Una telefonata trapelata rivela uno scontro a fuoco tra Putin e Macron

Solo quattro giorni prima che le forze russe attaccassero l’Ucraina, Vladimir Putin ed Emmanuel Macron hanno avuto un’accesa discussione telefonica, con l’uomo forte russo che ha affermato che l’ucraino Volodymyr Zelensky stava mentendo al presidente francese, secondo una fuga di notizie di una bomba.

I dettagli dello scambio segreto tra i due leader sono stati rivelati il ​​20 febbraio in un nuovo documentario sulla gestione da parte di Macron del conflitto in corso, intitolato “President, Europe and War”, presentato in anteprima la scorsa settimana sul canale. Francia 2.

Mentre la Russia era in procinto di radunare le sue forze in preparazione per un’invasione totale alla fine di febbraio, Macron ha chiamato la sua controparte russa per offrire le sue opinioni sull’escalation della situazione e discutere “misure utili” per disinnescarla.

E Putin ha subito rivolto la conversazione al nostro “caro collega Zelensky”, accusando il presidente ucraino di “mentire” a Macron sulla sua intenzione di attuare gli accordi di Minsk, che miravano a porre fine alla guerra nella regione del Donbass.

Putin si è quindi opposto all’apparente rifiuto di Zelensky di negoziare con i separatisti ucraini filo-Cremlino, cosa che ha fatto infuriare il presidente francese e lo ha spinto a esclamare con udibile delusione: “Non so da dove il tuo avvocato abbia imparato la legge!”

Macron ha messo in dubbio le qualifiche degli avvocati di Putin durante uno scambio teso sul suggerimento della Russia che l’Ucraina negozia con i separatisti filo-Cremlino.
AP
Putin e Marcon seduti uno di fronte all'altro a un tavolo a Mosca
Due settimane prima della telefonata, Macron (a destra) si è incontrato faccia a faccia con Putin a Mosca.
Sputnik/AFP tramite Getty Images

Poi ha aggiunto: “Non so chi sia un avvocato che possa dirvi che in un Paese sovrano i testi delle leggi sono proposti da gruppi separatisti e non da autorità democraticamente elette”.

Putin ha risposto al suo omologo francese, sostenendo che il governo di Zelensky non era eletto democraticamente.

READ  Gli Stati Uniti sono sollevati dal fatto che la Cina sembri prestare attenzione agli avvertimenti sulla Russia

“Sono saliti al potere con un sanguinoso colpo di stato, con omicidi, incendi dolosi e bruciature vive”, ha detto Putin a Macron.

Zelensky, un ex comico, è stato eletto con una schiacciante vittoria nel 2019 con oltre il 73% dei voti.

Con l’intensificarsi della faida verbale, Macron ha detto a Putin che “non gli importa delle proposte dei separatisti” perché sono fuori dalla legge.

Dopo ulteriori liti, il leader francese ha cercato di riportare la conversazione sulla pista diplomatica e ha suggerito un incontro di tutte le parti in conflitto. Putin ha anche promesso di chiamare Zelensky per “calmare tutti”, ma ha esortato il presidente russo ad abbassare la temperatura al confine ucraino.

“Ieri ci sono stati molti bombardamenti”, ha osservato Macron. “Se vogliamo dare una possibilità al dialogo, dobbiamo calmare le cose nella regione”.

Putin ha detto che le sue forze avrebbero concluso le loro esercitazioni militari quella notte, ma ha avvertito che la Russia “lascerà sicuramente una presenza militare al confine fino a quando la situazione nel Donbas non si sarà calmata”.

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov
Mercoledì, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha criticato la “fuga unilaterale” della telefonata riservata, definendola una violazione della “morale diplomatica”.
AFP tramite Getty Images

Macron ha esortato Putin a non “soccombere a provocazioni di alcun tipo” e gli ha fatto pressioni affinché accettasse un confronto faccia a faccia con il presidente Biden a Ginevra nei prossimi giorni, ma il leader russo ha evitato di fissare una data specifica, nascondendo il suo pennello- via con i complimenti.

Poi Putin ha concluso casualmente la telefonata dicendo a Macron: “Ad essere onesto con te, volevo giocare a hockey su ghiaccio perché ti sto parlando qui dalla palestra prima dell’inizio degli esercizi fisici”.

READ  La Fed ha aumentato il tasso di interesse di riferimento di 0,75 punti percentuali, il più grande aumento dal 1994

Nonostante le sue assicurazioni a Macron di aver accettato “in linea di principio” di incontrare Biden per trovare una soluzione diplomatica all’escalation della crisi, il giorno successivo Putin ha riconosciuto la Repubblica popolare di Donetsk separata dall’Ucraina e la Repubblica popolare di Luhansk.

E tre giorni dopo, Le forze russe hanno lanciato un’invasione su larga scala dell’UcrainaIl fuoco dell’artiglieria è piovuto su città e paesi, inclusa Kiev.

Durante una visita in Vietnam mercoledì, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha preso di mira la Francia per aver pubblicato i contenuti della conversazione top secret.

“In linea di principio, stiamo conducendo i negoziati in modo tale da non essere mai timidi al riguardo, se lo desideri”, ha affermato il ministro degli Esteri. “Diciamo sempre quello che pensiamo e siamo pronti a rispondere alle nostre parole e spiegare la nostra posizione. Penso che l’etica diplomatica, ovviamente, non permetta una fuga di notizie così unilaterale”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply