L’allenatore di football dell’Oklahoma State Mike Gundy si chiede perché i texani abbiano lasciato che l’Oklahoma State tenesse i loro 12 grandi incontri d’affari

L’allenatore di football dell’Oklahoma State Mike Gundy ha dato un consiglio – “scherzando” – al nuovo commissario dei Big 12 Brett Yurmark mercoledì: non lasciare che i Texas Longhorns e l’Oklahoma Sooners continuino a partecipare alle riunioni d’affari della lega.

Gundy, che è stato allenatore dell’Oklahoma State dal 2005, si è detto sorpreso dal fatto che i Longhorns e Sooners – che si uniranno alla SEC il 1 luglio 2025, se non prima – stiano ancora partecipando ai Big 12 meeting.

“È interessante”, ha detto Gundy ai giornalisti poco dopo le sue osservazioni sul palco dei Big 12 Media Days. “Andiamo alle riunioni della conferenza, e lì ci sono OU e Texas. Sono ancora nella conferenza. Ma penso che quando se ne vanno, graffiano cose che potrebbero aiutarli quando sono nella SEC. Quindi è una situazione insolita, e penso che ci sia un lato commerciale che la gente dice al giorno d’oggi, “È quello che è”. Che 10 anni fa, probabilmente non li avrebbero nemmeno lasciati alle riunioni.

“Il nuovo commissario, voglio dire, francamente, se fossi in lui, non inviterei OU e Texas a nessuna riunione”.

Gundy ha detto di essere entusiasta del background di Yormark, definendolo “perfetto per com’è il football universitario oggi”. Ha anche confrontato la situazione che Yormark eredita con il Texas e l’Oklahoma con il modo in cui operano le aziende quando qualcuno parte per un concorrente.

“Sto scherzando,” disse Gundy. “Ma voglio dire, se sono in una riunione d’affari strategica e se si tratta di due compagnie di telefonia cellulare, non voglio qualcuno della mia azienda nella mia azienda”.

READ  Gaviria attacca in 's**t bike' dopo la mancata corsa del Giro d'Italia

Gundy ha detto nelle sue osservazioni di apertura che non sembra esserci uno scenario in cui l’Oklahoma State e l’Oklahoma continuano la loro serie di gare consecutive di Bedlam nel calcio dopo che i Sooners sono usciti dalla convention.

“Mancano un anno o due al futuro di Bedlam”, ha detto Gundy. “Voglio dire, questo è il futuro di Bedlam, basato sulla decisione di qualcun altro”.

In seguito ha detto ai giornalisti che la continuazione della serie non è logisticamente possibile con le due scuole in conferenze diverse.

“Non è davvero possibile”, ha detto Gundy. “Abbiamo fissato una data fino al ’32? Parliamo di convincere gli allenatori a giocare un’altra partita, che potrebbe essere come giocare un’altra partita di conference. C’è molto da fare. Penso che la maggior parte dei fan piacerebbe farlo. Non credo può succedere, secondo me”.

Gundy ha suscitato risate quando ha paragonato il riallineamento della conferenza alla canzone del 1970 dei Carpenters “We Have Only Begun”, dicendo di aver pensato alla riorganizzazione quando ha ascoltato di recente la canzone.

Gundy ha detto che non sapeva se il Texas o l’Oklahoma sarebbero rimasti nella convenzione fino alla scadenza dei loro premi per i diritti nel 2025, ma gli andava bene un’uscita anticipata se volevano pagare i Big 12.

“Se se ne vanno presto e si liberano di $ 80 milioni a modo nostro, penso che sarebbe fantastico”, ha detto Gundy.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply