La Saudi Electricity Company, Ernst & Young, è stata multata di $ 100 milioni per aver imbrogliato i revisori dei conti

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Centinaia di revisori dei conti del gigante della contabilità Ernst & Young hanno tradito i test etici che erano tenuti a sostenere per ottenere o mantenere le loro licenze professionali e la società ha nascosto le prove di cattiva condotta alle autorità federali che indagavano sulla questione, secondo la Securities and Exchange Commission.

In risposta, la Securities and Exchange Commission (SEC) ha imposto una multa di 100 milioni di dollari alla società, la più grande multa mai inflitta a una società di revisione, ha annunciato martedì l’agenzia.

“Questa azione include una violazione della fiducia da parte di guardiani incaricati di controllare diverse società pubbliche nel nostro paese”, ha affermato in una nota Gurbert Grewal, direttore delle forze dell’ordine presso la Securities and Exchange Commission. “È semplicemente vergognoso che i professionisti responsabili dell’individuazione delle frodi da parte dei clienti imbroglino i test etici su tutto”.

In una dichiarazione, Ernst & Young ha ammesso le accuse della SEC e ha affermato che stava rispettando la sanzione dell’agenzia.

“In passato, abbiamo adottato misure per rafforzare la nostra cultura di conformità, etica e integrità”, ha affermato Susan Bohia, portavoce dell’azienda in una e-mail. “Continueremo a intraprendere un’azione ampia, inclusi provvedimenti disciplinari, formazione, monitoraggio e comunicazioni che aumenteranno il nostro impegno in futuro”.

L’agenzia ha rilevato che nel 2017 49 professionisti Ernst & Young hanno partecipato o ricevuto risposte ai test etici che devono superare per ottenere l’abilitazione alla professione di revisore dei conti. La SEC ha affermato che centinaia di altri sono stati ingannati sui corsi che dovevano seguire per mantenere la loro posizione con i consigli di sorveglianza del governo, mentre altri che non hanno partecipato essi stessi hanno contribuito a facilitare il comportamento.

READ  Tesla responsabile nei confronti dell'ex lavoratore di colore che sostiene pregiudizi, ma il risarcimento va ridotto: giudice

Secondo la Securities and Exchange Commission, i leader della società hanno quindi coperto l’attività, omettendo di riferire alla Securities and Exchange Commission dopo che l’agenzia ha chiesto a Ernst & Young i reclami ricevuti e la società ha avviato un’indagine interna che ha confermato la cattiva condotta . Un funzionario della Securities and Exchange Commission ha detto ai giornalisti che la multa da record – il doppio dei $ 50 milioni che la rivale KPMG ha pagato all’agenzia nel 2019 per lo scandalo della frode – riflette in parte la gravità della decisione della società di non collaborare con l’indagine.

Grewal, nella sua dichiarazione, ha affermato che “è anche scioccante che EY abbia ostacolato la nostra indagine su questa cattiva condotta. Questa azione dovrebbe servire come un chiaro messaggio che la Securities and Exchange Commission (SEC) non tollererà i fallimenti di integrità da parte di revisori indipendenti che scegliere in modo sbagliato.” Il più facile a destra è il più difficile.”

Oltre alla multa, la SEC costringe Ernst & Young ad assumere consulenti indipendenti, uno per rivedere le politiche etiche e di integrità dell’azienda e l’altro per indagare sulla sua mancata divulgazione dei risultati.

Questa non è la prima volta che i revisori dei conti di Ernst & Young vengono sorpresi a barare. La Securities and Exchange Commission ha affermato che dal 2012 al 2015 un’indagine aziendale interna ha rilevato che più di 200 dipendenti dell’azienda avevano sfruttato un difetto software nella piattaforma di test dell’azienda per imbrogliare gli esami.

A quel tempo, l’azienda ha intrapreso un’azione disciplinare contro questi dipendenti e ha messo in guardia i suoi dipendenti dal prendere tali scorciatoie. “La nostra risposta a questo comportamento inaccettabile del passato è stata completa, ampia ed efficace”, ha affermato Bouhiya.

READ  "Le aspettative di inflazione non valgono la carta su cui sono scritte": si tratta della reazione della Bank of Canada all'inflazione, ma è la stessa negli Stati Uniti e ovunque

Ha affermato che i nuovi requisiti della SEC per l’azienda “rafforzeranno i passi che abbiamo già intrapreso negli anni da quando si sono verificate queste situazioni”.

Ernst & Young è la terza società di contabilità più grande del mondo e ha registrato un fatturato globale di 40 miliardi di dollari nell’ultimo anno fiscale, terminato a giugno 2021.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply