Serena Williams suona il Tanga Kovinic agli US Open lunedì

Ma prima deve trovare un modo per sconfiggere Kovinik. Non hanno mai giocato partite di singolare in tournée, ma Kovinjic ha armi, incluso un servizio potente, che potrebbe turbare la Williams in una partita che, date le circostanze, potrebbe essere un evento. Si giocherà lunedì sera all’Arthur Ashe Stadium sotto le luci della prima serata.

L’occasione potrebbe sicuramente venire a Kovinic, che è ormai abituato ai campi all’aperto. Ma ha già gestito il grande palcoscenico ben prima: battere Radukanu nel secondo round degli Australian Open di quest’anno alla Margaret Court Arena. L’occasione e la situazione possono arrivare alla Williams, che è un campione che corre sull’emozione e ha chiarito di non essere un fan dei saluti.

Ma qui c’è un grande divario nel record: Williams è la più grande giocatrice femminile di tutti i tempi con 23 titoli del Grande Slam in singolo e la corsa più lunga al numero 1. Kovinic deve ancora vincere un titolo del Tour in singolo.

Se vincerà la sei volte campionessa di singolare degli US Open, la Williams probabilmente affronterà la testa di serie numero 2 Annette Kontavit al secondo round. Anche se può sembrare uno scarso equilibrio, Kontavid ha costruito il suo alto rango sulla forza di vittorie sempre più lontane e da marzo sta lottando, in parte a causa degli effetti collaterali della malattia di Covid-19.

È probabilmente la più vulnerabile delle prime otto teste di serie, il che significa che la Williams, se riesce a mettere insieme il suo grande gioco e mantenere i suoi dolori al minimo, potrebbe effettivamente atterrare in una buona posizione nel suo ultimo US Open.

READ  Fiona colpisce Atlanta in Canada: milioni senza elettricità mentre la tempesta spazza il nord

Venus Williams, 42 anni, ha difficoltà a dire quale potrebbe essere il suo ultimo US Open. Non vince una partita di singolare in tournée da più di un anno e sarà una perdente nella partita del primo turno contro il 42esimo classificato del Belgio Alisson van Uytvack. Se riuscirà a superarlo, molto probabilmente Venus affronterà Elina Rybakina, la campionessa in carica di Wimbledon il cui grande servizio, corporatura snella, energia facile e atletismo hanno una certa somiglianza con Venus.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply