L'”immagine più profonda del nostro universo” scattata dal telescopio Webb sarà rivelata a luglio

L’amministratore della NASA Bill Nelson ha dichiarato mercoledì durante una conferenza stampa che il James Webb Space Telescope rilascerà le sue prime immagini a colori ad alta risoluzione il 12 luglio.

“Se ci pensi, è più lontano di quanto l’umanità si sia mai mossa”, ha detto Nelson. “E stiamo appena iniziando a capire cosa Webb può e farà. Esplorerà oggetti nel sistema solare e le atmosfere di esopianeti in orbita attorno ad altre stelle, fornendoci indizi sul fatto che le loro atmosfere siano simili alla nostra”.

Nelson, che ha riferito di essere risultato positivo al Covid-19 martedì sera, non ha potuto partecipare all’evento di persona presso lo Space Telescope Science Institute di Baltimora.

La missione Webb, che si stima durerà 10 anni, ha una capacità di carburante ridondante sufficiente per operare per 20 anni, secondo il vicedirettore della NASA Pam Milroy.

Nel frattempo, il team di Webb sta finalizzando i passaggi finali per preparare l’osservatorio e i suoi strumenti per raccogliere dati scientifici, che dovrebbero terminare la prossima settimana, ha affermato Bill Ochs, project manager Webb della NASA.

Gli ingegneri della missione hanno affermato che l’osservatorio ha funzionato meglio del previsto. Il team continua a sviluppare strategie per evitare gli impatti dei micro-meteoriti, ad esempio Quello che ha colpito parte di un mirror web a maggio.

cosa ti aspetti

L’osservatorio spaziale, lanciato a dicembre, potrà guardare all’interno Atmosfere dei pianeti esterni E il Osservando alcune delle prime galassie Sono stati creati dopo che l’universo ha iniziato ad osservarli attraverso la luce infrarossa, invisibile all’occhio umano.

Webb ha iniziato a scattare le sue prime foto un paio di settimane fa e sta ancora scattando alcune foto che verranno condivise il 12 luglio. Questo pacchetto di immagini a colori sarà il risultato di 120 ore di osservazione, l’equivalente di circa cinque giorni. dati.

READ  Missione lunare: temperature intorno ai crateri lunari adatte alla popolazione umana

Eric Smith, scienziato del programma Web e capo scienziato della Divisione di astrofisica della NASA, ha affermato che l’obiettivo iniziale del telescopio era quello di vedere le prime stelle e galassie nell’universo e di guardare “l’universo brillare per la prima volta”.

Il numero esatto e la natura delle immagini non sono stati condivisi, ha affermato Klaus Pontpedan, uno scienziato del progetto Web presso lo Space Telescope Science Institute, ma “ognuno di essi rivelerà diversi aspetti dell’universo con dettagli e sensibilità senza precedenti”.

La prima edizione metterà in evidenza le capacità scientifiche di Webb, nonché la capacità dell’enorme specchio d’oro e degli strumenti scientifici di produrre immagini straordinarie.

Le immagini mostreranno come le galassie interagiscono e crescono e come le collisioni tra le galassie portano alla formazione stellare, nonché esempi del ciclo di vita violento delle stelle. Possiamo aspettarci di vedere il primo spettro di un esopianeta, o come diverse lunghezze d’onda della luce e dei colori rivelino le proprietà di altri mondi.

L’imager nel vicino infrarosso e lo spettrometro senza fessura del telescopio hanno concluso i preparativi questa settimana. Lo strumento sarà in grado di utilizzare un prisma specializzato per disperdere la luce raccolta dalle sorgenti cosmiche per creare tre distinti arcobaleni che rivelano i colori di oltre 2.000 colori infrarossi da una singola osservazione.

Ciò è particolarmente utile quando si osservano gli esopianeti per determinare se hanno un’atmosfera o meno e per selezionare gli atomi e le molecole al loro interno mentre la luce delle stelle risplende attraverso la loro atmosfera per determinarne la composizione.

Guardo avanti

La parte migliore, ha detto Pontpedan, è che il team di Webb è ancora all’inizio della missione e che i dati raccolti dall’osservatorio spaziale saranno resi pubblici in modo che gli scienziati di tutto il mondo possano “iniziare un comune viaggio di esplorazione”.

READ  Guarda il razzo SpaceX Falcon 9 che vola sulla luna (video)

I dati raccolti da Webb consentiranno agli scienziati di effettuare misurazioni accurate di pianeti, stelle e galassie in un modo che non era stato possibile prima, ha affermato Susan Mulally, vice scienziata del progetto per Webb presso lo Space Telescope Science Institute.

Il telescopio Webb condivide una nuova immagine dopo aver raggiunto il punto di riferimento dell'ottica

“Webb può vedere indietro nel tempo dopo il Big Bang cercando galassie così lontane, che ci sono voluti diversi miliardi di anni di luce per viaggiare da quelle galassie a noi stessi”, ha affermato Jonathan Gardner, vice capo scienziato del Progetto Webb della NASA. .

Thomas Zurbuchen, amministratore associato della direzione della missione scientifica della NASA, ha visto alcune delle prime immagini che saranno condivise il 12 luglio.

“È un momento emozionante quando vedi la natura rilasciare improvvisamente alcuni dei suoi segreti”, ha detto Zurbuchen mercoledì. “Con questo telescopio, è davvero difficile non battere i record”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply