Una nuova, insolita e ricorrente raffica radiofonica veloce rilevata a 3 miliardi di anni luce di distanza

Il corpo cosmico è distintivo rispetto ad altre scoperte di esplosioni radio negli ultimi anni, secondo una nuova ricerca.

Le esplosioni radio veloci, o FRB, sono esplosioni di onde radio nello spazio della durata di un millisecondo. Le raffiche radio singole vengono emesse una volta e non vengono ripetute. Ma è noto che la ripetizione di raffiche radio veloci emette molte volte onde radio brevi ed energiche.

Gli astronomi sono stati in grado di tracciare alcune delle esplosioni radio fino alle loro galassie di origine, ma non hanno ancora determinato la vera causa di queste esplosioni. Imparare di più sull’origine di queste emissioni radio luminose e intense può aiutare gli scienziati a comprenderne le cause.

Gli astronomi hanno scoperto l’oggetto, chiamato FRB 190520, quando ha rilasciato un’esplosione di onde radio il 20 maggio 2019. I ricercatori hanno utilizzato il radiotelescopio sferico ad apertura di cinquecento metri, o FAST, in Cina, e hanno rilevato l’esplosione nel telescopio in Cina. Novembre 2019. Quando hanno effettuato osservazioni di follow-up, gli astronomi hanno notato qualcosa di insolito: l’oggetto emetteva ripetute esplosioni di onde radio.

Nel 2020, il team ha utilizzato il telescopio Karl G. Jansky Very Large Array Telescope, o VLA, della National Science Foundation, per determinare l’origine dell’esplosione prima di concentrarsi su di essa utilizzando il telescopio Subaru alle Hawaii. Le osservazioni di Subaru alla luce visibile hanno mostrato che l’esplosione proveniva dai margini di una lontana galassia nana.

Uno studio dettagliato dei risultati pubblicati in Rivista Natura Mercoledì.

Due dello stesso tipo

Le osservazioni VLA hanno anche rivelato che i corpi celesti Il corpo ha rilasciato continuamente onde radio più deboli tra esplosioni ripetute. Questo è molto simile al noto burst radio veloce ripetuto: FRB 121102, scoperto nel 2016.

Scoperta iniziale e successivo tracciamento di FRB 1211102 Tornando al suo punto di origine in una piccola galassia nana a più di 3 miliardi di anni luce da una svolta nell’astronomia. Questa è stata la prima volta che gli astronomi sono stati in grado di conoscere la distanza e l’ambiente di questi oggetti misteriosi.

“Ora abbiamo effettivamente bisogno di spiegare questo doppio enigma e perché a volte gli FRB e le sorgenti radio persistenti si trovano insieme”, ha affermato il coautore dello studio Casey Law, radioastronomo del Caltech. “È comune quando gli FRB sono piccoli? O forse l’oggetto che crea le esplosioni è un buco nero supermassiccio che divora caoticamente una stella vicina? I teorici hanno così tanti dettagli su cui lavorare ora e la portata dell’interpretazione si sta restringendo”.

READ  Preparati per il secondo nuovo e migliorato

Attualmente, è noto che meno del 5% delle centinaia di FRB identificati si ripetono e solo pochi di essi sono regolarmente attivi.

Solo FRB 190520 è continuamente attivo, il che significa che non è stato “spento” dalla sua scoperta, ha affermato l’autore dello studio Di Li, scienziato capo del Dipartimento radiofonico degli Osservatori astronomici nazionali cinesi e del Centro per le operazioni rapide. Nel frattempo, Lee ha affermato che FRB 121102, “il primo ripetitore principale noto, potrebbe essere fuori servizio per diversi mesi”.

nuove domande

Le ultime scoperte sollevano più domande perché gli astronomi ora si chiedono se ci siano due tipi di lampi radio veloci.

“Quelli che si ripetono sono diversi da quelli che non lo fanno? E per quanto riguarda le trasmissioni radio continue – è comune?” Il coautore dello studio Kshitij Aggarwal, che ha partecipato allo studio come studente di dottorato presso la West Virginia University, ha affermato in una dichiarazione.

Centinaia di misteriose esplosioni radio veloci sono state rilevate nello spazio

È possibile che ci siano diversi meccanismi che causano gli impulsi radio, o che tutto ciò che ne risulta si comporti in modo diverso durante le diverse fasi di sviluppo.

In precedenza, gli scienziati presumevano che le esplosioni radio veloci risultassero dai resti densi lasciati da una supernova, chiamate stelle di neutroni, o stelle di neutroni con campi magnetici incredibilmente forti chiamati magnetar.

Questo è il concetto artistico di una stella di neutroni con un campo magnetico ultra forte, chiamato magnetar, che emette onde radio (in rosso).

FRB 190520 considerato un possibile organismo ‘neonato’ Lau ha detto perché si trovava in un ambiente denso. Questo ambiente potrebbe essere stato causato dal materiale rilasciato da una supernova, con conseguente formazione di una stella di neutroni. Poiché questo materiale si disperde nel tempo, i flussi di FRB 190520 possono diminuire con l’età.

READ  Sophia Boeing 747SP con base per sempre • Il record

Andando avanti, Li vuole rilevare esplosioni radio più rapide.

“È probabile che un quadro coerente dell’origine e dell’evoluzione degli FRB emerga in pochi anni”, ha affermato Lee.

Lau è entusiasta delle implicazioni di una nuova classe di sorgenti di onde radio.

“Per decenni, gli astronomi hanno creduto che ci fossero due tipi fondamentali di sorgenti radio che possiamo vedere in altre galassie: l’accumulo di buchi neri supermassicci e l’attività di formazione stellare”, ha detto Lu. “Ora stiamo dicendo che non può più essere né una classificazione / né una classificazione! C’è un nuovo ragazzo in città e dovremmo pensarci quando studiamo gruppi di sorgenti radio nell’universo”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply