La straordinaria immagine del telescopio James Webb della NASA rivela gli anelli minuti di Nettuno

Quando immaginiamo un mondo abbracciato da aure cosmiche, di solito immaginiamo Saturno. Si potrebbe anche sostenere che Saturno abbia costruito la sua intera personalità su quegli anelli abbaglianti – e giustamente. È solido. Visibile. Anche lussuoso.

Ma se non lo sapevi già, sono onorato di dirti che anche Nettuno ha gli anelli.

È molto più morbido e quindi difficile da vedere senza telescopi ultra potenti. In effetti, il pianeta stesso si trova 30 volte più lontano dal Sole rispetto alla Terra e gli astronomi standard sembrano non essere altro che un punto debole di luce.

Anche se non possiamo ammirare i fragili collari di Nettuno da qui, gli scienziati hanno dato un’occhiata affascinante a loro che circondano il regno azzurro nel 1989 grazie alla sonda da viaggio Voyager della NASA – e mercoledì, l’altrettanto straordinario James Webb Space Telescope dell’agenzia ci ha regalato il suo secondo tondo. .

“Sono passati tre decenni dall’ultima volta che abbiamo visto questi anelli deboli e polverosi, e questa è la prima volta che li vediamo a infrarossi”, ha detto Heidi Hamill, esperta del sistema Nettuno e scienziata interdisciplinare presso JWST. Egli ha detto nella situazione attuale. “La qualità dell’immagine molto stabile e precisa del Web consente di rilevare questi anelli molto deboli vicino a Nettuno”.

E come se non bastasse, questa nuova immagine mostra Nettuno, sicuro di emettere un tenue bagliore lavanda sotto l’obiettivo del vicino infrarosso del JWST, su uno sfondo di galassie magistralmente catturate dallo stesso pezzo di La prossima generazione di tecnologia spaziale. È una prova inequivocabile che JWST è troppo sensibile per catturare ciò che potremmo considerare “spazio vuoto”. Questa macchina è abbastanza forte Apri accidentalmente uno scrigno del tesoro Ogni volta che fissa il vuoto.

READ  La NASA fa marcia indietro con il suo enorme razzo dopo aver fallito nel completare il test del conto alla rovescia

Senza ulteriori indugi, Nettuno:

Verso il centro, un po' a sud-ovest, c'è un cerchio luminoso raffigurante Nettuno.  Sono stati visti anche deboli anelli luminosi che circondano il globo.  A nord-ovest di questo globo c'è un luminoso pezzo di terra bluastra a sei punte che rappresenta una delle lune di Nettuno.  Tonnellate di puntini e vortici sullo sfondo, contro l'oscura distesa dello spazio, indicano le galassie in tutto l'universo.

In questa immagine della webcam nel vicino infrarosso (NIRCam), un piccolo gruppo di centinaia di galassie di fondo, di dimensioni e forma variabili, sono visibili accanto al sistema di Nettuno. È stato ufficialmente rilevato il 12 luglio 2022.

ESA

Di tutte le foto scattate da JWST finora, questa è la mia preferita.

La sua profondità di campo mi dà farfalle esistenziali perché è inquietante vedere un pianeta pieno, compresi gli anelli, che galleggia di fronte a galassie ingannevolmente piccole che, in effetti, si estendono per centinaia di migliaia di anni luce. Queste galassie si trovano a grandi distanze dal vicinato cosmico del nostro sistema solare (la casa di Nettuno), eppure portano il Di più biologia cosmica.

L'immagine sgranata in bianco e nero mostra i deboli anelli di Nettuno.

Per fare un confronto, questo è ciò che la Voyager ha raccolto dagli anelli di Nettuno nel 1989.

NASA, Jet Propulsion Laboratory

Lente JWST che si infrange su Nettuno

La brillante lucentezza che vediamo nell’immagine JWST di Nettuno è presente solo perché è stata filtrata dalle forze infrarosse del telescopio. Stiamo esaminando l’immagine delle lunghezze d’onda infrarosse invisibili emesse dal mondo gassoso.

Non guardiamo al tipo di lunghezze d’onda visibili a cui siamo abituati, quelle che ci mostrano il colore, come ad esempio il telescopio spaziale Hubble. Il colore di Nettuno si distingue ancora per il suo colore blu derivante da elementi del pianeta, come il metano, ma JWST non può mostrarcelo. Questo non è ciò per cui è stato progettato.

hubblestorm-png

Il telescopio spaziale Hubble mostra Nettuno nella sua gloria blu mentre segue due oscure tempeste sul pianeta. Il più grande è verso il centro della parte superiore e il più piccolo è a destra.

NASA, ESA, STScI, MH Wong (Università della California, Berkeley), LA Sromovsky, PM Fry (Università del Wisconsin-Madison)

“In effetti, il metano viene assorbito così fortemente che il pianeta è completamente buio alle lunghezze d’onda di Webb”, ESA Egli ha detto In un comunicato stampa, “Ad eccezione dei luoghi in cui le nuvole sono ad alta quota, le nuvole ghiacciate di metano appaiono come strisce luminose e punti che riflettono la luce solare prima che venga assorbita dal metano”.

Puoi anche vedere una sottile linea di luminosità che circonda l’equatore del pianeta, che secondo il team potrebbe indicare la rotazione atmosferica globale associata ai venti e alle tempeste di Nettuno. “L’atmosfera si abbassa e si riscalda all’equatore, e quindi brilla alle lunghezze d’onda dell’infrarosso più dei gas circostanti più freddi”, ha affermato la NASA.

Al Polo Nord, dice l’agenzia, c’è anche “interessante luminosità” e al Polo Sud, un’ulteriore prova di un vortice sulla superficie del globo.

Ultimo ma non meno importante, delle quattordici lune conosciute di Nettuno, JWST ne catturò sette: Galatea, Naiade, Thalassa, Despina, Proteus, Larissa e Tritone. Triton mostra il bagliore esagonale seghettato di JWST, visto nella sua strana orbita all’indietro, offrendo agli astronomi la speranza che JWST possa aiutare a decifrare la strana situazione.

Primo piano di Nettuno e Tritone super luminosi, in cui sono nominate tutte le lune.

JWST ha catturato sette lune di Nettuno.

NASA, Agenzia spaziale europea, Agenzia spaziale canadese e STScI

“L’immagine Webb dominante di Nettuno è un punto luminoso molto luminoso caratterizzato dalle caratteristiche altezze di diffrazione viste in molte delle immagini Webb”, ha affermato l’Agenzia spaziale europea. “Non è una stella, ma la luna più esotica di Nettuno, Tritone.”

Tuttavia, il contesto della foto è quello che mi emoziona davvero. Se ci allontaniamo da Tritone, dagli anelli delicatamente polverosi di Nettuno e dai misteri del vortice polare, diventa chiaro che possiamo vedere questi dettagli cosmici solo per la pura coincidenza della loro presenza in questo atomo dell’universo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply