Gli Stati Uniti ei loro alleati stanno lottando per fare piani per ottenere forniture di grano vitale dall’Ucraina

Due diplomatici statunitensi e quattro europei hanno detto alla CNN che non c’è un proiettile d’argento per risolvere la complessa sfida e che i funzionari stanno valutando un’ampia gamma di opzioni per far uscire in sicurezza le esportazioni di cibo per ferrovia, mare e aria. Possibili scenari vengono studiati e sviluppati indipendentemente dal fatto che la Russia sia d’accordo o meno.

I diplomatici hanno affermato che la sfida sarà al centro dell’attenzione del Segretario di Stato americano Anthony Blinken quando convocherà una riunione ministeriale sulla sicurezza alimentare e guiderà una discussione sulla questione alle Nazioni Unite a New York mercoledì e giovedì.

Un altro funzionario che ha familiarità con le discussioni ha detto: “Questo non è un affare fatto. Ci sono molti pezzi in movimento, quindi molte cose possono andare storte in queste discussioni”.

Tra le preoccupazioni per la carenza di cibo globale, l’urgenza sta crescendo attorno allo sforzo poiché i prezzi di grano, cereali, mais, semi di soia e oli vegetali sono aumentati vertiginosamente nelle ultime settimane a causa dell’invasione russa. Tuttavia, non esiste una soluzione semplice disponibile con grossi ostacoli a tutti i trasporti poiché la guerra non mostra segni di interruzione.

Il tempo è essenziale: le strutture di stoccaggio dei prodotti agricoli dell’Ucraina si esauriranno nei prossimi due mesi, ha spiegato un funzionario del Programma alimentare mondiale. Se non ci saranno movimenti nei prossimi mesi, gli agricoltori ucraini non avranno un posto dove immagazzinare i raccolti delle prossime stagioni e non saranno pagati abbastanza per mantenere la loro attività.

Prima della guerra, le forniture di grano dalla Russia e dall’Ucraina rappresentavano quasi il 30% del commercio mondiale e l’Ucraina è il quarto esportatore di mais e il quinto esportatore di grano, secondo il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite, che aiuta a combattere l’insicurezza alimentare globale, acquista circa la metà del grano dall’Ucraina ogni anno e ha avvertito delle terribili conseguenze se i porti ucraini non verranno aperti.

L’uso del grano come “strumento nella guerra mista”

La questione è stata al centro dell’attenzione sia della riunione dei ministri degli esteri del G7 in Germania che del Consiglio per il commercio e la tecnologia USA-UE in Francia nel fine settimana.

READ  Il capo di stato maggiore Kamala Harris si dirige verso l'uscita

“Non dobbiamo essere ingenui. La Russia ha ora ampliato la guerra contro l’Ucraina per includere molti paesi come una guerra del grano”, ha detto sabato il ministro degli Esteri tedesco Annalena Birbock dopo la riunione del G7. “Non è un danno collaterale, è uno strumento di guerra ibrida progettato per indebolire la coesione contro la guerra russa”.

In una dichiarazione congiunta rilasciata dopo l’incontro, i ministri degli Esteri del G7 hanno affermato di “essere determinati a contribuire con risorse aggiuntive e sostenere tutti gli sforzi pertinenti volti a garantire la disponibilità e l’accesso a risorse alimentari, energetiche e finanziarie, nonché ai beni di prima necessità per tutti”. I ministri degli Esteri hanno anche invitato la Russia a “fermare immediatamente i suoi attacchi alle principali infrastrutture di trasporto dell’Ucraina” per consentire l’esportazione di prodotti agricoli.

“Al momento sono in corso discussioni per vedere come sbloccare questi passaggi. Sappiamo che nel Mar Nero sono state posate mine. I russi hanno impedito alle navi ucraine di entrare o uscire. Lo ha detto il ministro. Il generale si è rivolto ai russi. È qualcosa di cui stavamo discutendo anche noi. Con gli ucraini: come possiamo lavorare per portare alcuni dei prodotti disponibili per l’Ucraina sul mercato”, ha detto lunedì l’ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite Linda Thomas Greenfield, spiegando che l’Ucraina era un “cesto del pane per il mondo in via di sviluppo”.

Sebbene il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres abbia discusso del problema quando ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin il mese scorso, non ci sono state scoperte. Diplomatici statunitensi ed europei hanno affermato che alcuni diplomatici statunitensi ed europei vogliono che le Nazioni Unite svolgano un ruolo più attivo, ma l’organizzazione è titubante a causa dei combattimenti in corso.

Il modo più efficiente per trasportare il grano è spedirlo, ma il blocco russo rappresenta una sfida importante. Le fonti affermano che le rotte marittime sono ancora allo studio, possibilmente utilizzando barche neutrali contrassegnate dalle Nazioni Unite. Ma i diplomatici hanno affermato che c’erano preoccupazioni su quanto sarebbe stato aggressivo il processo di testare un’idea del genere con la Russia.

READ  Ucraina e Russia live news: Sloviansk si prepara alla 'grande battaglia' | notizie di guerra tra Russia e Ucraina

“Il Mar Nero non è completamente fuori questione, ma è molto complesso”, ha detto uno, aggiungendo che Guterres era stato attivamente coinvolto in quelle discussioni iniziali sull’imbarco delle merci via nave.

Il funzionario ha aggiunto che l’uso di aerei cargo è la meno probabile delle tre opzioni, a causa dei pericoli nell’aria e della loro capacità relativamente ridotta rispetto a treni e navi.

La Russia è riuscita a chiudere l’accesso dell’Ucraina al Mar d’Azov, ma l’Ucraina mantiene il controllo della sua costa del Mar Nero e del porto di Odessa, un importante centro di esportazione marittima. Tuttavia, a causa dell’aggressione russa, le navi non lasciano Odessa al momento. La Russia ha anche bombardato il porto con missili e la presenza di mine russe e ucraine rende rischiosi i viaggi per mare.

Biden incolpa la guerra della Russia in Ucraina per la scarsità di cibo e l'aumento dei prezzi

Un funzionario statunitense e un’altra fonte a conoscenza dei colloqui in corso hanno affermato che la Turchia – che è uno dei principali attori nel Mar Nero e ne controlla l’accesso – è coinvolta nelle discussioni con i russi sullo sforzo.

“C’è molta diplomazia per esercitare pressioni sulla Russia per incoraggiare la creazione di un corridoio sicuro e questa è l’area in cui le Nazioni Unite sono maggiormente concentrate”, ha affermato un diplomatico europeo.

I diplomatici dicono alla CNN che una soluzione è spedire il grano su rotaia poiché attualmente è il modo più sicuro per trasportare grandi quantità. Sono inoltre in corso colloqui tra l’Ucraina e l’Unione Europea sull’utilizzo delle ferrovie per il trasporto di forniture in Romania, Slovacchia e Polonia. Tuttavia, gli sforzi sono complicati dalle differenze nei sistemi ferroviari utilizzati dall’Ucraina e dai paesi vicini.

L’Ucraina afferma che la Russia sta sabotando la produzione agricola

Sebbene le vie di uscita dell’Ucraina dal paese siano limitate, la Russia sta attivamente sabotando la produzione agricola e anche le sue forze armate Furto di attrezzature agricole Migliaia di tonnellate di grano provenivano dagli agricoltori ucraini nelle aree che occupavano, oltre a prendere di mira i siti di conservazione degli alimenti con l’artiglieria, hanno affermato i funzionari ucraini.

L’assistenza supplementare di 40 miliardi di dollari all’Ucraina, che è stata approvata dalla Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ma attende l’approvazione del Senato degli Stati Uniti, include oltre 5 miliardi di dollari per affrontare l’insicurezza alimentare globale causata dalla guerra. La maggior parte di questo finanziamento andrà all’USAID “per fornire assistenza alimentare di emergenza alle persone in tutto il mondo che soffrono la fame a causa del conflitto in Ucraina e di altri bisogni umanitari urgenti della popolazione e delle comunità in Ucraina”, è stato riferito . In sintesi dalla Commissione Stanziamenti della Camera.

In un’intervista alla CNN la scorsa settimanaIl ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis ha lanciato l’idea di fornire un corridoio di sicurezza in modo che gli ucraini potessero esportare grano e mais, dicendo che “questo potrebbe essere fatto dai paesi colpiti dalla crisi alimentare”.
L'India si è offerta di aiutare a risolvere la crisi alimentare globale.  Ecco il motivo del suo declino

“Il modo più veloce e sostenibile per la sicurezza alimentare globale è aprire i porti ucraini”, ha affermato Daria Kalinyuk, un’importante attivista della società civile ucraina, e ha invitato la comunità internazionale a fornire all’Ucraina le armi necessarie per aiutare militarmente a farlo.

READ  La Corea del Nord annuncia per la prima volta un caso positivo di coronavirus

“Abbiamo bisogno di missili antinave in Ucraina per scoraggiare le navi da guerra russe, e abbiamo bisogno dell’intervento delle Nazioni Unite e di altri paesi e stati che devono riprendere il controllo delle acque internazionali”, ha detto in una tavola rotonda con i giornalisti al Marshall tedesco Fondo a Washington. la scorsa settimana.

Nel frattempo, le preoccupazioni per un’incombente crisi alimentare sono state esacerbate dalla crisi alimentare Annuncio dall’India Vieta le esportazioni di grano a causa dei problemi di siccità nel paese. Thomas Greenfield ha detto lunedì che gli Stati Uniti sperano che l’India “riconsidererà questa posizione” quando sentirà preoccupazioni da tutto il mondo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply