Parti dell’Ucraina controllate da Mosca attraverso un falso voto per unirsi alla Russia

KIEV, Ucraina (AP) — Le votazioni sui referendum per entrare a far parte della Russia sono iniziate venerdì nella periferia ucraina di Mosca, come hanno affermato funzionari filo-russi.

Referendum organizzati al CremlinoAmpiamente condannato dall’Ucraina e dall’Occidente come una farsa senza alcun valore legale, è visto dalla Russia come un passo verso l’annessione delle regioni.

Le votazioni si stanno svolgendo a Luhansk, Kherson e nelle regioni parzialmente controllate dalla Russia di Zaporozhye e Donetsk.

Un voto che chieda ai residenti se le loro regioni debbano rimanere parte della Russia andrà sicuramente a favore di Mosca. Ciò darebbe alla Russia un pretesto per dire che i tentativi delle forze ucraine di riprendere il controllo sono attacchi alla Russia, che ampliano notevolmente la guerra di sette mesi..

Il voto ha fatto seguito a un ordine di mobilitazione parziale del presidente russo Vladimir Putin, che potrebbe aggiungere circa 300.000 soldati russi al combattimento. Le votazioni si terranno per cinque giorni a partire da martedì.

Mentre si svolgevano le votazioni nei territori occupati, le piattaforme dei social media russi erano piene di scene drammatiche di famiglie in lacrime che salutavano gli uomini che lasciavano i centri di mobilitazione militare. Nelle città di tutto il vasto paese, gli uomini hanno abbracciato i loro familiari in lacrime prima di partire come parte della leva. Gli attivisti russi contro la guerra, nel frattempo, hanno pianificato ulteriori proteste contro la mobilitazione.

Nei primi quattro giorni di votazioni, i funzionari elettorali porteranno le schede elettorali nelle case delle persone e allestiranno seggi elettorali temporanei vicino a edifici residenziali, funzionari insediati dalla Russia nei territori occupati hanno citato motivi di sicurezza. Gli elettori saranno invitati alle normali cabine elettorali solo martedì.

READ  Mar-a-Lago: consulente speciale nominato per sovrintendere alla revisione dei documenti classificati poiché il giudice respinge la richiesta del Dipartimento di giustizia di riaprire le indagini penali

Le votazioni sono iniziate anche in Russia, dove potevano votare i rifugiati dei territori occupati.

Denis Bushilin, il leader separatista delle autorità sostenute da Mosca nella regione di Donetsk, ha definito il voto di venerdì “una pietra miliare storica”.

Vyacheslav Volodin, il presidente della Duma di Stato, la camera bassa del parlamento russo, si è rivolto ai territori occupati in una dichiarazione online venerdì: “Se decidi di entrare a far parte della Federazione Russa, ti sosterremo”.

Valentina Matviyenko, capo della camera bassa del parlamento russo, ha affermato che i residenti dei territori occupati voteranno “per vivere o morire” nei referendum.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha menzionato solo brevemente il “cattivo referendum” nel suo discorso notturno, in cui è passato dal parlare in ucraino al russo, dicendo direttamente che i cittadini russi venivano “spinti a morte”.

“Siete già complici di tutti questi crimini, omicidi e torture di ucraini”, ha detto. “Perché sei stato silenzioso. Perché sei silenzioso. Ora è il momento per te di scegliere. Per gli uomini in Russia, è la morte o la vita, diventare disabili o preservare la salute. Per le donne in Russia, perdere i loro mariti, figli, nipoti per sempre, o dalla morte, dalla guerra. , la scelta è cercare di proteggerli da qualcuno.

Il voto arriva sullo sfondo di incessanti combattimenti in Ucraina, con le forze russe e ucraine che si scambiano il fuoco mentre entrambe le parti si rifiutano di concedere terra.

Venerdì mattina, funzionari filo-russi nella regione di Zaporizhzhia hanno riferito di una forte esplosione nel centro di Melitopol, una città conquistata da Mosca all’inizio della guerra. Il funzionario Vladimir Rokov non ha fornito alcun dettaglio sulla causa dell’esplosione e sull’eventuale presenza di danni o vittime.

READ  Matthew McConaughey ha detto che non si candiderà a governatore del Texas

Funzionari pro-Mosca nella regione di Donetsk hanno anche accusato le forze ucraine di aver bombardato la capitale della regione, Donetsk, e la vicina città di Yasinuvata.

Le autorità ucraine hanno annunciato un nuovo round di bombardamenti russi in varie parti del Paese. Vitaliy Kim, governatore della regione di Mykolaiv nell’Ucraina meridionale, che confina con la regione di Kherson, ha detto che le esplosioni sono avvenute venerdì mattina nella città di Mykolaiv.

Valentyn Reznichenko, il governatore della regione di Dnipropetrovsk, ha affermato che i russi hanno scatenato una raffica di bombardamenti venerdì mattina su Nikopol, una città dall’altra parte del fiume Dnepr rispetto alla centrale nucleare di Zaporizhia.

___

Segui la battaglia di AP su https://apnews.com/hub/russia-ukraine

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply