I democratici del Congresso si incontrano tra le preoccupazioni per la rielezione di Biden

Washington- I democratici al Congresso si sono incontrati martedì Il disastroso dibattito del presidente Biden Il mese scorso ha sollevato preoccupazioni tra i membri del partito sulla via da seguire Chiamate Dalla corsa presidenziale del 2024, Mr. Biden se n’è andato.

I Democratici della Camera si riuniscono in sessione per ascoltare le preoccupazioni sul futuro di Biden

Sig. In quella che potrebbe essere una settimana cruciale per la permanenza di Biden nella corsa presidenziale, i democratici della Camera si sono incontrati martedì a porte chiuse per discutere in privato del suo posto in cima alla classifica.

L’incontro, tenutosi presso la sede della campagna elettorale del Partito Democratico fuori dal Campidoglio, è durato quasi due ore, con i membri che si sono alternati per parlare per due minuti ciascuno. Il dibattito, descritto dai democratici come una “sessione di ascolto”, sembrava rispecchiare la più ampia conversazione pubblica che ha coinvolto il presidente negli ultimi giorni, con alcuni democratici che hanno chiamato Mr. Pur affermando il loro sostegno a Biden, altri hanno chiesto il suo impeachment e ne hanno ricevuti molti altri. Hanno detto che avrebbero sospeso il giudizio finché non avessero visto il presidente in pubblico.

Rappresentante del Texas. Lloyd Doggett, la settimana scorsa Mr. È diventato il primo parlamentare democratico a chiedere a Biden di farsi da parte, dicendo ai giornalisti presenti alla riunione che aveva sostenuto la causa per sostituire il presidente. In una dichiarazione rilasciata sui social media martedì pomeriggio, il rappresentante Mickey Sherrill del New Jersey. Democratico della Settima Camera Sig. Invitando Biden a farsi da parte, ha chiesto di “annunciare che non cercherà la rielezione e che ci aiuterà a guidarci verso un nuovo candidato”.

Dopo la sua lettera ai Democratici di lunedì, Mr. Sherrill è la prima democratica al Congresso a chiedere a Biden di dimettersi. “La nuova leadership deve sostenere il più fortemente possibile in modo da poter davvero portare avanti il ​​caso contro Donald Trump”, ha affermato.

Allo stesso tempo, i rappresentanti del Maryland. Diversi legislatori, tra cui Steny Hoyer, Hank Johnson della Georgia e Juan Vargas della California, hanno mostrato sostegno al presidente mentre entravano e uscivano dalla riunione.

“Stiamo cavalcando con Biden”, ha detto ai giornalisti il ​​deputato Jim Clyburn della Carolina del Sud, amico di lunga data del presidente, definendo il pubblico “molto positivo”.

Sig. Mentre la Camera è stata la fonte di occasionali richieste a Biden di abbandonare la corsa, molti democratici alla Camera sono stati tra i sostenitori più accesi della candidatura per la rielezione del presidente. Il rappresentante Jerry Nadler di New York ha detto il presidente all’inizio di questa settimana Uscire dalla specie Durante una teleconferenza privata, martedì mattina ha detto ai giornalisti che Mr. Ha detto di sostenere Biden, dicendo che aveva chiarito che si sarebbe candidato. Dobbiamo sostenerlo”.

Lunedì sera, Sig. Ma anche Ho ricevuto una spinta Dopo aver aderito all’invito dei membri del Congressional Black Caucus per parlare delle elezioni. Ci sono state espressioni di sostegno anche tra alcuni progressisti che spesso rompono con il presidente, come la deputata Alexandria Ocasio-Cortez di New York.

Ocasio-Cortez ha detto ai giornalisti di aver parlato con il presidente durante il fine settimana e di aver chiarito che non si era ritirata dalla corsa.

Il leader della minoranza alla Camera Hakeem Jeffries parla ai giornalisti mentre lascia una riunione al Campidoglio degli Stati Uniti l’8 luglio 2024 a Washington, DC.

Kevin Deitch/Getty Images


“La questione è chiusa”, ha detto. “Joe Biden è il nostro candidato. Non è fuori da questa corsa. È in questa corsa e io lo sostengo.”

In particolare, lunedì il leader della minoranza alla Camera Hakeem Jeffries ha ribadito il suo sostegno al presidente, dicendo: “Ho chiarito pubblicamente il giorno dopo il dibattito che sostengo il presidente Joe Biden e il ticket democratico. Non c’è alcun cambiamento nella mia posizione”.

Martedì, Jeffries ha detto ai giornalisti che l’incontro “ha dato ai membri l’opportunità di esprimersi in modo onesto ed esauriente”, aggiungendo che “quelle discussioni continueranno per tutto il resto della settimana”.

Al termine della riunione non è stato raggiunto alcun consenso. Mentre un parlamentare lasciava l’edificio, i giornalisti hanno chiesto al deputato Steve Cohen del Tennessee se i democratici fossero sulla stessa lunghezza d’onda. “No”, rispose. “Non siamo nemmeno nello stesso libro.”

Senato Democratici e Biden

Anche i democratici del Senato si sono incontrati martedì per il loro incontro settimanale per il pranzo del caucus. Nonostante alcune chiare dichiarazioni di sostegno – e la loro mancanza – alla Camera, è stato difficile ottenere impegni forti nella controversa Camera alta. Nessun democratico del Senato ha pubblicamente chiesto al presidente di farsi da parte, e alcuni hanno adottato un approccio attendista.

La senatrice Patty Murray, democratica di Washington, ha dichiarato lunedì in una dichiarazione che, sebbene abbia “forte rispetto” per il presidente, questi “deve fare di più per dimostrare che può condurre una campagna abbastanza forte per sconfiggere Donald Trump”.

“Il presidente Biden deve considerare il modo migliore per proteggere la sua incredibile eredità e preservarla per il futuro”, ha affermato.

Senatore del Wisconsin. Tommy Baldwin, candidato alla rielezione nello stato chiave del conflitto, ha detto ai giornalisti prima dell’incontro di aver sentito “molti input” durante le vacanze del 4 luglio, comprese “espressioni di preoccupazione” sulle capacità del presidente. Per vincere le elezioni.

“Quindi penso che tutti guarderanno la sua performance con molta attenzione questa settimana, e penso che sarà molto istruttivo”, ha detto Baldwin.

Ma altri sono stati inequivocabili nel loro sostegno al presidente prima dell’incontro. Sen. di New York. Kirsten Gillibrand ha detto che spera che Biden “prenda a calci nel sedere Trump” a novembre. E il senatore della Georgia. Jon Ossoff ha detto che sostiene il presidente.

Il senatore del Vermont Peter Welch ha detto: “Facevamo tutti il ​​tifo per il presidente Biden”, aggiungendo che “è una questione esistenziale su come battere al meglio Trump”. “Gli elettori decideranno”, ha detto Welch a novembre quando gli è stato chiesto se avrebbe potuto sconfiggere il presidente Trump.

I democratici del Senato sono emersi dal lungo incontro esprimendo unità all’interno del caucus, anche se hanno mantenuto la bocca chiusa sui dettagli dell’incontro, il senatore del Michigan. Debbie Stabenow l’ha definita una “discussione familiare privata”. Il senatore del Connecticut Richard Blumenthal ha detto ai giornalisti che c’era un “consenso” sulla sconfitta di Trump a novembre, anche se ha notato che “non c’era un risultato certo sulla via di una decisione futura”. Il senatore del Vermont Peter Welch, chi È stato fondamentale La risposta della campagna di Biden al dibattito è stata che “abbiamo molta strada da fare” mentre lasciava la riunione. Altri includono il senatore della Pennsylvania. Hanno mantenuto le cose semplici, come John Fetterman che dice: “Joe Biden è il nostro ragazzo, è il mio ragazzo”.

Interrogato ripetutamente sulla capacità del presidente di servire altri quattro anni durante una conferenza stampa settimanale successiva all’incontro, il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer ha ripetuto tre volte: “Sono con Joe”.

Nei prossimi giorni, più di tre decenni, Mr. L’attenzione sarà concentrata sul Senato, dove Biden rappresentava il Delaware.

Gli incontri arrivano dopo che il presidente ha inviato lunedì una lettera ai democratici del Congresso dicendo che era “assolutamente” impegnato a restare in corsa e che “se non crede assolutamente che io sia la persona migliore, non si candiderà di nuovo. ” Ha sconfitto Donald Trump nel 2024.

Nikole Killion, Alejandro Alvarez e Catherine Walter hanno contribuito al reportage.

READ  Il CEO di Trump Alan Weiselberg si dichiara colpevole di frode fiscale

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply