Finale a quattro uomini: KS vs Vilanova, Duke vs UNC

credito…Eric Jay/Associated Press

Separata da quasi 1.000 miglia e decenni di frammentazione, la NCAA organizzerà un carnevale di basket universitario di otto squadre, quattro giorni e due città a partire da venerdì.

Questo è sempre stato il caso in Final Fours. E nonostante tutti i cambiamenti che hanno seguito il clamore dell’anno scorso sulla disuguaglianza tra i tornei NCAA maschili e femminili, non aspettarti che questo approccio cambi per almeno un decennio.

La decisione, presa durante l’inverno dopo le deliberazioni di una serie di comitati NCAA, ha sfidato una raccomandazione di agosto di uno studio legale assunto dall’associazione per esaminare il suo approccio agli eventi del campionato. Ma era anche in linea con la riluttanza di lunga data dell’industria sportiva universitaria ad avvicinare geograficamente gli eventi maschili e femminili.

“Ogni allenatore con cui ho parlato era alla quarta finale – e ho parlato con parecchi dopo che è uscito il report – nessuno ha detto che avremmo dovuto disputare quattro finali nello stesso posto”, ha detto Gino Orima. , l’allenatore dello stato del Connecticut che si è guadagnato gli husky nella 14a finale femminile consecutiva.

Le donne giocheranno a Minneapolis quest’anno e gli uomini gareggeranno a New Orleans.

L’idea di unire il roster dei giochi e trasformare una città in un centro commerciale per il basket universitario ogni primavera è permeata in modo intermittente nel corso dei 40 anni dal lancio del torneo femminile.

READ  I New York Yankees hanno messo Anthony Rizzo in IL, per chiamare Ronald Guzman

L’idea ha guadagnato nuova valuta ad agosto, quando uno studio legale assunto dalla NCAA ha pubblicato un rapporto in cui si concludeva che il sindacato aveva da tempo dato la priorità al campionato maschile e alle sue entrate. Portare eventi maschili e femminili nella stessa città “assicura che l’esperienza studente-atleta nei tornei maschili e femminili sia più equa”, sottolinea il rapporto.

Questa possibilità sembrava inverosimile ad alcuni dirigenti, in particolare perché la NCAA aveva già scelto le città ospitanti per entrambi i tornei finali fino al 2026. La decisione di febbraio, che i funzionari della NCAA hanno affermato essere unanime, era che gli eventi rimanessero separati il ​​giorno successivo. Ciclo di offerte per ospitare tornei, rendendo improbabili modifiche almeno fino al 2032.

Tuttavia, i dirigenti hanno affermato che stanno prendendo in considerazione altri potenziali aggiustamenti, come lo svolgimento di competizioni in fine settimana separati, che potrebbero mettere più luce sul basket femminile. Per ora, tuttavia, i leader della NCAA si sono detti scettici sull’idea di capovolgere decenni di tradizione.

“Era importante in questo momento per il comitato vedere i risultati dei miglioramenti e altri investimenti che sono stati fatti nel torneo e per far rivivere o continuare a onorare ciò che è già stato costruito attorno alle Final Four Women’s con il vice della NCAA Women’s Basketball Association il presidente, Lynne Holzman, ha detto mercoledì.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply