Zhengzhou, Cina: i video mostrano i manifestanti che si scontrano con la polizia in una fabbrica della Foxconn


Pechino/Hong Kong
Affari della CNN

I lavoratori della più grande fabbrica di assemblaggio di iPhone della Cina sono stati visti affrontare la polizia mercoledì, con alcuni disordini, secondo i video condivisi sui social media.

I video mostrano centinaia di lavoratori che affrontano le forze dell’ordine in un complesso Foxconn nella città cinese centrale di Zhengzhou. Nel filmato ora bloccato, si potevano sentire alcuni dei manifestanti lamentarsi dei loro stipendi e delle loro condizioni di salute.

Dopo qualche giorno arriva il filmato Lo riferiscono i media statali cinesi Più di 100.000 persone si sono iscritte per ricoprire posizioni pubblicizzate come parte di un’importante campagna di reclutamento per lo stabilimento Foxconn di Zhengzhou.

Mela

(AAPL)
La struttura di assemblaggio deve affrontare significative interruzioni della catena di fornitura e si aspetta che le spedizioni di iPhone 14 ne risentano con l’inizio della stagione dello shopping natalizio. La CNN ha contattato l’azienda per un commento sulla situazione nello stabilimento.

Un focolaio di Covid il mese scorso ha costretto il sito a essere chiuso, causando la fuga di alcuni operai ansiosi.

Video di persone che camminano da Zhengzhou È diventato virale sui social media cinesi a novembre, costringendo Foxconn a intensificare le misure per rimpatriare i suoi dipendenti. La società ha dichiarato di aver quadruplicato i bonus giornalieri per i lavoratori dello stabilimento questo mese per cercare di arginare le ricadute.

Mercoledì, Foxconn non ha mantenuto le promesse di bonus allettanti e pacchetti salariali dopo che i lavoratori sono arrivati ​​a lavorare nello stabilimento, afferma il video. Diverse denunce sono state presentate in forma anonima sui siti di social media, accusando Foxconn di aver modificato i pacchetti salariali precedentemente pubblicizzati.

READ  Guida definitiva per acquistare una asciugamani da bagno nel 2022 - I migliori 40 compilati!

In una dichiarazione in inglese, Foxconn ha affermato mercoledì che “i pagamenti vengono sempre adempiuti in base agli obblighi contrattuali” dopo che alcuni nuovi dipendenti assunti presso il campus Foxconn di Zhengzhou martedì hanno fatto appello alla società per i pagamenti del lavoro.

I lavoratori si sono lamentati nei video di misure anti-Covid inadeguate, affermando che i lavoratori risultati positivi non erano segregati dagli altri lavoratori.

Foxconn ha dichiarato in una dichiarazione inglese che c’erano speculazioni online su chi fossero i dipendenti Covid La vita positiva nei rifugi del campus Foxconn a Zhengzhou è “generalmente falsa”.

“Prima che i nuovi dipendenti si trasferiscano, l’ambiente del dormitorio viene sottoposto a procedure standard per la disinfezione e solo dopo aver superato i test governativi i nuovi dipendenti possono trasferirsi”, ha affermato Foxconn.

Le ricerche della parola “Foxconn” sui social cinesi ora danno pochi risultati, segno di una pesante censura.

“Per quanto riguarda i comportamenti violenti, la società continuerà a comunicare con i dipendenti e il governo per evitare che incidenti simili si ripetano”, ha affermato Foxconn in una dichiarazione in cinese.

La struttura di Zhengzhou è il più grande sito di assemblaggio di iPhone al mondo. In genere rappresenta dal 50% al 60% circa della capacità globale di assemblaggio di iPhone di Foxconn, secondo Mirko Wojciech, direttore globale delle soluzioni di intelligence presso il fornitore di analisi dei rischi della catena di approvvigionamento Everstream.

Apple ha avvertito dell’interruzione della sua catena di approvvigionamento all’inizio di questo mese, dicendo che i clienti ne sentiranno l’impatto.

“Ora ci aspettiamo spedizioni di iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max inferiori a quelle che ci aspettavamo in precedenza”, ha dichiarato il gigante della tecnologia in una nota. “I clienti dovranno aspettare più a lungo per ricevere i loro nuovi prodotti”.

READ  Il governatore della Florida protegge i voli migratori verso Martha's Vineyard, raccomanda la visita

Fino alla scorsa settimana c’era un periodo di attesa per quei modelli Raggiunti i 34 giorni Secondo un rapporto di UBS, negli Stati Uniti.

La frustrazione pubblica sta crescendo sotto l’implacabile politica zero-covid della Cina, che ha incluso severi blocchi e restrizioni di viaggio per quasi tre anni prima della pandemia.

La scorsa settimana, quel sentimento è stato mostrato come scene sui social media mostrato I residenti in isolamento a Guangzhou hanno abbattuto le barriere che li tenevano all’interno delle loro case e sono scesi in piazza sfidando gli ordini locali rigorosamente applicati.

— Michelle Toh, Simone McCarthy, Wayne Chang, Juliana Liu e Kathleen Magremo hanno contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply