Ridurre il menu fino all’autunno in alcuni McDonald’s russi nelle retrovie | Russia

L’eccitazione era nel menu quando i precedenti ristoranti McDonald’s hanno riaperto Russia Il mese scorso sotto una nuova gestione e un nuovo marchio, ma dietro l’arco d’oro il trono ha un problema: la carenza di patatine fritte.

McDonald’s ha lasciato la Russia dopo il contraccolpo occidentale contro la campagna militare di Mosca in Ucraina, che includeva una raffica di sanzioni economiche, e ha venduto tutti i suoi ristoranti a un licenziatario locale a maggio.

Tuttavia, la nuova proprietà ora deve affrontare problemi nell’assicurarsi le forniture di patate, incolpando gli scarsi raccolti in Russia e le difficoltà nell’importazione delle patate a causa delle interruzioni della catena di approvvigionamento.

Con il nuovo nome Vkusno & tochka, o “buonissimo e basta”, i ristoranti hanno iniziato a riaprire il 12 giugno e quel giorno hanno venduto quasi 120.000 hamburger.

Ma dopo che la scorsa settimana i clienti hanno iniziato a pubblicare foto di menu che non contengono patatine fritte, Vcusno e Tuchka hanno detto che lasceranno patatine fritte e spicchi di patate dai menu di alcuni ristoranti di nuova apertura fino all’autunno.

Ha detto che mentre per anni si è concentrata sull’acquisto di ingredienti a livello locale, ora era “impossibile importare da mercati che potrebbero essere diventati un fornitore temporaneo di patate”.

“Le patate torneranno nel menu dell’intera catena all’inizio del prossimo raccolto, nell’autunno 2022”, ha aggiunto.

La carenza mette in evidenza le sfide che le aziende russe devono affrontare poiché le sanzioni per le azioni di Mosca in Ucraina e le interruzioni della catena di approvvigionamento complicano l’importazione di merci.

Il mese scorso, il CEO di Vkusno & Tochka, Oleg Barov, ha dichiarato a Reuters che una “percentuale significativa” dei componenti proveniva dall’estero.

READ  Putin pensa che l'Occidente batterà le palpebre per primo in una guerra di logoramento con la Russia

Iscriviti alla prima edizione, la nostra newsletter giornaliera gratuita – ogni mattina nei giorni feriali alle 7:00 GMT

Nonostante i problemi di Vkusno & Tochka, il ministero dell’Agricoltura russo ha dichiarato la scorsa settimana che il raccolto di patate sarebbe stato maggiore rispetto all’anno scorso e che il mercato era “completamente rifornito di patate, comprese le patate trasformate”.

“Il nuovo raccolto sta arrivando, il che esclude la possibilità di una carenza”, ha aggiunto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply