Jonah Hill non promuoverà film a causa di attacchi di ansia e salute mentale

Giona Hill Ha emesso una lettera aperta in cui dichiarava che non avrebbe promosso i propri film nel prossimo futuro per continuare a lavorare sulla sua salute mentale. I prossimi progetti di Hill includono un nuovo documentario da lui diretto, intitolato “SpotzE la commedia Netflixvoi gente, che Hill ha scritto insieme al regista Kenya Paris. Hill recita nel film Netflix al fianco di Eddie Murphy, Julia Louis-Dreyfus, Molly Gordon, Mike Epps, Nia Long e David Duchovny.

“Attraverso questo viaggio alla scoperta di me stesso nel cinema, mi sono reso conto di aver passato quasi 20 anni a soffrire di attacchi di ansia, che sono stati esacerbati dalle apparizioni sui media e dagli eventi pubblici”, ha scritto Hill del debutto del documentario “Sputz “. ai prossimi festival cinematografici autunnali. Il film presenta Hill e il suo terapeuta che discutono francamente dei suoi problemi di salute mentale.

“Non mi vedrai promuovere questo film, o nessuno dei miei film in uscita, mentre faccio questo importante passo per proteggermi”, ha continuato Hill. “Se mi ammalassi andando là fuori e promuovendolo, non sarei onesto con me stesso o con il film”.

Hill ha aggiunto: “Di solito ricorro a lettere o frasi come questa, ma capisco di essere uno dei pochi privilegiati che possono permettersi una vacanza. Non perderò il lavoro mentre lavoro con la mia ansia. Con questa lettera e con Stutz , spero di rendere naturale per le persone parlare e agire in modo costruttivo.” su queste cose. In modo che possano fare passi per sentirsi meglio e in modo che le persone nelle loro vite comprendano i loro problemi più chiaramente”.

READ  Secondo quanto riferito, Whoopi Goldberg ed Elisabeth Hasselbeck non si sono parlate dopo l'estesa discussione sull'aborto

Hill è stato in gran parte fuori dai riflettori nel 2022. Il suo ultimo film, Don’t Look Up su Netflix, Don’t Look At Me di Adam McKay, è uscito nei cinema e su Netflix lo scorso dicembre. Hill ha diretto il secondo episodio del dramma della HBO “Time to Win: The Rise of the Lakers”.

Leggi sotto per la lettera aperta completa di Jonah Hill, che è stata pubblicata per la prima volta da Deadline.

Ho finito di dirigere il mio secondo film, un documentario su me stesso e il mio terapeuta che esplora la salute mentale in generale chiamato “Stutz”. L’intero scopo della realizzazione di questo film è fornire la terapia e gli strumenti che hai appreso durante la terapia a un vasto pubblico per uso privato attraverso un film divertente.

Attraverso questo viaggio alla scoperta di me stesso all’interno del film, sono arrivato a capire che ho passato quasi 20 anni soffrendo di attacchi di ansia, esacerbati dalle apparizioni sui media e dagli eventi pubblici.

Sono così grato che il film sarà presentato in anteprima mondiale in un prestigioso festival cinematografico questo autunno e non vedo l’ora di condividerlo con il pubblico di tutto il mondo nella speranza che aiuti coloro che stanno lottando. Tuttavia, non mi vedrai promuovere questo film, o nessuno dei miei film in uscita, mentre faccio questo importante passo per proteggermi. Se mi fossi ammalato andando là fuori e promuovendolo, non sarei onesto con me stesso o con il film.

Di solito mi lamento di lettere o frasi come questa, ma capisco che appartengo alla categoria dei diseredati che possono permettersi una vacanza. Non perderò il lavoro mentre lavoro sulla mia ansia. Con questo messaggio e con Stutz, spero di rendere naturale per le persone parlare e agire su queste cose. Così possono prendere provvedimenti per sentirsi meglio e in modo che le persone nelle loro vite comprendano i loro problemi più chiaramente.

Spero che il lavoro parli da sé e sono grato ai miei collaboratori, partner commerciali ea tutti coloro che leggono questo articolo per la comprensione e il supporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply