La NASA nega il rapporto sulla perdita di carburante di SpaceX Crew Dragon, rivela un difetto non correlato nello scudo termico

In una risposta parziale a un rapporto che rivendicava la prova di diverse anomalie significative durante un recente lancio speciale di astronauti che potrebbero influenzare l’equipaggio dell’astronauta della NASA lanciato il mese scorso, l’agenzia spaziale ha rilasciato una dichiarazione in cui negava le affermazioni. Tuttavia, la stessa affermazione ha rivelato contemporaneamente che SpaceX ha recentemente scoperto un problema diverso con un componente diverso della navicella spaziale Crew Dragon durante i test a terra.

Il 23 maggio esplorazione dello spazio Un rapporto ha pubblicato affermando che la navicella spaziale SpaceX Crew Dragon ha avuto gravi problemi durante l’Axiom-1, il primo lancio di astronauti completamente privato dell’azienda verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Secondo le informazioni di provenienza e un possibile promemoria interno di SpaceX, parte del carburante tossico del Drago è fuoriuscito durante il volo di 17 giorni, danneggiando o indebolendo parti del suo scudo termico e “[caused] Usura pericolosamente eccessiva all’ingresso”. formalmente, il che significava anche che nessuno dei due negava le accuse.

Il giorno dopo, la NASA ha presentato una dichiarazione ufficiale a Space Explorer negando esplicitamente che ci fossero state perdite di carburante, contaminazione dello scudo termico o eccessiva corrosione dello scudo termico su uno qualsiasi dei “recenti ritorni dell’equipaggio Dragon”.

La NASA ha anche respinto le preoccupazioni sul riutilizzo dello scudo termico Cargo Dragon 2 lanciato in precedenza struttura su Crew-4, che è stato lanciato solo due giorni dopo il recupero di Axiom-1 e dovrebbe trascorrere altri quattro o cinque mesi in orbita. Ha anche menzionato il riutilizzo dell’armatura del drago del calore piastrelle – Strutture che subiscono la maggior parte del riscaldamento all’ingresso e sono immerse in acqua salata dopo ogni missione – molto limitate e provate solo occasionalmente spedizione Missioni del drago.

Allo stesso tempo, la NASA ha rivelato che “la nuova struttura composita per lo scudo termico di volo sull’equipaggio-5 non ha superato il test di accettazione” presso lo stabilimento SpaceX di Hawthorne, in California. Il fallimento del test non correlato è stato attribuito a un difetto di fabbricazione e la NASA non ha tradito alcun segno di seria preoccupazione nella sua dichiarazione, suggerendo che il problema potrebbe essere meno grave di quanto sembri. In risposta, la NASA afferma che SpaceX utilizzerà semplicemente un’architettura del veicolo diversa per lo scudo termico Crew-5, il cui lancio è previsto entro e non oltre (NET) a settembre 2022.

I dati relativi al recente rientro dell’equipaggio Dragon erano normali: il sistema è stato implementato come progettato senza conflitti. Non ci sono state perdite eccessive di ghoul durante il ritorno della missione Dragon con equipaggio né contaminazione dello scudo termico che ha causato un’usura eccessiva. SpaceX e la NASA eseguono una revisione tecnica completa del sistema di protezione termica dello scudo termico dopo ogni ritorno, anche prima del lancio della missione Crew-4 attualmente sulla Stazione Spaziale Internazionale. La struttura composita termo-scudo (la struttura sotto le tegole) è stata ricollocata secondo i normali processi di progettazione e ristrutturazione. Il sistema di protezione termica sullo scudo termico principale dell’Equipaggio-4 era nuovo, come nel caso di tutte le missioni di volo spaziale umano. SpaceX ha appena dimostrato il riutilizzo delle piastrelle PICA (Phenolic Carbon Absorbed Ablator), un materiale leggero progettato per resistere alle alte temperature, come parte di uno scudo termico sui voli cargo.

La NASA e SpaceX stanno attualmente lavorando per determinare le allocazioni hardware per la prossima missione SpaceX Crew-5 dell’agenzia, incluso lo scudo di Heat Dragon. SpaceX ha un rigoroso processo di test per mettere alla prova ogni componente e sistema per garantire sicurezza e affidabilità. All’inizio di maggio, il nuovo scudo termico dello scafo composito per l’aviazione sull’Equipaggio-5 non ha superato il test di accettazione. Il tester ha fatto il suo lavoro e ha riscontrato un difetto di fabbricazione. La NASA e SpaceX utilizzeranno un altro scudo termico per il volo, che sarà sottoposto agli stessi rigorosi test prima del volo.

La sicurezza dell’equipaggio rimane una priorità assoluta sia per la NASA che per SpaceX e continuiamo a puntare a settembre 2022 per il lancio di Crew-5.

NASA – 24 maggio 2022

Ancora qualche anomalia. Mentre la confutazione esplicita della NASA dovrebbe essere considerata l’ultima parola sulla questione, è ancora molto insolito che la NASA e SpaceX respingano o non siano in grado di negare rapidamente e pubblicamente le affermazioni entro poche ore dalla richiesta. Questo potrebbe essere semplicemente il risultato di una scarsa comunicazione interna ed esterna per la NASA e SpaceX o l’amore di entrambe le parti per nascondere le informazioni ai contribuenti sui sistemi e le tecnologie per cui i contribuenti stessi hanno pagato.

Axiom-1 è stato recuperato senza rilascio (segnalato) il 25 aprile. (Assioma Spazio)
Meno di due settimane dopo, dopo che l’astronauta Crew-4 della SpaceX della NASA è diventato verde due giorni dopo il recupero dell’Axiom-1, la NASA ha consentito a SpaceX di riportare sulla Terra quattro astronauti della Crew 3 con un terzo equipaggio della Dragon Crew. (SpazioX)

D’altra parte, dopo il test di Crew Dragon’s Demo-2 con un’erosione dello scudo termico maggiore del previsto nel 2020, è quasi impossibile immaginare che la NASA e SpaceX avrebbero proceduto al lancio di Crew-4 due giorni dopo l’Axiom- 1 recuperato senza verifica con sicurezza Assicurarsi che l’erosione dello scudo termico rientrasse nei limiti normali. La piastrella per protezione termica in carbonio fenolico (PICA-X) di SpaceX è Si dice che sia progettato per la corrosione [PDF] Meno di un centimetro di spessore, circa 7,5 centimetri (3 pollici) di spessore dopo ogni rientro. Musk è andato anche oltre, affermando nel 2012 che “[PICA-X] Possono essere usati centinaia di volte per rientrare nell’orbita terrestre con solo un leggero deterioramento ogni volta. fino a molto lontano Anche una rapida ispezione post-volo della capsula Dragon dell’Axiom-1 sarebbe difficile non notare ciò che Space Explorer ha descritto come “erosione pericolosamente eccessiva”.

In teoria, durante un recupero, il team di recupero di SpaceX avrebbe dovuto individuare immediatamente anche una minuscola perdita di propellente, poiché la prima parte del processo operativo prevede che una piccola squadra con maschere antigas e rilevatori si avvicini alla capsula galleggiante per assicurarsi che sia sicuro per gli altri avvicinarsi . La monometilidrazina liquida (MMH) e l’ossidante di tetrossido di diazoto (NTO) sono altamente tossici in piccole quantità e l’MMH è un noto cancerogeno.

Infine, la notizia relativa a potenziali perdite di carburante e prestazioni anomale dello scudo termico sembra essere stata un falso allarme, sebbene – per coincidenza o meno – un’anomalia apparentemente minore con il telaio dello scudo termico non spaziale Crew Dragon Atto Parlando all’inizio di questo mese. Nonostante questa anomalia, Crew-4 e Crew-5 stanno avanzando nominalmente e la NASA sembra soddisfatta delle prestazioni del Crew Dragon durante diversi lanci e recuperi recenti.

La NASA nega il rapporto sulla perdita di carburante di SpaceX Crew Dragon, rivela un difetto non correlato nello scudo termico






READ  Un altro insegnante! Il telescopio spaziale Webb completa il primo allineamento multistrumento

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply