Jacques del Rio, coordinatore dei leader, descrive la ribellione del 6 gennaio come “polvere”

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

In un incontro post-allenamento con i giornalisti, il coordinatore della difesa dei leader di Washington Jack Del Rio ha minimizzato l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio definendolo un “colpo di scena” rispetto alle proteste per la giustizia razziale seguite alla morte di George Floyd nel 2020.

Riesco a vedere le immagini in TV [of the Floyd protests] Distruggendo i mezzi di sussistenza delle persone. Gli affari sono bruciati. Nessun problema”, ha detto. “E poi abbiamo polvere in Campidoglio, niente bruciato, e faremo un grosso problema. Penso che siano un po’ come due criteri, e se applichiamo lo stesso criterio e avremo un senso l’uno per l’altro, ne discutiamo”.

I commenti di Del Rio sono arrivati ​​​​in risposta alle domande relative a un post sui social media che ha pubblicato all’inizio della settimana. Il 59enne allenatore di calcio veterano è stato schietto su Twitter in ciascuna delle tre stagioni in cui ha allenato i leader, spesso in relazione a questioni politiche conservatrici.

L’ultimo tweet di lunedì sera è arrivato in risposta a un rapporto della Brookings Institution, un think tank di Washington, sulla commissione della Camera che indaga sull’attacco del 6 gennaio, che sono 11 mesi e più di 1.000 interviste dopo. Le udienze inizieranno giovedì. Del Rio ha scritto: “Vorrei capire la ‘storia completa’ del motivo per cui un’estate di rivolte, saccheggi, incendi dolosi e distruzione di proprietà personali non è stata discussa, ma questo ??? #buon senso”.

I commenti di Del Rio sembrano contraddire i recenti messaggi di giustizia razziale della NFL e sono in conflitto con il modo in cui la lega e la sua squadra hanno risposto alla morte di Floyd. Nel giugno 2020, Rivera ha detto che avrebbe sostenuto Giocatori che si sono inginocchiati durante l’inno nazionale per protestare contro l’ingiustizia razziale e la brutalità della polizia e, ad agosto, l’allenatore ha annullato un allenamento per tenere una discussione a livello di squadra sulla giustizia razziale dopo Jacob Blake è stato colpito.

READ  Jose Azucar ottiene un grande successo a Padres

Il comandante in capo Jason Wright ha guidato i recenti sforzi del team per promuovere la giustizia razziale e la diversità dei dipendenti. Questo è diventato un argomento nella ricerca della squadra di un nuovo stadio, quando i funzionari del Maryland hanno indicato il cambiamento sociale che la squadra potrebbe apportare mantenendo il suo posto nella contea di Prince George’s, prevalentemente nera. Un portavoce del team non ha risposto mercoledì a una richiesta di intervista con Wright.

I legislatori della Virginia stanno attualmente valutando una legislazione intesa a invogliare i leader a trasferirsi in Virginia e un senatore ha notato che i commenti di Del Rio hanno avuto risonanza a Richmond. “Ho appena fatto l’accordo per votare no-no”, ha detto il senatore Jeremy S. McPeak (principe democratico William) Twitta mercoledì. “Penso che quello che brucia oggi sia lo stadio”. McPike aveva precedentemente espresso riserve sulla proposta di legge sullo stadio e espresso preoccupazione per il trasferimento intorno al potenziale sito di Woodbridge.

I suoi commenti hanno fatto arrabbiare alcuni fan e commentatori, con l’ex difensore d’angolo DeAngelo Hall Tweet emoji pagliaccio Nell’allenatore veterano, l’allenatore dei leader Brian Mitchell ha chiamato Ron Rivera per gestire la situazione.

“Come [you] Ti aspetti che qualcuno in questa squadra sia in prima linea quando hai un ragazzo del genere nella posizione di coordinatore difensivo? ” Mitchell ha detto nel suo programma radiofonico 106.7 The Fan Mercoledì.

“Jack Del Rio è un uomo ignorante e ignorante”, ha scritto su Twitter Doug Baldwin, un ex destinatario a Seattle. “E questo è amorevole e rispettoso per quanto posso descriverlo.”

Del Rio ha detto che non era preoccupato che i suoi tweet potessero offendere i giocatori – in parte perché non pensa che “la razza abbia nulla a che fare” con la ribellione – o che il suo utilizzo di Twitter potrebbe influenzare la squadra.

READ  I Chicago Bears rilasciano il quarterback Nick Foles dopo due stagioni

“Qualsiasi cosa dico o scrivo, mi sentirò a mio agio nel dirlo o scriverlo di fronte a tutti coloro con cui lavoro, giocatori e allenatori”, ha detto Del Rio. “Mi esprimo come americano. Abbiamo questa capacità. Amo questo Paese, credo in quello in cui credo e ho detto quello che voglio dire. Ogni tanto ci sono persone che ne sono offese .”

Rivera ha rifiutato di discutere i tweet di Del Rio con i giornalisti mercoledì e non ha detto se li avesse discussi con il suo coordinatore difensivo. Rivera si è detto “non necessariamente” preoccupato che i commenti di Del Rio avrebbero influenzato lo spogliatoio, che è prevalentemente nero e ha molti giocatori che hanno sostenuto le proteste di Floyd con parole e post sui social media due anni fa. Se diventa un problema, ha detto Rivera, se ne occuperà lui.

“Come posso affrontarlo, non lo condividerò con voi ragazzi perché sarà una questione privata”, ha aggiunto.

Del Rio ha detto che se qualcuno dei suoi giocatori fosse stato offeso dai suoi commenti, avrebbe accolto con favore la discussione.

“Ne ho parlato con qualcuno”, ha detto. “Nessun problema. In qualsiasi momento. Ma non lo sono. [offended]. Mi sto solo esprimendo e credo che come americani abbiamo il diritto di esprimerci, soprattutto se sei rispettoso. Sono rispettoso. Ho fatto una semplice domanda. veramente. Andiamo a questo. Cos’hai chiesto? domanda semplice. Perché non guardiamo queste cose [around the 2020 protests]? “

In un’intervista con NBC Sports Washington, uno dei leader più espliciti della difesa, Jonathan Allen, ha affermato che mentre era a conoscenza dei tweet di Del Rio, non hanno acceso molte discussioni negli spogliatoi.

READ  La Colorado Avalanche vince la sua prima Stanley Cup dal 2001 dopo aver vinto Gara 6

“Alla fine della giornata, puoi avere una divergenza di opinioni e rispettarti a vicenda”, ha detto Allen. “Sento che questo è ciò che riguarda il nostro paese. Questo è ciò che abbiamo. differenza Intorno a. Quindi, voglio dire, personalmente, non mi interessa cosa pensa finché si presenta ogni giorno e lavora sodo. Questo è quello che voglio dal mio coordinatore difensivo”.

Kendall Fuller, il linebacker veterano, ha detto di non aver visto il tweet di Del Rio e, dopo averlo letto, ha detto di non avere alcuna reazione.

“Se avessi una reazione o un sentimento su qualcosa, lo esprimerei con lui”, ha detto.

Fuller ha affermato che dall’estate del 2020 i giocatori hanno avuto discussioni in corso sulla gara negli spogliatoi.

“È sicuramente qualcosa che i ragazzi hanno ancora”, ha detto Fuller. “Potrebbe non essere così esteso come quando è successo tutto. Ma è qualcosa che vedi ancora, le conversazioni che voi ragazzi avete ancora. Proprio come tutto negli spogliatoi. Adoro gli spogliatoi della NFL perché tutti sono a loro agio. ” Molto. Ci conosciamo tutti, siamo tutti a nostro agio l’uno con l’altro, tutti sono aperti all’ascolto e all’ascolto di tutti”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply