Quasi 9.000 soldati ucraini sono stati uccisi nella guerra con il comandante delle forze armate russe

Kiev (Reuters) – Circa 9mila militari ucraini sono stati uccisi nella guerra con la Russia, ha affermato lunedì il capo delle forze armate ucraine.

Il bilancio delle vittime annunciato dal generale Valery Zaluzhny sembra essere il primo fornito da alti ufficiali militari ucraini dall’invasione russa del 24 febbraio.

Parlando a una conferenza in onore dei veterani militari e delle famiglie dei morti, Zaloghny, comandante in capo delle forze armate ucraine, ha affermato che i bambini hanno bisogno di protezione in diverse parti del paese, inclusa la capitale Kiev.

“Non capiscono davvero niente di quello che sta succedendo e hanno sicuramente bisogno di protezione… perché il loro padre è andato al fronte ed è probabilmente tra i quasi 9.000 eroi uccisi”, ha detto.

Zaluzhny non ha fornito alcun dettaglio e non ha detto se il numero da lui citato includesse tutti i membri del servizio uccisi durante le operazioni, come le guardie di frontiera. Circa un milione di persone difende l’Ucraina come parte delle forze armate ucraine o di altri servizi, ha affermato il presidente Volodymyr Zelensky alla conferenza.

Zaluzhny non ha menzionato il numero di morti tra i civili o il numero di soldati russi che Kiev ha stimato siano stati uccisi nei combattimenti, ma lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha stimato il numero di morti militari russe a 45.400. La Russia non ha detto quanti di i suoi soldati furono uccisi.

La Reuters non è stata in grado di verificare le perdite subite da nessuna delle parti durante quella che la Russia descrive come una “operazione militare speciale” per disarmare il suo piccolo vicino e proteggere le comunità di lingua russa. L’Ucraina ei suoi sostenitori occidentali accusano Mosca di condurre una guerra di conquista in stile imperiale.

READ  La Corea del Nord segnala un altro focolaio di malattie infettive nel mezzo della battaglia contro il COVID

(Segnalazione di Natalia Zenets; Montaggio di Timothy Heritage e Catherine Evans)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply