Una nuova isola è emersa nell’Oceano Pacifico dopo un’eruzione vulcanica sottomarina: ScienceAlert

Un vulcano sommerso sulla montagna sottomarina è noto come Paese d’origine Nelle isole Central Tonga, si è svegliata dopo 16 anni di sonno profondo per far uscire la testa di punto in bianco.

Il 10 settembre 2022, frammenti di lava e roccia hanno iniziato a filtrare nell’oceano 25 chilometri (15 miglia) a sud-ovest di Late Islandmentre pennacchi di vapore e cenere esplodono sulla superficie delle onde.

I detriti si stanno lentamente accumulando su un’isola completamente nuova, che copre 4.000 metri quadrati (un acro) e raggiunge i 10 metri (33 piedi) di altezza in pochi giorni.

Anche se difficilmente salirà più in alto, il 20 settembre lo erano i funzionari dei servizi geologici di Tonga (TGS). annunciare L’isola è cresciuta di sei volte in termini di dimensioni, espandendosi a 24.000 metri quadrati.

Come una fenice che risorge dalle ceneri, questa struttura effimera e senza nome probabilmente si immergerà nell’ardente “anello di fuoco” dell’Oceano Pacifico molto prima che qualsiasi marinaio possa sperare di mettere piede sulla sua costa rocciosa.

L’ultima volta che Home Reef ha generato una nuova isola, nel 2006, ci è voluto un anno prima che le onde dell’oceano ne erodessero la cima. Questa volta, il logo è molto più corto.

Gran parte dei detriti sono risultati dal vulcano sommerso Tonga in un evento del 2006, dove un’estesa zattera di vetro vulcanico schiumoso noto come pomice è stata posata lungo il Pacifico meridionale, conferendo alla Terra un aspetto inquietante.

Di seguito puoi vedere gli screenshot di questa zattera:

frame limite = “0″ allow=” accelerometro; avvio automatico; scrittura negli appunti. supporti codificati con giroscopio; Picture-in-Picture “allowfullscreen>

READ  Quasi la metà del nostro sistema energetico è fuori uso: Ucraina PM | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

Dal 1852, Home Reef produce carote in cinque occasionialcuni accessi Tra 50 e 70 metri in altezza. Nel 1984, l’isola fino a portando un piccolo lago.

La montagna sottomarina responsabile di queste strutture di breve durata si trova in un’area dell’Oceano Pacifico nota come Zona di subduzione di Karmadec Tongache comprende alcune delle placche tettoniche convergenti più veloci del mondo.

Qui, la placca del Pacifico sta scivolando rapidamente sotto altre due placche (Kermadec e Tonga) a una velocità di circa 24 cm all’anno (9 pollici), formando la seconda trincea più profonda del mondo e un arco vulcanico molto attivo.

In effetti, questo lungo tratto di dorsale del fondale marino, che si estende da Tonga alla Nuova Zelanda, ospita la più alta densità di vulcani sottomarini che si trovano ovunque sulla Terra.

Le immagini satellitari della recente eruzione di Home Reef catturano la formazione della sua isola più recente con dettagli sbalorditivi. L’immagine qui sotto è stata rilasciata dalla NASA utilizzando i dati USGS il 14 settembre.

Non solo mostra una lunga scia di fumo, ma mostra un intenso cambiamento nel colore dell’oceano circostante.

Un vulcano sommerso erutta per formare Home Reef. (Lauren Dauphin/NASA Earth Observatory/USGS)

Un’immagine di follow-up catturata il 18 settembre utilizzando i dati USGS e condivisa da TGS su Facebook ingrandisce la caduta vulcanica, come si può vedere di seguito.

Eruzione della barriera corallina domestica 2022
L’eruzione che ha formato Home Reef nel settembre 2022.USGS)

La nebbia d’acqua è probabilmente causata da acqua di mare acida molto calda, mescolata con frammenti di roccia vulcanica e detriti, secondo Comunicato stampa recente dalla NASA.

“Il vulcano presenta bassi rischi per la comunità dell’aviazione e i residenti di Vava’u e Hapai”, TGS annunciare Il 20 settembre.

“Tuttavia, si consiglia a tutti i marittimi di navigare a più di 4 chilometri da Home Reef fino a nuovo avviso”.

READ  COP27: Il primo ministro britannico Rishi Sunak si è ritirato dal vertice sul clima

Dal 25 settembre c’è stato Niente più visualizzazioni di cenere vulcanica o vapore da questa fetta dell’Oceano Pacifico. È probabile che Home Reef sia finito in questo momento, il che ci fa apprezzare il suo ultimo dono del mare finché possiamo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply