L’Accademia si scusa con Sacheen Littlefeather per l’incidente degli Academy Awards del 1973

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Era il 1973. Luogo: Gli Oscar. Marlon Brando ha appena vinto il premio come miglior attore per il ruolo di Vito Corleone ne Il padrino. Ma non è salito sul palco per accettare il premio.

Invece, una donna di 26 anni in mocassino e un vestito scamosciato dei nativi americani è salita le scale. Dopo aver sventolato la statuetta d’oro dell’Oscar, si è presentata come Sacheen Littlefeather, un Apache, e ha detto che Brando avrebbe rifiutato il premio.

“E le ragioni di ciò sono il trattamento riservato dall’industria cinematografica ai nativi americani oggi”, Ha detto con un misto di applausi e fischi da parte del pubblicoaggiungendo che l’abuso si è diffuso alla televisione, così come la tesa resa dei conti a Wounded Knee nel South Dakota.

L’attore Will Smith ha schiaffeggiato l’ancora Chris Rock alla 94a edizione degli Academy Awards il 27 marzo. La premiazione ha una storia di momenti inaspettati. (Video: Ally Karen/The Washington Post)

lei Ricorda chiaramente Vedere le bocche oscillare mentre si guarda il pubblico per lo più bianco. John Wayne ha detto in una recente intervista pubblicata su struttura. E a casa di Brando dopo la festa, Littlefeather afferma di essere stata uccisa.

Il momento ha fatto la storia. È stata la prima volta che una donna nativa americana è salita sul palco degli Oscar, secondo l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, e la sua dichiarazione a nome di Brando ha suscitato onde d’urto. Little Feather, l’aspirante attrice, ha detto di essere stata inserita nella lista nera dall’industria e molestata.

Ora, l’Accademia si scusa pubblicamente con Littlefeather. A giugno le ha mandato a Dichiarazione di riconciliazione.

“L’abuso a cui sono stato sottoposto da questa affermazione era ingiustificato e ingiustificato. Il carico emotivo che hai subito e il costo della tua carriera nel nostro settore non possono essere compensati”, si legge nella lettera del 18 giugno, firmata dall’allora presidente dell’Accademia David Rubin. “Per troppo tempo, il coraggio che hai mostrato non è stato riconosciuto. Per questo, porgiamo le nostre più profonde scuse e la nostra sincera ammirazione”.

READ  Bruce Springsteen ed E Street annunciano il loro tour 2023

La dichiarazione sarà letta il 17 settembre durante il “Programma di conversazione, meditazione, guarigione e celebrazione” con Littlefeather, annunciato dall’accademia a nuova versione di lunedi.

In un’intervista a Il giornalista di HollywoodLittlefeather ha detto di essere rimasta scioccata dalle scuse.

“Non avrei mai pensato che sarei vissuta abbastanza per vedere il giorno in cui l’avrei ascoltata e sperimentata”, ha detto. “Quando salivo sul podio nel 1973, ero lì da solo”.

Le scuse arrivano quando l’Academy ha adottato misure per essere più inclusiva dei gruppi tradizionalmente sottorappresentati nell’industria cinematografica. nel 2020 Sono stati introdotti standard per la diversità e l’inclusione I film devono incontrarsi per qualificarsi per una nomination al miglior film, a seguito delle critiche secondo cui gli Oscar sono stati dominati da attori e registi bianchi.

Nonostante gli sforzi, Hollywood lotta ancora per rappresentare le donne e le minoranze etniche. Stereotipi nel film insistere – attenersi alla sua opinioneGli attori bianchi sono ancora criticati Interpretano membri di gruppi etnici che sono sottorappresentate sullo schermo. Mentre le persone di colore vengono sempre più incluse negli attori cinematografici, alcuni gruppi, inclusi asiatici, latini e nativi americani, rimangono sottorappresentati, secondo il 2022. “Rapporto sulla diversità di Hollywood” UCLA.

Come James Franco nei panni di Castro mette in evidenza l’esclusione dei latinoamericani a Hollywood

Nella sua intervista ad A.Frame, una pubblicazione online dell’Academy, Littlefeather ha spiegato che il suo momento dell’Oscar del 1973 è arrivato dopo che è diventata amica di Brando, che ha detto di aver incontrato tramite il suo vicino, il regista Francis Ford Coppola. Poco prima della cerimonia di marzo, Brando le ha chiesto di rappresentarlo e di leggere una lettera di 739 parole se avesse vinto. E si ricordò che le aveva espressamente ordinato di non toccare la statuetta.

READ  Sì, sì, annuncia i primi spettacoli americani in tre anni

Little Feather ha ricordato di aver partecipato alla festa presso la Dorothy Chandler Suite a Los Angeles pochi minuti prima che la categoria Miglior attore fosse lanciata. Ha detto che era lì come attrice di Brando. Le è stato permesso di entrare, ma il produttore dello spettacolo ha detto che non poteva leggere la lettera. Little Feather ricorda di aver minacciato di arrestarla se avesse parlato per più di un minuto.

Quindi, dopo che Littlefeather si è seduto ad aspettare un’interruzione pubblicitaria, è stata annunciata la lezione. “Certo, il mio cuore batteva forte. Poi ha chiamato il suo nome”, ha ricordato Little Feather. “Così, ho fatto un respiro profondo e ho fatto una preghiera”.

Si è presentata e ha spiegato perché era lì. Ha detto che avrebbe fatto una breve dichiarazione al posto del discorso di Brando e ha iniziato a parlare degli abusi dei nativi americani a Hollywood. Si fermò mentre la folla applaudiva e fischiava, e poi continuò, notando il continuo confronto tra attivisti nativi americani e agenti federali in ginocchio infortunato.

“È stato divertente perché alcune persone mi hanno dato un tomahawk”, ricorda Littlefeather. “Pensavo, questo è molto razzista. Davvero molto razzista”.

Sono uscito dal palco e li ho ignorati.

All’indomani della festa, ha detto di essere stata bandita dai talk show anche quando “la gente parlava di me”.

“Non potevo e non potevo parlare per me stessa”, ha detto. “Era come se fossi in silenzio.”

In un giorno di intervista “Lo spettacolo di Dick Cavett” Diversi mesi dopo, Brando ha detto di essere imbarazzato dal modo in cui Littlefeather era stata trattata. “Dovrebbero almeno avere la cortesia di ascoltarlo”, ha detto.

READ  Ridima Kapoor Sahni condivide la fan art Rishi Kapoor nella foto del matrimonio di Alia Ranbir

Ma ha detto che non si è pentito della sua decisione di mandarla lì, aggiungendo che lo stereotipo delle minoranze etniche è ancora un problema a Hollywood. (Lo stesso Brando ha ottenuto una nomination all’Oscar per aver interpretato un rivoluzionario messicano nel western del 1952 “Viva Zapata!” Nonostante non avesse origini messicane o latine.)

Littlefeather ha anche capito che era un passo importante da compiere.

“Tutto quello che chiedevamo, e io gli chiedevo, era: ‘Lavoriamo. Cerchiamo di essere noi stessi. Interpretiamo noi stessi nei film. Facciamo parte del vostro settore, nella produzione, nella regia e nella scrittura. Non scriverci le nostre storie . Scriviamo la nostra. Noi. “Questo è tutto ciò che stavo dicendo.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply