Una fuga di gas negli oleodotti russi verso l’Europa ha causato un’indagine di sabotaggio

  • Il primo ministro polacco accusa il sabotaggio, senza citare le prove
  • La Russia afferma che le perdite minacciano la sicurezza energetica in Europa
  • Il filmato mostra bolle di gas che increspano la superficie del mare
  • Un lavoratore afferma che il danno al Nord Stream 1 è “senza precedenti”
  • La crisi del gas russo ha causato un aumento dei prezzi

STOCCOLMA/COPENHAGEN (Reuters) – L’Europa sta indagando sulle perdite importanti in due gasdotti russi che martedì hanno rilasciato gas nel Mar Baltico, mentre la Svezia ha avviato un’indagine preliminare sul potenziale sabotaggio delle infrastrutture nel mezzo di una crisi energetica.

Ma non è ancora chiaro chi potrebbe esserci dietro qualsiasi gioco sinistro, se dimostrato, sui gasdotti Nord Stream che la Russia e i partner europei hanno speso miliardi di dollari per costruire.

“Abbiamo sviluppato un rapporto e classifichiamo il crimine come grave vandalismo”, ha detto un portavoce della polizia nazionale svedese.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il primo ministro polacco ha accusato il sabotaggio delle fughe di notizie senza citare le prove. Il primo ministro danese ha affermato che ciò non può essere escluso.

La Russia, che ha interrotto le consegne di gas all’Europa dopo che l’Occidente ha imposto sanzioni per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, ha affermato che il sabotaggio è una possibilità e che le perdite hanno minato la sicurezza energetica del continente.

Nel frattempo, un alto funzionario ucraino ha descritto l’incidente come un attacco russo per destabilizzare l’Europa, senza fornire prove.

“Lo vediamo chiaramente come un atto di sabotaggio legato al prossimo passo per aggravare la situazione in Ucraina”, ha detto il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki all’apertura di un nuovo gasdotto tra Norvegia e Polonia.

READ  L'Ucraina limita i libri e la musica russi nell'ultima mossa del "carattere offset" | Ucraina

I sismologi in Danimarca e Svezia hanno registrato potenti esplosioni in prossimità delle perdite lunedì, ha detto alla stazione pubblica SVT il Centro sismologico nazionale svedese. Il centro di ricerca geologica tedesco GFZ ha anche affermato che il sismometro sull’isola danese di Bornholm ha registrato un’altezza doppia lunedì.

I gasdotti Nord Stream sono stati i punti caldi di una crescente guerra energetica tra le capitali europee e Mosca che ha danneggiato le principali economie occidentali, fatto salire i prezzi del gas e innescato la ricerca di forniture alternative.

Martedì, le forze armate danesi hanno pubblicato un video che mostra le bolle che ribollono sulla superficie del mare. Le forze armate hanno affermato che la più grande fuga di gas ha causato un disturbo alla superficie di oltre un chilometro di diametro. Leggi di più

L’autorità marittima svedese ha emesso un avviso su due perdite del gasdotto Nord Stream 1 il giorno dopo la scoperta di una perdita nel vicino gasdotto Nord Stream 2, spingendo la Danimarca a limitare le spedizioni e imporre una piccola no-fly zone.

I leader europei e di Mosca affermano di non poter escludere il sabotaggio. Mappa delle condutture Nord Stream e delle posizioni delle perdite segnalate

Pericolo di esplosione

Il capo dell’Agenzia danese per l’energia, Christopher Botzau, ha affermato che le perdite erano così grandi che potrebbe essere necessaria fino a una settimana prima che il gas smetta di defluire dal gasdotto Nord Stream 2.

Le navi possono perdere l’assetto se entrano nell’area.

“La superficie del mare è piena di metano, il che significa che c’è un aumentato rischio di esplosioni nell’area”, ha detto Botzau.

Il primo ministro danese Mette Frederiksen ha affermato che il sabotaggio non può essere escluso. “Stiamo parlando di tre fughe di notizie con una certa distanza tra loro, quindi è difficile immaginare che sia stata una coincidenza”, ha detto.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov l’ha descritta come “notizia molto inquietante. In effetti, stiamo parlando di alcuni danni di natura poco chiara all’oleodotto nella zona economica della Danimarca”. Ha detto che ha influito sulla sicurezza energetica nel continente.

Nessuno dei due gasdotti stava pompando gas in Europa nel momento in cui le perdite sono state scoperte nel corso della guerra in Ucraina, ma gli incidenti vanificheranno qualsiasi aspettativa residua che l’Europa possa ricevere gas tramite il Nord Stream 1 prima dell’inverno.

L’operatore Nord Stream ha affermato che il danno è stato “senza precedenti”.

Entrambi i gasdotti contenevano gas anche se non funzionavano.

Gazprom (GAZP.MM)La società controllata dal Cremlino che ha il monopolio delle esportazioni di gas russe attraverso il gasdotto ha rifiutato di commentare.

“Ci sono alcune indicazioni che si tratti di un danno intenzionale”, ha affermato una fonte della sicurezza europea, aggiungendo che era troppo presto per trarre conclusioni. “Devi chiedere: chi vince?”

forniture di taglio

La Russia ha tagliato le forniture di gas all’Europa tramite il Nord Stream 1 prima di sospendere completamente i flussi ad agosto, incolpando le sanzioni occidentali di causare difficoltà tecniche. I politici europei affermano che questa era una scusa per interrompere la fornitura di gas.

Il nuovo gasdotto Nord Stream 2 non è ancora entrato in esercizio commerciale. La Germania ha annullato un piano per usarlo per fornire gas pochi giorni prima che la Russia inviasse truppe in Ucraina in quella che Mosca chiama una “operazione militare speciale” a febbraio.

READ  Il ministro finlandese per l'Europa ha affermato che è "molto probabile" entrare a far parte della NATO

“Diverse perdite sottomarine significano che nessuno dei gasdotti probabilmente consegnerà gas all’UE durante il prossimo inverno, indipendentemente dagli sviluppi politici nella guerra in Ucraina”, ha scritto Eurasia Group in una nota.

I prezzi del gas in Europa sono aumentati secondo le notizie, con il prezzo record di ottobre nei Paesi Bassi di quasi il 10% martedì. I prezzi sono ancora al di sotto del picco di quest’anno, ma sono comunque superiori del 200% rispetto all’inizio di settembre 2021.

Lunedì l’Autorità norvegese per la sicurezza petrolifera ha esortato le compagnie petrolifere a vigilare sui droni non identificati visti volare vicino alle piattaforme petrolifere e del gas norvegesi, avvertendo di possibili attacchi.

L’amministrazione marittima svedese (SMA) ha affermato che due fughe di notizie sul Nord Stream 1, una nella zona economica svedese e l’altra nella zona danese, erano a nord-est di Bornholm in Danimarca.

“Stiamo monitorando ulteriormente per assicurarci che nessuna nave si avvicini al sito”, ha affermato un portavoce della SMA.

Le autorità danesi hanno chiesto di aumentare il livello di preparazione nel settore danese dell’energia e del gas dopo le perdite, un passo che richiede misure di sicurezza rigorose per gli impianti e gli impianti energetici.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Reporting da parte degli uffici Reuters. Scritto da Matthias Williams, Jean Harvey e Alexander Smith; Montaggio di Edmund Blair e Emilia Sithole Mataris

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply