Rapporto sui lavori di luglio: notifiche in tempo reale





datori di lavoro americani 528.000 posti di lavoro sono stati aggiunti a luglio, Il Dipartimento del Lavoro ha dichiarato venerdì che i guadagni inaspettatamente forti hanno mostrato che il mercato del lavoro sta sopportando il peso economico dell’aumento dei tassi di interesse, almeno per ora.

L’impressionante performance – che porta l’occupazione totale al livello di febbraio 2020, appena prima del blocco della pandemia – fornisce nuove prove che gli Stati Uniti non sono entrati in una recessione.

Le letture cupe del sentimento dei consumatori negli ultimi mesi, insieme ai timori che una recessione sia in arrivo o sia iniziata, “sono completamente in contrasto con ciò che dicono i dati sottostanti”, ha affermato Justin Wolfers, economista dell’Università del Michigan. “Non ho mai visto un divario così grande tra i dati e la risonanza generale”.

Ma poiché la Federal Reserve persegue una politica aggressiva di aumenti dei tassi di interesse per domare l’inflazione, la maggior parte dei previsori prevede che il ritmo del mercato del lavoro rallenterà significativamente nel corso dell’anno, poiché le aziende taglieranno i salari per soddisfare la domanda più bassa.

“A questo punto, le cose vanno bene”, ha affermato James Knightley, capo economista internazionale di ING Bank. “Diciamo, a dicembre o all’inizio del prossimo anno, vedremo numeri molto più deboli”.

Il tasso di disoccupazione era del 3,5%, in calo dal 3,6% di giugno, eguagliando il minimo di 50 anni prima della pandemia.

La scorsa settimana, il governo ha riferito che il prodotto interno lordo del paese, un’ampia misura della produzione economica, si è contratto per il secondo trimestre consecutivo se corretto per l’inflazione. I dati hanno mostrato un forte calo nell’edilizia abitativa, un rallentamento degli investimenti delle imprese e un lento aumento della spesa per consumi.

READ  Manhattanheng 2022: date, orari e dove guardare

Tali tendenze influenzeranno il mercato del lavoro nel suo insieme, anche se non in modo uniforme o immediato.

Amy Glaser, vicepresidente senior della società globale di personale Adecco, ha affermato che la sua azienda sta ancora lottando per svolgere lavori orari, in particolare nel settore della vendita al dettaglio e della logistica. I datori di lavoro potrebbero non rendere tali posizioni abbastanza attraenti e sempre più spesso possono farne a meno.

“Quando qualcuno si candida e il reclutatore contatta, hanno circa 24 ore per inserirli in un ruolo o se ne sono andati”, ha detto la signora Glaser. “I candidati sono al posto di guida.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply