portare agenti gratuiti a un prezzo elevato (come un maggiordomo) per guidarti, ma la capacità di sviluppare giocatori come Strus e Vincent è davvero ciò che separa le migliori franchigie della lega dalle altre.

“Sono tutto ciò di cui tratta l’organizzazione dei Miami Heat”, ha detto Butler di Strauss e Vincent. “Giocano duro. Non sono egoisti per non dire altro. E più di ogni altra cosa, vogliono solo vincere”.


3. Appena indurito

a la terza volta Nella serie, The Heat ha mantenuto i Sixers sotto un punto per possesso. Embiid stava giocando dolorante e, per il modo in cui gli Heat lo stavano difendendo, non riusciva a prendere la palla da nessuna parte vicino al canestro.

READ  Opzione Phillies da Bryson Stott a Triple-A

I Sixers hanno un’altra stella, ma James Harden non è riuscito a farcela, segnando solo 11 punti in una sparatoria 4 su 9 giovedì. Philly era in svantaggio di un solo punto nel primo tempo e nel secondo tempo Harden era in salute, segnando 0 per 2 e aggiungendo quattro assist e tre palle perse.

Dopo che i Sixers sono caduti in un buco a due cifre, Shake Milton è andato un po’ in ritardo nel terzo quarto. E a quel punto, Harden sembrava felice di rimandare all’uomo che stava a malapena interpretando all’inizio della serie.

“Abbiamo gestito il nostro attacco”, ha detto Harden. “La palla non è mai tornata da me”.

La stagione dei Sixers si conclude con frustrazione e domande dopo un’altra uscita anticipata.

The Heat ha effettivamente tagliato il terreno contro Harden per la maggior parte di questa serie, mostrandogli una folla quando è isolato o fuori dallo schermo. In alcuni casi ha dato il gioco giusto. Ma in Gara 6, probabilmente è troppo negativo per il ragazzo che guadagna $ 44 milioni.

Quindi l’ennesima stagione sta volgendo al termine con Harden ancora per dimostrare che, come Butler, può essere grande nelle partite importanti. E, stranamente, Harden, con la stagione della sua squadra in gioco, è stato superato dal ragazzo – PJ Tucker – che era solito stare in un angolo e guardarlo dribblare i Rockets.


4. Il nuovo PJ Tucker

Tucker, da ultimo rango In campionato in termini di tasso di utilizzo per tre stagioni consecutive (dal 2018-19 al 20-21) non rimpiange il suo ruolo offensivo a Houston.

Ha detto: “Era davvero semplice, nessuno poteva proteggerlo ed è stato uno dei migliori crimini di sempre. Che faceva così freddo”.

Ma nella sua prima stagione a Miami, ha dimostrato di poter fare più attacchi. Non ha fatto solo questo Raddoppia la velocità di registrazione Dalla scorsa stagione, ha anche segnato alta carriera Per essere un rappresentante, aiuta a segnare il 10,7% dei field goal dei suoi compagni di squadra mentre è a terra.

Questo non era necessariamente parte del piano quando è arrivato Tucker. Ma quando il team di The Heat ha avuto bisogno di lui per espandere il suo ruolo, hanno trovato qualcosa.

L’allenatore degli Heat Eric Spoelstra ha detto prima della Sesta Partita: “Quello che stiamo cercando di fare più di ogni altra cosa è solo aprirci sui giocatori e sul potenziale e non metterci fine. Francamente, abbiamo avuto molti infortuni, soprattutto in Dicembre e gennaio, dovevamo realizzare Game.

READ  Chelsea-Wolverhampton 2-2, Premier League: reazioni post-partita, valutazioni

“È stato davvero in grado di mantenerci realistici in piedi e siamo stati in grado di ottenere un’azione coerente che ha davvero aiutato i nostri giocatori di bowling e le nostre parti e tutto il resto, il che ha senso. Se sei un difensore davvero molto intelligente di solito puoi aggiungere altro alla tua pagina in modo offensivo.

“Ho appena avuto la libertà di giocare”, ha aggiunto Tucker. “Adoro aprire i ragazzi. Adoro ottenere il massimo dei colpi in anticipo, farlo andare. E questo fa parte del mio ruolo in questa squadra per essere in grado di farlo. “

Tucker ha avuto solo un assist giovedì, ma come notato, ha battuto Harden 12-11, con un secchio di Houston Tucker che è uscito da una consegna e ha dribblato con Strauss:

Roll PJ Tucker

Ora Tucker potrebbe affrontare la squadra che ha vinto il campionato meno di 10 mesi fa.

“Il destino, vero?” Tucker ha detto di questa possibilità. “Così lo chiamano? È come il destino.”

5. I Sixers sono andati a pescare

Questa serie sarebbe potuta andare diversamente se Embiid non avesse saltato le prime due partite o Era sana al 100% per gli altri quattro. E non c’è vergogna (almeno non un peccato come pensano i social media) di essere una delle prime quattro squadre della tua conferenza.

Ma quando hai il ragazzo che è arrivato secondo nel voto di MVP e poi lo scambia con il secondo giocatore più pagato della lega, sei tutto nel torneo. I Sixers non sono riusciti a raggiungere l’obiettivo e hanno comunque dovuto raggiungere le finali della conference in cinque trasferte ai playoff con Embiid.

“Sono arrivato alla conclusione alla fine di questa partita, non eravamo abbastanza bravi per battere Miami”, ha detto l’allenatore dei Sixers Doc Rivers.

Questo doveva essere un tour di due anni con Harden ed Embiid, ma il primo non ha esercitato l’opzione giocatore quando è stato scambiato da Brooklyn. Può ancora allenarsi prima del 30 giugno, ma se non lo fa le cose si fanno interessanti, perché di certo non sembrava un giocatore che dovrebbe prendere un altro massimo di contratto.

Alla domanda sull’opzione di contratto, Harden ha detto: “Sarò qui” senza specificare come sarebbe tornato a Philadelphia.

rimani sintonizzato

* * *

John Schuhmann è un analista statistico senior presso NBA.com. Puoi inviargli un’e-mail qui, cerca Archivia qui E Seguilo su Twitter.

Le opinioni espresse in questa pagina non riflettono necessariamente quelle della National Basketball Association, dei suoi club o di Turner Broadcasting.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply