I militanti attaccano la principale base militare del Mali e la situazione è ‘sotto controllo’

KATE, Mali (Reuters) – Militanti islamisti hanno bombardato venerdì la principale base militare del Mali, fuori dalla capitale Bamako, con un complesso attacco con autobombe, ma le forze armate hanno affermato di aver respinto l’attacco e di aver riportato la situazione sotto controllo. .

Militanti legati ad al Qaeda e allo Stato Islamico hanno ripetutamente fatto irruzione nelle basi in tutto il Mali durante un’insurrezione decennale che si è concentrata nel nord e nel centro ma non troppo vicino a Bamako nel sud.

Forti colpi di arma da fuoco sono stati uditi per circa un’ora venerdì mattina presto nel campo di Kati, a circa 15 km a nord-ovest di Bamako. Un giornalista della Reuters ha detto che un convoglio che trasportava il leader della giunta in Mali, il colonnello Asimi Gueta, è poi partito dalla sua casa di Kati verso Bamako.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

L’esercito ha affermato in un comunicato che l’attacco comprendeva due autobombe ed è stato effettuato dalla Brigata Macina, la filiale locale di al-Qaeda attiva nel Mali centrale.

Ha aggiunto che un soldato è stato ucciso nell’attacco e sei sono rimasti feriti, mentre sette aggressori sono stati uccisi e otto arrestati.

“Il personale militare vuole rassicurare la popolazione che la situazione è sotto controllo e che può svolgere le proprie attività”, ha detto l’esercito.

Testimoni hanno detto a Reuters che dopo l’attacco, i soldati hanno sparato e ucciso un uomo fuori dal campo quando la sua auto non ha risposto ai loro ordini di fermarsi. Hanno detto che l’altra persona nell’auto è scappata.

READ  Biden svela il piano di immigrazione, che chiude il Summit delle Americhe dominato dalle divisioni

I militari hanno anche accusato Catiba Macina di diversi attacchi giovedì alle basi nel Mali centrale, dicendo che avrebbe ucciso un soldato e ferito 15 persone.

Katy è stata teatro di ammutinamenti nel 2012 e nel 2020 che hanno portato a colpi di stato di successo, ma i residenti del campo hanno detto a Reuters che i soldati non sembravano combattere tra di loro questa volta.

La giunta militare al potere del Mali è salita al potere con un colpo di stato dell’agosto 2020. Ha lanciato un secondo colpo di stato nel 2021 per estromettere un presidente civile ad interim che era in contrasto con Guetta.

Il governo di transizione di Guetta si è ripetutamente impegnato con i paesi vicini e le potenze internazionali sul rinvio delle elezioni, sulle presunte violazioni dell’esercito e sulla cooperazione con i mercenari russi nella lotta all’insurrezione islamista.

Nonostante sia salita al potere e si sia impegnata a reprimere la ribellione, la giunta non è stata in grado di impedire ai ribelli di espandere le loro operazioni verso sud.

La scorsa settimana, uomini armati non identificati hanno ucciso sei persone a un posto di blocco a 70 km a est di Bamako. Leggi di più

L’unico grande attacco che ha colpito Bamako è avvenuto nel 2015, quando militanti legati ad al Qaeda hanno ucciso 20 persone in un hotel di lusso.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Vadimata Kontau) Segnalazione e scrittura aggiuntiva di Aaron Ross; Montaggio di Edmund Blair, John Stonestreet e Nick McPhee

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply