Il razzo lunare Artemis posa sulla rampa di lancio prima del decollo

Ingegneri e tecnici erano impegnati nel check-out e nei test finali del razzo Space Launch System e della navicella spaziale Orion all’interno dell’edificio di assemblaggio dei veicoli presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida. La pila di razzi ha effettuato due viaggi sulla rampa di lancio a marzo e giugno per una prova, un test che simula ogni fase del lancio senza decollare.

Ora, è il momento per la cosa reale.

Il team Artemis punta alla sua prima finestra di lancio di due ore dalle 8:33 ET alle 10:33 ET di lunedì 29 agosto. Sono disponibili finestre di avvio del backup il 2 settembre e il 5 settembre.

Il Canale YouTube Kennedy della NASA Fornirà una trasmissione in diretta del lancio, che dovrebbe iniziare alle 21:00 ET martedì e durerà dalle 10 alle 12 ore.

L’enorme pila di 322 piedi (98 m) farà un lento viaggio di 4 miglia (6,4 km) a bordo di uno dei giganteschi crawler dell’era Apollo della NASA dall’edificio di assemblaggio alla rampa di lancio, proprio come le missioni navetta e i razzi Apollo Saturn V una volta fatto.

Il cingolato da 6,6 milioni di libbre (3 milioni di chilogrammi) trasporterà l’imponente gruppo missilistico e il lanciatore mobile a una velocità massima di 1 mph (1,6 km/h).

L’iconico cingolato è uno dei due in funzione da oltre 50 anni al Kennedy Space Center. I mega-carrier sono stati utilizzati per la prima volta nel 1965 e possono trasportare ciascuno 18 milioni di libbre (8,2 milioni di chilogrammi), o il peso di oltre 20 777 a pieno carico, secondo la NASA. I rampicanti sono così larghi che un diamante da baseball professionista può sedersi su ciascuno di essi.

READ  SpaceX e la NASA hanno rinviato la decodifica di speciali astronauti Ax-1 sulla Stazione Spaziale Internazionale

Lancerò l’Artemis I senza pilota in una missione oltre la Luna e ritorno sulla Terra. Una volta lanciato, il veicolo spaziale raggiungerà un’orbita retrograda distante attorno alla Luna, percorrendo 1,3 milioni di miglia (2,1 milioni di km) in 42 giorni prima di atterrare nell’Oceano Pacifico al largo della costa di San Diego il 10 ottobre. Il ritorno di Orion sarà più veloce e più caldo di qualsiasi veicolo spaziale che abbia mai visto sulla via del ritorno sulla Terra.

La navicella spaziale Orion viaggerà più di qualsiasi navicella spaziale mai progettata per l’uomo, raggiungendo 40.000 miglia (64.000 chilometri) oltre il lato più lontano della luna, secondo la NASA.

Snoopy, manichini e Apollo 11 oscilleranno sulla luna a bordo di Artemis I

Non ci sono esseri umani a bordo, ma Orion trasporterà 120 libbre (54,4 chilogrammi) di cimeli, inclusi giocattoli, oggetti dell’Apollo 11 e tre statue.

Al quartier generale del comandante di Orion ci sarà il comandante Monnequin Campos, un vero manichino in grado di raccogliere dati su ciò che l’equipaggio umano potrebbe incontrare in futuro durante un viaggio sulla Luna. Il modello indosserà la nuova tuta Orion Crew Survival System progettata per gli astronauti da indossare durante il lancio e il ritorno. La tuta ha due sensori di radiazione.

Due “fantasma” di nome Helga e Zohar cavalcheranno sugli altri sedili di Orion. Questo modello di busto è realizzato con materiali che simulano i tessuti molli, gli organi e le ossa di una donna. I torsi contengono più di 5.600 sensori e 34 rivelatori di radiazioni per misurare la quantità di esposizione alle radiazioni che si verifica durante il volo spaziale.

Questa missione lancerà il programma Artemis della NASA, che mira a riportare gli esseri umani sulla Luna e far atterrare la prima donna e le prime persone di colore sulla Luna entro il 2025, e alla fine far posto all’esplorazione umana di Marte.

READ  Una nuova teoria suggerisce che la materia oscura potrebbe essere un ulteriore rifugiato cosmico

Artemis I effettuerà anche una serie di esperimenti scientifici, alcuni dei quali verranno installati una volta che il razzo e la navicella spaziale raggiungeranno la rampa di lancio.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply