Bob Dylan si scusa per aver usato una macchina per firmare libri “firmati a mano” | Bob Dylan

Bob Dylan ha rilasciato una rara dichiarazione pubblica in cui si scusa per un “errore di giudizio”, tra polemiche sul suo uso di una macchina per firmare copie private del suo nuovo libro che sono state pubblicizzate come “firmate a mano”.

il libro, Filosofia della canzone moderna, con il leggendario commento del cantautore su brani di altri artisti, è stato rilasciato all’inizio di novembre, con un’edizione limitata di 900 copie “firmate a mano” vendute per US $ 599 ciascuna. Tutte le copie sono accompagnate da una lettera di autenticità dell’editore Simon & Schuster.

Quando gli acquirenti hanno iniziato a ricevere le loro copie, molti di loro hanno condiviso le foto dei loro libri online e presto si sono resi conto di avere firme identiche.

nella situazione attualeIl musicista 81enne ha affermato che tutte le sue firme “nel corso degli anni” sono state firmate a mano.

“Tuttavia, nel 2019 ho avuto un brutto caso di vertigini ed è durato gli anni della pandemia”, ha scritto. “Ci vuole un gruppo di cinque persone che lavorano a stretto contatto con me per aiutare a consentire queste sessioni di autografi e non siamo riusciti a trovare un modo sicuro e pratico per completare ciò che dovevo fare durante l’epidemia di virus.

Quindi, durante una pandemia, era impossibile firmare qualsiasi cosa e Vertigo non ha aiutato.Con l’avvicinarsi delle scadenze contrattuali, mi è stata lanciata l’idea di una penna meccanica, insieme all’affermazione che questo genere di cose si fa “tutto il tempo” nel mondo dell’arte e della letteratura. .

“Usare una macchina è stato un errore di giudizio che voglio correggere immediatamente. Sto lavorando con Simon & Schuster e i miei partner della galleria per fare esattamente questo.”

Simon & Schuster si è scusato per la controversia della scorsa settimana e ha offerto rimborsi a tutti gli acquirenti che non erano contenti.

A quanto pare, i libri in edizione limitata contengono la firma originale di Bob, ma in formato facsimile. hanno scritto su Twitter.

Anche l’autenticità delle firme di Dylan sulle sue stampe d’arte – molte delle quali sono attualmente in vendita per più di £ 12.000 (US $ 14.500, AU $ 21.600) – è stata messa in discussione. Castle Fine Art, un rivenditore d’arte del Regno Unito che vende stampe dei dipinti di Dylan, ha affermato di essere “completamente estraneo all’uso dell’autopenna” e ha scoperto che solo due linee di stampe – rilasciate quest’anno – sono state firmate con il meccanismo di apertura piuttosto che con mano.

“Possiamo confermare che tutte le altre edizioni precedenti a questa sono state autografate individualmente dallo stesso Bob Dylan”, hanno scritto in un comunicatooffrendo rimborsi agli acquirenti, a condizione che restituiscano i certificati di autenticità iniziali per “un certificato che riflette una firma automatica”.

Il sistema di automazione è stato prolifico negli ambienti politici. Nel 2011 è diventato Barack Obama Il primo presidente degli Stati Uniti Per approvare la legislazione con una firma automatica.

Tuttavia, il suo utilizzo da parte delle celebrità ha generato polemiche ancora maggiori. All’inizio di quest’anno, i fan hanno accusato Dolly Parton di aver firmato il suo ultimo libro con un robot. Sinead O’Connor ha anche ammesso l’anno scorso di aver utilizzato un timbro per registrare le sue memorie.

READ  Riepilogo e feedback di NXT (25 ottobre 2022): raggiungimento della maggiore età

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply