Il Premio Nobel per la Pace è stato assegnato agli avvocati per i diritti umani in Ucraina, Russia e Bielorussia

Il Premio Nobel per la Pace è stato assegnato venerdì agli avvocati per i diritti in Russia, Ucraina e Bielorussia, che sono diventati simboli di resistenza e responsabilità quando l’invasione russa dell’Ucraina ha innescato la più grande guerra di terra in Europa dalla seconda guerra mondiale.

Premiati – Ales Bialiatski, attivista bielorusso incarcerato; Memorial, una struttura russa; e il Centro per i diritti civili in Ucraina — sono emerse come alcune delle sfide più serie alimentate dalla diffusa disinformazione e dai miti dannosi diffusi dai leader autoritari e dalla globalizzazione, dalla connettività digitale e dai nuovi sistemi di sorveglianza.

“I vincitori della pace rappresentano la società civile nei loro paesi d’origine”, ha affermato Berit Reiss-Andersen, presidente del Comitato norvegese per il Nobel, quando ha annunciato i premi. “Stanno promuovendo da anni il diritto di criticare le autorità e proteggere i diritti fondamentali dei cittadini”.

Il gruppo ha affermato di aver scelto i tre vincitori perché voleva onorare i campioni dei “diritti umani, democrazia e convivenza pacifica” nelle vicine Bielorussia, Russia e Ucraina.

Il presidente russo Vladimir V. Il loro lavoro ha assunto una nuova importanza dal febbraio di Putin invase la vicina UcrainaSfollando milioni di persone e destabilizzando l’intera regione.

Questo regalo Mr. È stato un rimprovero implicito a Putin, il cui mandato è stato scandito da violente repressioni contro dissidenti e critici in patria – e il suo 70° compleanno venerdì, notato da molti osservatori.

“Nel 70° compleanno di Putin, il Premio Nobel per la pace va al gruppo russo per i diritti umani che ha chiuso, al gruppo ucraino per i diritti umani che documenta i suoi crimini di guerra e all’attivista bielorusso per i diritti umani incarcerato dal suo alleato Lukashenko”, ha detto Kenneth. Roth è l’ex direttore esecutivo di Human Rights Watch. Ha detto su Twitter.

READ  Polio New York: è stata dichiarata un'emergenza di disastro statale dopo che il virus è stato trovato nelle acque reflue della contea di Nassau

Alla domanda se i vincitori di quest’anno fossero “il perfetto presidente del compleanno”, la sig. Reiss-Andersen ha dichiarato: “Questo regalo non è per il presidente Putin, né per il suo compleanno o qualsiasi altro significato: il suo governo, il governo della Bielorussia, rappresenta un governo autoritario che opprime gli attivisti per i diritti umani.

Il Centro per i diritti civili in Ucraina, che è stato coinvolto negli sforzi per identificare e documentare i crimini di guerra russi dall’inizio dell’invasione, ha affermato la signora Reiss-Anderson, aggiungendo: “Il gruppo sta assumendo un ruolo pionieristico nel ritenere gli autori responsabili dei loro crimini delitti».

gruppo Apprezzato il sistema Per aver preso posizione per “rafforzare la società civile ucraina e fare pressioni sulle autorità affinché democratizzino completamente l’Ucraina”.

343 persone hanno gareggiato per il premio di quest’anno, tra cui 251 individui e 92 aziende, il secondo numero più alto dal 2016. Sebbene non ci sia un chiaro precursore, sono inclusi alcuni nomi che attirano l’attenzione. Il presidente Volodymyr Zelensky dell’Ucraina; Alexey A. NavalnyDissidente russo imprigionato; Svetlana Tikanovskaja, politico dell’opposizione bielorusso; Organizzazione mondiale della Sanità; e la Corte Internazionale di Giustizia.

Sig. Zelensky è uno dei preferiti dei bookmaker.

L’anno scorso, due giornalisti hanno condiviso il Premio per la Pace. Maria Ressa e Dimitri A. Muratov, ha affermato il comitato del Nobel, “per i loro sforzi volti a proteggere la libertà di espressione, un prerequisito per la democrazia e una pace duratura”. Furono le prime persone a ricevere il premio per il giornalismo dai tempi del pacifista tedesco Karl von Ositzky nel 1935.

Alla signora Ressa, co-fondatrice del sito di notizie online Rappler, è stato quasi impedito di partecipare a causa di cause legali intentate contro di lei nella sua nativa Filippine. Il caporedattore del quotidiano Novaya Gazeta Mr. Muratov è stato descritto come uno dei più importanti difensori della libertà di parola in Russia.

READ  Punteggio Packers vs. Bears: aggiornamenti in tempo reale, statistiche di gioco, highlights per l'incontro NFC North su "Sunday Night Football"

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina quest’anno, c’è stata la Novaya Gazeta Costretto a interrompere la pubblicazione Tra la crescente censura del governo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply