“La gara era giusta”, dice Verstappen dopo aver affrontato Sainz offeso per estendere il vantaggio a Montreal

Max Verstappen ha esteso il vantaggio dei suoi piloti a 46 punti dopo il Gran Premio del Canada. Ma è stato costretto a lavorare sodo per questo dal suo ex compagno di squadra della Toro Rosso Carlos Sainz, Verstappen che ora si sta godendo una “gara vera” con la Ferrari.

Verstappen stava cercando un pomeriggio relativamente senza stress a Montreal, guidando comodamente da Sainz nelle prime fasi, essendo arrivato primo sabato.

Ma dopo che Verstappen è caduto dietro lo spagnolo dopo essersi fermato di nuovo, Poi Yuki Tsunoda si è schiantato Alla curva 2 ostacoli, la safety car consente a Sainz di rientrare ai box e avvicinarsi alle spalle di Verstappen: la coppia ha quindi regalato ai fan una brillante battaglia di 16 giri fino alla bandiera a scacchi mentre la gara con bandiera verde riprende, con Verstappen che ha vinto solo 0,993 secondi .

LEGGI DI PIÙ: Verstappen è sopravvissuto in ritardo alla Safety Car per battere Sainz con la vittoria del GP del Canada

“E’ stata una gara difficile”, ha detto Verstappen. “Mi aspettavo più velocità, ma sembra che ci manchi un po’ rispetto a Carlos… È stato un po’ più difficile di quanto mi aspettassi.

“Abbiamo impostato la nostra strategia e penso che abbia funzionato per noi, ed è stata la cosa giusta da fare. In quella seconda sosta, ovviamente avevo gomme nuove e mi stavo avvicinando a Carlos, ma non ero sicuro di stava per colmare completamente quel divario fino alla fine della gara. .

“Ma poi è uscita la safety car e non ne ero molto contento, perché poi ovviamente sapevo che aveva gomme nuove dietro di me, e già penso che la velocità sia un po’ più veloce rispetto a me… Ma le ultime 15 , 16 giri, stavamo spingendo tutto al limite, e sapevo che ovviamente non potevo sbagliare. Ma è stata una bella gara. È sempre divertente poter spingere davvero una macchina di Formula 1 invece di risparmiare solo le gomme .”

READ  Lewis Hamilton chiede il cambiamento in Formula 1 dopo che Nelson Piquet ha usato insulti razzisti

Verstappen respinge il suo ex compagno di squadra

Alla domanda sulla chiave per tenere Sainz nei guai, Verstappen ha risposto: “Beh, ovviamente dovevi sempre assicurarti che nei punti in cui si trovava il DRS, avevi una buona uscita di curva prima. Ma si trattava solo di spingere al limite , senza sbagliare In generale, perché sapevo anche nel settore 1, se avessi commesso un piccolo errore Carlos avrebbe guadagnato un decimo di me, e questo probabilmente mi sarebbe bastato per essere più vicino prima nel DRS e poi nel secondo.

Driver del giorno: il grande motore di recupero di Leclerc ottiene il tuo voto

“La gara è stata corretta, la spinta adeguata. Ho avuto momenti in cui ho esagerato un po’, poi mi sono guardato allo specchio e ho visto Carlos avere la stessa quantità di momenti! Quindi era davvero nervoso ma bello da vedere”.

Con la funzione di Verstappen Disposizione dei conducenti Ora è vicino a due vittorie in gara sul compagno di squadra Sergio Perez, che dopo non è riuscito a finire la gara a Montreal Problema tecnico all’8° giro L’olandese può essere perdonato per aver creduto che il titolo 2022 fosse già in arrivo.

Gran Premio del Canada 2022: Verstappen batte Sainz e vince a Montreal

Ma il pilota della Red Bull ha rifiutato di seguire quella linea di ragionamento, nonostante abbia vinto cinque delle ultime sei gare.

“C’è ancora molta strada da fare [to go]Said Verstappen, il cui team Red Bull ha vinto anche le ultime sei gare, un’impresa che hanno ottenuto solo una volta prima. “Ovviamente so che il divario è grande, ma so anche che può girare molto velocemente. Voglio dire, in gara tre ero 46 dietro quindi dobbiamo solo stare calmi, dobbiamo concentrarci e dobbiamo migliorare perché oggi eravamo non è il più veloce

IN EVIDENZA: guarda l’azione di un’emozionante gara a Montreal, mentre Verstappen si scontra con Sainz per rivendicare la vittoria

“Oscilla un po’”, ha aggiunto. “Lo scorso fine settimana [in Baku] In gara sembrava buono, ora non andava bene, ma siamo comunque riusciti a vincere e penso che sia anche qualità, dobbiamo solo lavorare insieme a tutta la squadra e cercare di trovare qualche miglioramento in un cammello”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply