Le azioni cadono per iniziare l’intensa settimana di guadagni, dati sull’inflazione

Lunedì le azioni statunitensi hanno esteso la loro discesa Wall Street si avvia alla stagione degli utili del terzo trimestre e allegato a un volume di dichiarazioni di inflazione.

Il composito Nasdaq ad alto contenuto tecnologico (^IXIC) è sceso dell’1,2%, il più basso in due anni, poiché l’amministrazione Biden ha stabilito nuove restrizioni all’accesso della Cina alla tecnologia statunitense. Chip ha mandato in rialzo le scorte E pesare sul più ampio settore tecnologico. S&P 500 (^ GSPCè sceso dello 0,9% e il Dow Jones Industrial Average (^ DJI) ridotto di 150 punti o 0,5%.

I ribassi si sono estesi nel pomeriggio mentre gli investitori hanno valutato i commenti di JP Morgan (JPM) rileva il CEO Jamie Dimon È probabile che l’economia statunitense entri in una recessione Tra sei e nove mesi. Dimon ha detto alla CNBC in una conferenza a Londra che l’inflazione, la guerra della Russia in Ucraina e l’impatto degli aumenti dei tassi della Federal Reserve creano una combinazione “molto grave” che potrebbe comportare una recessione economica e che l’Europa è già in recessione. .

Le azioni tecnologiche hanno subito il peso maggiore delle vendite di lunedì a causa del calo delle azioni di chip. Le misure imposte dagli Stati Uniti per bloccare l’accesso della Cina ai semiconduttori mirano a minare i progressi tecnologici e militari del Paese, ma rappresentano un ulteriore colpo per un settore già alle prese con ricavi deboli a causa del calo della domanda di computer, smartphone e altri dispositivi elettronici. Azioni dei principali produttori di chip, tra cui Nvidia (NVDA) e AMD (AMD) sono diminuite rispettivamente del 4% e del 2% circa.

Indice di volatilità CBOE (^VIX), che misura le aspettative a breve termine della volatilità del mercato, è aumentata di oltre 33 livelli. E i rendimenti del Tesoro hanno esteso i loro recenti guadagni. Il petrolio si è ritirato dopo essere aumentato del 17% la scorsa settimanaGrande salto da quando la Russia ha invaso l’Ucraina.

READ  Mike Tyson prende un colpo a Hulu per la serie "Mike" - Scadenza

Le mosse arrivano dopo una settimana irregolare iniziata con un forte rialzo Si è concluso con una forte vendita Ha spazzato via la maggior parte dei guadagni. Il recente calo è stato alimentato da uno stimolo Rapporto sull’occupazione di settembre forte Questo è ciò che i funzionari della Federal Reserve hanno assicurato agli investitori Nessun cambiamento da una politica monetaria restrittiva Molto presto.

L’indice S&P 500 di riferimento è sceso del 23,6% da inizio anno fino alla chiusura di venerdì, ma i nove singoli giorni di negoziazione si sono combinati per un calo di 32 punti, secondo Nicholas Coles di DataTrek Research.

Ha aggiunto che la maggior parte dei giorni di ribasso si sono verificati su eventi relativi all’indice dei prezzi al consumo (CPI) o alla Federal Reserve, uno innescato dalle tensioni Russia-Ucraina e due da scarsi rilasci degli utili aziendali. Tutti questi fattori dovrebbero testare il mercato azionario statunitense nella prossima settimana.

I commercianti lavorano al piano della Borsa di New York (NYSE) a New York City, USA, il 7 ottobre 2022. REUTERS/Brendan McDermid

Con i risultati di JP Morgan, gli investitori si stanno preparando a una raffica di utili bancari che segnano l’inizio di un nuovo periodo di rendicontazione degli utili (JPM), Città (C), Wells Fargo (WFC), e Morgan Stanley (Sig.ra) usciranno tutti. Altre società, inclusa PepsiCo, dovrebbero riferire questa settimana.PEP) e Delta Air Lines (DAL)

Ricercatori A Una stagione di guadagni dolorosa L’inflazione costante, tassi di interesse elevati e venti contrari geopolitici pesano sui profitti delle società.

“Il mercato ribassista non finirà fino a quando il quadro fondamentale in deterioramento non sarà più completamente scontato”, ha affermato in una nota Mike Wilson, chief equity strategist di Morgan Stanley.

READ  Guida definitiva per acquistare una album foto nel 2022 - I migliori 40 compilati!

Sul piatto di Wall Street Dati sui prezzi al consumo di settembre, una delle dichiarazioni più importanti in vista del prossimo incontro politico del FOMC a novembre. Mentre la lettura dei titoli dovrebbe ancora una volta moderare, tutti gli occhi saranno puntati sulla parte “centrale” del rapporto, che eliminerà le categorie volatili di cibo ed energia. Secondo le ultime stime, gli economisti intervistati dal Bloomberg Project Center CPI sono saliti al 6,5% dal 6,3% dell’anno.

“La volatilità nei mercati azionari e obbligazionari continuerà fino a quando non ci sarà un chiaro segnale che l’inflazione è sotto controllo”, ha affermato in una recente nota Peter Essell, responsabile della gestione del portafoglio presso Commonwealth Financial Network.

Alexandra Semenova è una giornalista di Yahoo Finance. Seguila su Twitter @alexandraandnyc

Fare clic qui per gli ultimi titoli azionari di tendenza dal sito Yahoo Finance

Fare clic qui per un’analisi approfondita, comprese le ultime notizie sul mercato azionario e gli eventi di movimento delle azioni

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance

Scarica l’app Yahoo Finanza Mela O Androide

Segui Yahoo Finanza Twitter, Facebook, Instagram, Flipboard, LinkedInE Luce di rete

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply