Un soldato russo dice che il comandante si è sparato solo per lasciare la guerra: l’Ucraina

  • Una registrazione audio rilasciata da funzionari ucraini mostra l’arresto di un soldato russo che parla con sua madre.
  • Il soldato le disse che lui e altri nell’esercito non volevano andare in guerra in Ucraina.
  • Sua madre lo ha insistito per il suo patriottismo e ha detto che aveva bisogno di difendere la Russia.

Un soldato russo in Ucraina ha detto a sua madre per telefono che il suo capo si è sparato per tornare a casa, secondo una registrazione audio rilasciata da funzionari ucraini.

Sabato è stata rilasciata una registrazione della telefonata intercettata Facebook A cura della Direzione principale dell’intelligence del Ministero della Difesa ucraino.

Si sente il soldato, che dice di avere 20 anni, lamentarsi con la madre che la guerra non finirà presto e che non vuole esserci.

“Questa Ucraina non mi interessa affatto. Devo tornare indietro e dare le dimissioni”, ha detto, spiegando che nemmeno molti altri soldati russi volevano essere lì.

Sua madre lo ha insistito sul fatto che ci fossero “patrioti” nell’esercito russo che avrebbero incoraggiato altri soldati a non arrendersi.

Il soldato rispose: “Mamma, il mio secondo comandante della batteria di plotone gli ha sparato a una gamba per uscire da qui, prima! Di cosa stiamo parlando anche qui? Ha servito in Cecenia”.

Poi sua madre ha chiesto cosa sarebbe successo se l’Occidente avesse deciso di avanzare verso la Russia: “Chi difenderà la Russia allora? Chi, dimmi? Ci uccideranno tutti e scoppierà una quarta guerra mondiale e la Russia perderà!”

“Beh, forse Putin ci penserà due volte”, ha detto il soldato, aggiungendo che “non abbiamo munizioni o persone, nessun ordine da Mosca!”

READ  I centristi del presidente Macron mantengono la maggioranza: attese | Notizie elettorali

Il soldato ha anche affermato che il conflitto è dovuto all’invasione del presidente russo Vladimir Putin: “Nessuno è venuto prima di noi!”

Sua madre ha difeso Putin e ha detto che non l’ha invaso, ma che stava avanzando verso le repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, i due stati separatisti sostenuti dal Cremlino nella regione orientale del Donbas in Ucraina.

“Non lo so… Non ci siamo nemmeno avvicinati”, disse il soldato.

multiplo Rapporti I soldati russi sono stati descritti come non disposti a entrare in guerra in Ucraina. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto all’inizio della guerra che Le forze russe erano “stanche” e “deluse”. La scorsa settimana, un soldato russo ha detto al Guardian Voleva lasciare l’esercito Perché non aveva senso combattere in Ucraina.

Da quando ha lanciato un’invasione su larga scala dell’Ucraina il 24 febbraio, le forze russe hanno subito grandi perdite e sono state respinte dalle aree circostanti. Kiev E Charkiv Dopo tentativi falliti di avanzare.

Il ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov ha dichiarato sabato che il suo Paese si sta preparando per una nuova e prolungata fase della guerra.

Traduzioni di Nikita Ilyich Angarsky.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply