Il mini-budget del Regno Unito taglia le tasse e prende in prestito pesantemente a causa della recessione

Il ministro delle finanze Kwasi Kwarteng, che ha annunciato i maggiori tagli alle tasse degli ultimi 50 anni mentre ha aumentato la spesa, ha affermato che il governo ha bisogno di un “nuovo approccio per una nuova era incentrata sulla crescita”.

Questi includono la riduzione dell’aliquota massima dell’imposta sul reddito dal 45% al ​​40%, la riduzione delle tasse sugli acquisti di case e l’annullamento di un aumento pianificato delle tasse sulle imprese. Entrate del governo nei prossimi cinque anni, Tesoro del Regno Unito.

Paul Johnson, direttore dell’Institute for Financial Studies, Un think tank indipendente ha definito “straordinari” i piani del governo.

“È passato mezzo secolo da quando sono stati annunciati tagli fiscali di questa portata”, ha affermato Twitta.

La sterlina è scesa di quasi il 2,6% a $ 1,097 venerdì dopo l’annuncio di Kwarteng, il livello più basso dal 1985. Anche i titoli di stato britannici hanno venduto molto. Il rendimento dell’obbligazione decennale di riferimento, che sposta il prezzo opposto, è stato portato al di sopra del 3,7%. Ha iniziato l’anno sotto l’1%.

Durante il taglio delle tasse, Kwarteng ha affermato che il governo spingerà per sovvenzionare le bollette energetiche di milioni di case e aziende al costo di 60 miliardi di sterline (67 miliardi di dollari) nei prossimi sei mesi. Tasse i profitti straordinari delle compagnie petrolifere e del gas.

Le mosse arrivano il giorno dopo che la Banca d’Inghilterra ha avvertito che il paese potrebbe già essere in recessione. Ha alzato i tassi di interesse per la settima volta da dicembre dello scorso anno nel tentativo di frenare l’inflazione del 10% che sta causando una profonda crisi del costo della vita per milioni di persone.

READ  Guida definitiva per acquistare una asciugabiancheria elettrico portatile nel 2022 - I migliori 40 compilati!

‘Regali non monetari’

La notizia di un drastico aumento dei prestiti governativi ha spaventato gli investitori già preoccupati che il paese stesse spendendo oltre le sue possibilità. L’IFS ha avvertito in un rapporto mercoledì che l’indebitamento del governo era su un “percorso insostenibile”.

George Saravelos, responsabile globale della ricerca sui cambi presso la Deutsche Bank, ha dichiarato venerdì in una nota di ricerca che “i tagli alle tasse e altri pagamenti finanziari molto ingenti e non finanziati” del Regno Unito si stanno aggiungendo alle preoccupazioni per l’economia del paese.

“La sfida immediata del Regno Unito non è la bassa crescita”, ha affermato Saravelos. “La grande spesa fiscale appena annunciata potrebbe rilanciare un po’ la crescita nel breve termine. Ma la grande domanda è: chi la pagherà?” Ha aggiunto.

Parlando all’inizio di venerdì, l’alto ministro del governo Simon Clarke ha negato i suggerimenti secondo cui il nuovo primo ministro Liz Truss stava facendo una grande scommessa con l’economia britannica.

“Le prove degli anni ’80 e ’90 sono che un’economia dinamica a bassa tassazione offre i migliori tassi di crescita: non è una scommessa, abbiamo la storia e il peso delle prove”, ha detto alla BBC.

Secondo la Banca d’Inghilterra, sussidi energetici più elevati significano che l’inflazione raggiungerà l’11% il mese prossimo e sarà più alta questo inverno. Ma gli investitori temono che la spesa pubblica aggiuntiva manterrà l’inflazione a un livello più alto. E un calo della sterlina peggiora le cose aumentando il prezzo delle importazioni.

Il partito laburista di opposizione ha criticato i piani del governo di aumentare i prestiti invece di aumentare le tasse sui profitti inaspettati delle compagnie energetiche.

READ  L'ambasciatore russo all'Onu Boris Bondarev si dimette per la guerra di Putin in Ucraina

“I giganti del petrolio e del gas stanno arrostendo il Cancelliere nelle sale del consiglio mentre parliamo, lasciando i lavoratori a pagare il conto – prendendo in prestito più del necessario quando i tassi di interesse aumentano”, ha affermato Rachel Reeves, ministro delle finanze dell’opposizione. Portavoce.

Kwarteng ha anche annunciato la fine del tetto massimo ai bonus dei banchieri per raddoppiare il loro stipendio annuale, introdotto per prevenire un’eccessiva assunzione di rischi dopo la crisi finanziaria globale. Ha detto di voler incoraggiare le banche globali a investire nel Regno Unito.

Reeves del Labour ha affermato che il piano “ricompenserebbe i ricchi” e “rappresenterebbe un ritorno al dolcetto o scherzetto”. [economics] del passato.”

Mark Thompson, Julia Horowitz e Amy Cassidy hanno contribuito al reportage.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply