Microsoft ha rinviato il lancio della sua controversa funzionalità Recall AI

La funzionalità Recall AI di Microsoft non verrà lanciata con il primo lotto di PC Windows 11 Copilot+ il 18 giugno. Aggiornamento sul blog di Windows, la società ha affermato che il richiamo passerà da “un’esperienza di anteprima ampiamente disponibile per PC Copilot+” a un’anteprima disponibile solo nel programma Windows Insider la prossima settimana. Copilot+ rilascerà la funzionalità per tutti i PC solo dopo aver ricevuto feedback dalla sua comunità di tester Insider.

La società ha aggiunto che il richiamo “aggiusta la questione per garantire che l’esperienza sia soddisfatta”. [its] Standard elevati di qualità e sicurezza.” Microsoft ha dovuto affrontare molte critiche nei confronti di Recall da quando ha annunciato la funzionalità durante un evento a maggio. Recall offre agli utenti un modo per trovare tutto ciò che hanno visto sul proprio computer: pagine Web, immagini, documenti , e-mail, presentazioni, thread di chat e altro ancora: uno screenshot dell’attività di un utente Effettua scatti ogni pochi secondi e li memorizza in una “sequenza temporale di richiamo”.

Microsoft ha assicurato agli utenti che avrebbe elaborato i dati di richiamo internamente e avrebbe mantenuto le loro informazioni al sicuro, ma ciò non è stato sufficiente per placare le preoccupazioni sulla privacy dei critici. La società ha annunciato modifiche alla privacy e alla sicurezza del richiamo all’inizio di questo mese. Quando un utente configura un PC Copilot+, il suo sistema operativo Windows gli chiederà se desidera abilitare la funzionalità. Prima di accedere alla sequenza temporale di richiamo crittografata, gli utenti devono verificare la propria identità con un metodo di autenticazione di Windows Hello come il riconoscimento facciale o la scansione delle impronte digitali. Non è un metodo infallibile, però, poiché chiunque conosca il proprio PIN può vedere le istantanee del richiamo.

READ  Le urne tornano in Wisconsin dopo la sentenza della Corte Suprema

Nonostante questi cambiamenti, Microsoft ha scelto di ritardare il rilascio del richiamo. Forse l’azienda ha ritenuto che ci fosse margine di miglioramento ed è bene essere sicuri che questa funzionalità non si trasformi in un enorme incubo per la privacy e la sicurezza. Al momento, il programma Windows Insider non ha ancora una data esatta in cui sarà disponibile il richiamo. Sarà accessibile ai tester nelle prossime settimane e la società pubblicherà un nuovo post sul blog su come mettere le mani sulla versione di anteprima quando verrà lanciata. I tester avranno bisogno di un PC Copilot+ per accedervi, tuttavia, la funzionalità funzionerà solo con CPU avanzate dotate di unità di elaborazione neurale (NPU) per attività di intelligenza artificiale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply