Le spie ucraine osservavano le truppe ubriache in Russia prima dell’invasione: rapporto

  • Il Washington Post ha riferito che spie ucraine si sono infiltrate in Russia prima dell’invasione e hanno visto le truppe russe intossicate.
  • Secondo quanto riferito, le truppe hanno sostituito carburante e altre forniture con alcol, lasciando i veicoli bloccati.
  • Il rapporto del Washington Post mostra come i fallimenti dell’intelligence abbiano portato al fallimento dei piani di guerra della Russia in Ucraina.

Nei giorni precedenti l’invasione russa dell’Ucraina alla fine di febbraio, spie ucraine furono inviate in Russia per condurre la sorveglianza dell’esercito russo e incontrarono “molti” soldati ubriachi, Secondo un nuovo rapporto del Washington Post.

Sembra che le forze russe abbiano scambiato carburante e altre forniture con alcol. “Molti di loro erano ubriachi”, ha detto al giornale un funzionario ucraino che aveva visto le spie.

Le loro osservazioni, che includevano anche formazioni di carri armati senza equipaggi o supervisori, indicavano che la Russia non era preparata alla guerra e, secondo quanto riferito, alimentavano un certo grado di incredulità tra alcuni funzionari in Ucraina sul fatto che la Russia avrebbe effettivamente tentato un’invasione. In molti modi, come è stato poi dimostrato, la Russia non era pronta, ma è andata comunque avanti.

Il rapporto del Post, che si basa fortemente su un tesoro di materiale sensibile raccolto da funzionari ucraini e altri servizi di sicurezza, fornisce dettagli intricati sui fallimenti dell’intelligence russa prima della guerra.

La Russia è iniziata Gettando le basi per un’invasione anni faSecondo il rapporto, ha istituito una vasta rete di agenti in Ucraina con l’obiettivo finale di rovesciare il governo e soggiogare l’ex repubblica sovietica.

READ  La bara della regina Elisabetta II arriva a Buckingham Palace a Londra

Prima dell’invasione, era opinione diffusa che se la Russia avesse lanciato un’incursione militare sarebbe stata in grado di sconfiggere le forze ucraine nel giro di pochi giorni, ma è così che è iniziato il conflitto.

L’esercito russo non è riuscito a catturare Kiev, poiché l’esercito ucraino ha opposto una resistenza molto più dura di quanto molti si aspettassero. Finora i combattimenti sono durati quasi sei mesi e la Russia ha fatto solo progressi graduali poiché il conflitto si è trasformato in una guerra di logoramento.

Per molti aspetti, l’invasione è stata umiliante per l’esercito russo Ha subito pesanti perdite di truppe e attrezzature.

Secondo un rapporto del Washington Post, la principale agenzia di spionaggio russa, l’FSB, ha gran parte della responsabilità dei piani di guerra falliti e dell’eccessiva sicurezza che hanno motivato gli ambiziosi obiettivi dell’esercito russo.

Ad esempio, secondo quanto riferito, l’FSB ha offerto al Cremlino valutazioni fuorvianti positive secondo cui gli ucraini avrebbero accolto la Russia a braccia aperte.

“C’era un sacco di pio desiderio”, ha detto al giornale un alto funzionario della sicurezza occidentale, aggiungendo che l’FSB aveva la sensazione che “ci sarebbero stati fiori sparsi sulla loro strada”. L’FSB sembrava credere che un rapido attacco avrebbe rapidamente fatto cadere il governo ucraino. Ma, secondo un rapporto del Washington Post, gli ufficiali del Servizio di sicurezza federale (FSB) alla fine hanno finito per ritirarsi da Kiev a fianco delle forze russe.

Rapporti precedenti suggerivano che Putin avesse ricevuto scarse informazioni perché i suoi consiglieri avevano “troppo paura” di dargli valutazioni negative. Gli individui che facevano arrabbiare o si risentivano del leader russo a volte finivano per morire in modi violenti o misteriosi, mentre altri cadevano in prigione.

READ  L'UE adegua il piano delle sanzioni petrolifere russe nel tentativo di ottenere il sostegno dei paesi riluttanti - fonti

“Riteniamo che i suoi consiglieri stiano fuorviando Putin su quanto male stiano andando le forze armate russe e come stia andando l’economia russa. Paralizzato dalle sanzioni Perché i suoi migliori consiglieri hanno paura di dirgli la verità”. Un funzionario statunitense ha detto a fine marzo.

“Putin non sapeva nemmeno che il suo esercito stava usando e perdendo”, ha detto il funzionario reclute In Ucraina, che mostra una chiara interruzione nel flusso di informazioni accurate al presidente russo”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply