Russi e ucraini, presunte spie del Cremlino arrestate nella base albanese dopo che le loro guardie erano state cosparse di sostanze chimiche

il nuovoOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Tre sospette spie del Cremlino sono state arrestate Un paese membro della NATO sabato dall’Albania a seguito di un attacco a due guardie in una base militare sospettata di essere un agente chimico.

Il ministero della Difesa albanese ha dichiarato sabato sera che due russi e un cittadino ucraino sono stati arrestati con l’accusa di spionaggio presso la fabbrica militare di Cekin, un impianto di produzione di armi nel sud dell’Albania.

Il ministero ha dichiarato in una dichiarazione che il primo sospetto russo – un uomo di 24 anni identificato solo come MZ – è stato arrestato dopo essere entrato nella fabbrica di Grams, a circa 50 miglia a sud della capitale, Tirana, e aver scattato fotografie. Due guardie militari sono state ferite da un “nuovo spray antiparalisi” che è stato utilizzato dai russi mentre Resistere all’arresto, secondo il ministero. Sono stati portati in un ospedale militare per le cure.

La polizia ha prontamente istituito posti di blocco e bloccato un’auto in cui si trovavano gli altri due sospetti.

Un dipendente della polizia di New York accusato di spionaggio per conto della Cina ha interrotto un processo federale il mese successivo dopo il rilascio di una cauzione di $ 2 milioni

Il secondo sospetto russo – una donna di 33 anni identificata come ST – e una donna di 25 anni uomo ucraino Il ministero ha detto che FA è stato arrestato. fuori dal complesso.

“Tre persone sono accompagnate dalla polizia che sta indagando sul caso in collaborazione con altre istituzioni”, afferma il comunicato, aggiungendo che la polizia militare, la polizia dell’intelligence dell’esercito, la polizia civile e la polizia antiterrorismo si stanno coordinando nel caso.

La fabbrica militare di Gramsch è stata aperta nel 1962 per produrre fucili d’assalto AK-47 o Kalashnikov. Dopo la caduta del comunismo nel 1990, cessò la produzione e iniziò invece a smantellare i vecchi Kalashnikov e altre armi leggere. Ripara anche altre armi dell’esercito.

Soldati britannici prendono parte alla 22a esercitazione militare a risposta rapida presso il Centro di addestramento militare Krivolak a Negotino, nella Macedonia centrale, il 12 maggio 2022. L'esercitazione, che coinvolge circa 4.600 soldati provenienti da Macedonia del Nord, Albania, Montenegro, Grecia e Italia, oltre a Francia, Regno Unito e Stati Uniti, mira a dimostrare che le forze della NATO possono essere dispiegate e pienamente cooperate.

Soldati britannici prendono parte alla 22a esercitazione militare a risposta rapida presso il Centro di addestramento militare Krivolak a Negotino, nella Macedonia centrale, il 12 maggio 2022. L’esercitazione, che coinvolge circa 4.600 soldati provenienti da Macedonia del Nord, Albania, Montenegro, Grecia e Italia, oltre a Francia, Regno Unito e Stati Uniti, mira a dimostrare che le forze della NATO possono essere dispiegate e pienamente cooperate.
(Robert Atanasovsky/AFP tramite Getty Images)

“Che orgoglio per le guardie militari che hanno neutralizzato tre persone sospettate di spionaggio”, ha scritto su Twitter il premier Edi Rama, aggiungendo: “Ora aspettiamo il pieno chiarimento di questo evento”.

Politico ha sottolineato che gli indagati Sono entrato in Albania come turista Sotto una scappatoia che consente ai russi di entrare nel paese durante il periodo delle vacanze estive senza visto, una regola che è stata esaminata sulla scia dell’invasione russa dell’Ucraina all’inizio di quest’anno. L’anno scorso, altre due sospette spie del Cremlino sono entrate in Albania allo stesso modo prima di essere prese in custodia dopo essere state avvistate da un drone fuori dall’ex base aerea di Kuchova dell’era comunista, che si dice che la NATO abbia recentemente iniziato a convertire da un aereo cimitero in un moderno terminal per le operazioni nei Balcani occidentali.

READ  La Danimarca vota al referendum sulla difesa dell'Ue durante la guerra in Ucraina

L’Albania, membro della NATO dal 2009, ha fortemente abbandonato l’invasione russa dell’Ucraina e vi ha rinunciato. Entra nell’Unione Europea e le sanzioni statunitensi contro Mosca.

Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg, a sinistra, il Primo Ministro albanese, Edi Rama, al centro, e il Presidente della Spagna, Pedro Sanchez, a destra, alla cerimonia di apertura del Vertice della NATO a Madrid, Spagna.

Il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg, a sinistra, il Primo Ministro albanese, Edi Rama, al centro, e il Presidente della Spagna, Pedro Sanchez, a destra, alla cerimonia di apertura del Vertice della NATO a Madrid, Spagna.
(Celestino Arce/NurPhoto via Getty Images)

Durante un incontro con il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg il mese scorso, il primo ministro albanese Edi Rama ha affermato che lui e il suo paese “sono fermamente in piena solidarietà con l’Ucraina e, naturalmente,E il Inutile dire che il nostro sostegno alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina, all’interno dei confini dell’Ucraina riconosciuti a livello internazionale, è incrollabile come sempre”, secondo Politico.

CLICCA QUI PER L’APP FOX NEWS

“È importante continuare la nostra conversazione sulla situazione, così come sugli impegni che abbiamo nei Balcani occidentali per prevenire esattamente ogni escalation e impedire che ogni cattiva influenza diventi un problema per la nostra regione”, ha aggiunto Rama.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply