La Corea del Nord chiude il capitale a causa di “malattie respiratorie”

SEOUL, 25 gennaio (Reuters) – Le autorità hanno ordinato un blocco di cinque giorni nella capitale nordcoreana Pyongyang a causa dell’aumento dei casi di una malattia respiratoria non specificata, hanno detto mercoledì l’ambasciata russa e NK News con sede a Seoul, citando un annuncio del governo.

Una dichiarazione condivisa dall’ambasciata sulla sua pagina Facebook afferma che “è stato stabilito un periodo speciale anti-epidemia” e ha invitato i rappresentanti stranieri a mantenere il personale all’interno. L’ordine ha anche affermato che le persone dovrebbero misurare la temperatura quattro volte al giorno e riferire i risultati all’ospedale per telefono.

L’avviso non faceva menzione di COVID-19, sebbene citasse “malattie invernali ricorrenti come influenza e altre malattie respiratorie”.

I blocchi sono stati segnalati per la prima volta da NK News della Corea del Sud, che monitora la segreta Corea del Nord.

Martedì, i residenti di Pyongyang stavano accumulando scorte in previsione di misure più severe, afferma il sito web. Non è chiaro se altre parti del Paese abbiano imposto nuovi lockdown.

La Corea del Nord ha riconosciuto il suo primo focolaio di COVID-19 lo scorso anno, ma ha dichiarato la vittoria sul virus entro agosto.

Non conferma quante persone hanno contratto il Covid perché non ci sono mezzi per condurre test diffusi.

Invece Pyongyang ha registrato un bilancio giornaliero di casi di influenza che è salito a 4,77 milioni su una popolazione di circa 25 milioni. Ma nessun caso del genere è stato segnalato dal 29 luglio.

I media statali hanno continuato a riferire sulle misure antipandemia per combattere le malattie respiratorie, inclusa l’influenza, ma non hanno ancora riferito sull’ordine di blocco.

READ  Felicity Ace: nave da carico di lusso in fiamme nel mezzo dell'Oceano Atlantico

Martedì, l’agenzia di stampa statale KCNA ha affermato che la città di Kaesong, vicino al confine con la Corea del Sud, ha intensificato le campagne di pubbliche relazioni, affermando che “tutti i lavoratori osservano volontariamente le norme antiepidemiche nel loro lavoro e nella loro vita”.

Rapporto di Josh Smith; Montaggio di Raju Gopalakrishnan

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply