I paesi del G-7 affermano che stanno fissando il prezzo del petrolio russo

Commento

I leader di sette nazioni industrializzate hanno annunciato venerdì che avrebbero imposto un tetto massimo al prezzo del petrolio russo, volto a minare il finanziamento del Cremlino dei flussi energetici verso l’Occidente.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet L. La priorità assoluta di Yellen, il piano del tetto dei prezzi, mira a ridurre gli enormi profitti energetici utilizzati dalla Russia per finanziare la sua guerra in Ucraina senza creare shock sui prezzi che potrebbero paralizzare l’economia globale.

Il G-7 aveva precedentemente accettato solo di esplorare una proposta di fissazione dei prezzi, ma il suo annuncio di venerdì mostra che i paesi stanno cercando di attuare una nuova politica aggressiva, una misura sull’energia coordinata a livello internazionale e senza precedenti. Prezzi.

I principali leader russi hanno ripetutamente avvertito che si vendicheranno contro il prezzo massimo. L’Europa è fortemente dipendente dall’energia russa e l’escalation delle ostilità potrebbe esacerbare la crisi economica che già sta affrontando gli alleati occidentali.

“L’azione di oggi servirà a sferrare un duro colpo alle finanze russe e ad ostacolare la capacità della Russia di combattere una guerra non provocata in Ucraina e accelerare il deterioramento dell’economia russa”, ha affermato la Yellen in una dichiarazione venerdì. “Stiamo già iniziando a vedere l’impatto del tetto massimo attraverso gli sforzi urgenti della Russia per negoziare sconti massicci sul commercio bilaterale di petrolio”.

La campagna globale di Janet Yellen metterà a rischio la macchina da guerra russa

I paesi del G-7 – gli Stati Uniti, i suoi cinque alleati occidentali e il Giappone – hanno dichiarato in una dichiarazione che intendono far rispettare il limite di prezzo tagliando l’assicurazione su tutte le esportazioni di petrolio russo venduto al di sopra di un certo prezzo. Ciò renderà impossibile spedire merci a prezzi superiori al cap. Il prezzo massimo non è stato ancora annunciato, ma dovrebbe entrare in vigore a dicembre, quando dovrebbe entrare in vigore anche il divieto di spedizione.

READ  Dak Prescott: È molto deludente, ma gli infortuni si verificano

Yellen ha spinto la politica per mesi con i suoi colleghi internazionali, ma ha dovuto affrontare scetticismo e domande difficili su come funzionerà esattamente il tetto dei prezzi. Gli analisti hanno espresso timori sul fatto che il limite potrebbe essere aggirato se paesi al di fuori del G-7, come Cina e India, continueranno ad acquistare petrolio russo a prezzi più elevati e a rivenderlo ai mercati globali a un premio. Altri analisti e leader stranieri hanno espresso preoccupazione per il fatto che la Russia possa vendicarsi limitando ulteriormente le sue esportazioni di gas naturale verso l’Europa, che sta già affrontando un inverno in cui la Germania e altri paesi devono far fronte a gravi carenze di forniture energetiche.

Nonostante il recente calo dei prezzi dell’energia, la Russia continua a raccogliere centinaia di miliardi di dollari dalle sue vendite di petrolio e gas naturale. Queste vendite di energia hanno notevolmente facilitato la campagna di sanzioni dell’Occidente sull’invasione russa dell’Ucraina, stabilizzando le finanze del Cremlino e consentendo alla guerra di continuare.

Gli analisti dell’energia hanno affermato che non è chiaro in che modo l’annuncio di venerdì influirà sui prezzi internazionali di gas e petrolio, con dettagli importanti, come il livello del tetto dei prezzi e la data in cui entrerà in vigore, non sono stati annunciati.

Giorgio W. “Il diavolo è nei dettagli”, ha affermato Bob McNally, un ex funzionario dell’energia presso il Rapidan Energy Group nell’amministrazione Bush, e alcuni dettagli sono emersi oggi. “È un annuncio di processo, che passa dall’esplorazione di un limite di prezzo all’attuazione uno.”

Venerdì, alti funzionari del Tesoro hanno detto ai giornalisti che gli Alleati avrebbero fissato un tetto di prezzo al di sopra del costo di produzione per la Russia, quindi il petrolio continua a fluire verso i mercati mondiali. I funzionari hanno affermato che stanno adottando misure per coinvolgere altri paesi europei e le principali economie nel programma. Sebbene paesi tra cui India e Cina non aderiranno al limite di prezzo, i funzionari del Tesoro affermano che l’esistenza del limite darà ad altri paesi una maggiore influenza nei negoziati con la Russia sui loro accordi energetici, contribuendo a raggiungere l’obiettivo del Cremlino di ridurre le entrate. . Funzionari del Tesoro affermano che stanno già beneficiando del programma di price cap, suggerito dai leader di altri paesi, perché la Russia sa che il numero di potenziali acquirenti si sta riducendo.

READ  Guida definitiva per acquistare una integratore sessuale nel 2022 - I migliori 40 compilati!

Yellen ha anche sottolineato che il tetto dei prezzi sarebbe meno dirompente per i mercati energetici globali rispetto al divieto di tutto il petrolio russo che l’Europa si prepara ad attuare entro la fine dell’anno. A giugno, dopo settimane di negoziati, l’Unione europea ha deciso di vietare le importazioni di petrolio dalla Russia e di vietare l’assicurazione e il finanziamento delle spedizioni di petrolio russo verso paesi terzi. Nazioni Unite Vietate le importazioni di petrolio russo Nel mese di marzo.

La campagna globale di Janet Yellen per far tornare indietro la macchina da guerra di Vladimir Putin

L’attuazione del limite richiederebbe agli Stati membri dell’UE del G-7 di modificare il sesto round di sanzioni del blocco. La notizia del tetto del petrolio arriva quando l’Unione Europea prende in considerazione misure di emergenza per affrontare l’aumento dei prezzi dell’energia e si prepara a quello che molti temono sarà un inverno lungo e freddo. Ministri dell’energia dell’UE sett. Si incontreranno a Bruxelles il 9 per discutere gli appelli del gruppo per la riforma del mercato energetico.

Funzionari statunitensi, preoccupati per il potenziale aumento dei prezzi, hanno dovuto affrontare un divieto a Bruxelles, ma alcuni diplomatici dell’UE hanno affermato che il limite avrebbe bisogno di un sostegno molto più ampio, in particolare da Cina e India, per essere efficace.

Dmitry Peskov, portavoce del presidente russo Vladimir Putin, ha avvertito venerdì che i paesi che partecipano al prezzo massimo non riceveranno petrolio russo. Peskov ha detto degli alleati occidentali: “Non coopereremo con loro sul petrolio in tali politiche anti-mercato”.

Alla domanda sulle minacce del Cremlino, un alto funzionario del Tesoro ha affermato che la Russia era alla disperata ricerca di entrate energetiche e ne ha messo in dubbio la credibilità, sottolineando che i funzionari russi avevano anche affermato che non avrebbero invaso l’Ucraina.

READ  Guida definitiva per acquistare una cavo micro usb nel 2022 - I migliori 40 compilati!

Ariel Cohen, un membro anziano del Consiglio Atlantico, si è detto preoccupato che Putin risponderà al tetto dei prezzi tagliando l’Europa dalle esportazioni di gas naturale, il che potrebbe esacerbare la crisi economica del continente.

“Dobbiamo stare attenti a non causare il collasso economico in Europa”, ha detto Cohen. “Voglio capire chiaramente da dove verrà l’approvvigionamento di gas alternativo. Qual è l’entità del dolore economico in Europa?”

Ma Simon Johnson, un professore del Massachusetts Institute of Technology specializzato in politica energetica, ha insistito sul fatto che il piano del price cap – che consentirebbe alla Russia di scambiare petrolio a prezzi scontati – sarebbe meno dirompente per i mercati globali rispetto al precedente piano europeo. Ferma tutte le importazioni di petrolio russo.

“Questo dimostra che vogliono il flusso di petrolio, che mantiene i prezzi del petrolio più bassi di quanto sarebbero altrimenti”, ha detto Johnson.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply