La velocità del lavoro ha esaurito la missione speciale degli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale

Gli astronauti privati ​​che hanno trascorso due settimane sulla Stazione Spaziale Internazionale ad aprile hanno affermato di aver cercato di inserire troppo nei loro programmi mentre erano sulla stazione, causando la stanchezza di se stessi e degli astronauti professionisti lì.

In una conferenza stampa il 13 maggio, le quattro persone che hanno viaggiato alla stazione con la missione Axiom Space di Axiom Space hanno affermato che, sebbene abbiano fatto un buon viaggio verso la stazione, hanno sopravvalutato la quantità di lavoro che avrebbero potuto svolgere in seguito. Arrivo alla Stazione Spaziale Internazionale il 9 aprile Quello che inizialmente era previsto per otto giorni.

“Il nostro programma era molto rigido, soprattutto all’inizio della missione”, ha affermato Michael Lopez Allegria, l’ex astronauta della NASA e attuale dipendente Axiom che comandava l’Ax-1. “All’inizio il ritmo era frenetico”.

“Con il senno di poi, siamo stati molto aggressivi con il nostro programma, soprattutto nei primi due giorni”, ha affermato Larry Connor, uno dei tre clienti che hanno accompagnato López-Alegría sull’Ax-1. Ha fornito l’esempio di un esperimento che avrebbe dovuto richiedere due ore e mezza per essere completato sulla base dell’addestramento pre-test, ma si è concluso con cinque ore.

López-Alegría ha ringraziato i quattro astronauti della NASA e dell’ESA che erano alla stazione durante la loro visita per l’assistenza, descrivendoli come “molto disponibili, generosi, gentili, condivisi” durante il loro soggiorno. “Non posso dire abbastanza cose positive su di loro e ne avevamo davvero bisogno”.

Ciò ha avuto un impatto sul programma di lavoro degli astronauti dell’equipaggio 3. Durante la riunione del 12 maggio del Comitato consultivo per la sicurezza spaziale, Susan Helms, un’ex astronauta della NASA che fa parte del comitato, ha affermato che la visita dell’Ax-1 non ha sollevato “alcun evidenti problemi di sicurezza”, ma l’ha fatto. Già influenzato le prestazioni degli astronauti.

READ  SpaceX e Axiom lanciano astronauti privati ​​sulla stazione spaziale

“C’erano alcune dinamiche in tempo reale relative agli orari dell’equipaggio di volo con l’aggiunta di questi quattro membri del personale Axiom, che hanno i propri obiettivi di volo”, ha detto. “In sostanza, l’arrivo del personale Axiom sembra aver avuto un impatto maggiore del previsto sul carico di lavoro quotidiano dell’equipaggio professionale della ISS”.

Sebbene la missione Ax-1 consentisse alcune nuove scienze e la capacità di riportare sulla Terra alcuni carichi della NASA, “c’era anche qualche costo opportunità sotto forma di sforzo eccessivo sul carico di lavoro dei membri della ISS a bordo e dei controllori di missione”, Helms ha raccomandato che le missioni speciali dei futuri astronauti fossero eseguite in “processi naturali” che le integrerebbero completamente nelle attività complessive della ISS.

“Dobbiamo ridurre l’onere per l’equipaggio”, ha affermato Michael Suffredini, presidente e CEO di Axiom Space, in conferenza stampa, dicendo che faceva parte delle discussioni “lezioni apprese” con la NASA e SpaceX che informeranno le future missioni. stazione. “Nel tempo, ridurremo ciò che l’equipaggio deve fare”.

Un modo per ridurre questo onere è far durare più a lungo il lavoro. La missione Ax-1 ha finito per trascorrere più di 15 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale, invece degli otto originali, a causa delle condizioni meteorologiche sfavorevoli nei siti di atterraggio al largo della costa della Florida.

“È stata una benedizione avere tempi supplementari”, ha detto Lopez Allegria. “Penso che fossimo così concentrati sulla ricerca e sulla divulgazione nei primi 8 o 10 giorni in orbita che abbiamo avuto bisogno di più tempo per completare l’esperimento, ritagliandoci il tempo per guardare fuori dalla finestra, connetterci con amici e familiari, solo per goderci la sensazione. “

READ  Gli ex leader della NASA hanno elogiato la volontà di Boeing di rischiare l'equipaggio commerciale

Suffredini ha affermato che le missioni più lunghe dovrebbero rientrare in un fitto programma alla Stazione Spaziale Internazionale e affrontare questioni come gli effetti sul sistema di supporto vitale di avere 11 persone lì per un periodo così lungo. Ha notato, tuttavia, che Axiom ha pianificato missioni di 30 giorni alla stazione e vorrebbe che durassero 60 giorni.

“Questo viaggio ha avuto davvero successo”, ha detto. “Dal nostro punto di vista, saremo un po’ più efficienti, ci alleneremo in modo leggermente diverso e faremo alcune cose per aiutare a stabilire il programma”.

Ha aggiunto che la società ha venduto tre posti in missioni future dall’Ax-1, incluso Un accordo annunciato il 29 aprile con gli Emirati Arabi Uniti per il trasporto di un astronauta degli Emirati in una missione a lungo termine Utilizzando un posto fornito dalla NASA in cambio di un posto su Soyuz, Axiom aveva precedentemente acquistato da Roscosmos. Ha rifiutato di rivelare altri clienti che si erano registrati.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply