Una capsula della NASA sorvola la luna, l’ultimo grande passo prima dell’orbita lunare

CAPE CANAVAL, Fla. (AP) – La capsula Orion della NASA ha raggiunto la luna lunedì, girando intorno al lato opposto e facendo oscillare la superficie lunare nel suo percorso verso un’orbita da record con manichini di prova seduti per gli astronauti.

È la prima volta che una capsula lunare viene visitata dal programma Apollo della NASA 50 anni fa, e segna un’importante pietra miliare nel volo di prova da 4,1 miliardi di dollari iniziato mercoledì scorso.

Il video della Luna incombente e del nostro pianeta azzurro pallido a più di 230.000 miglia (370.000 km) di distanza ha lasciato i lavoratori a “girare” al Johnson Space Center di Houston, sede del Controllo Missione, secondo il direttore di volo Judd Freleng. Anche gli stessi controllori di volo erano “completamente sbalorditi”.

“Basta sorridere su tutta la linea”, ha detto Howard Ho, responsabile del programma Orion.

L’avvicinamento ravvicinato è avvenuto a 81 miglia (130 chilometri) quando la capsula dell’equipaggio e i suoi tre manichini si trovavano sul lato opposto della Luna. A causa di un blackout delle comunicazioni di mezz’ora, i controllori di volo a Houston non sapevano se il lancio critico del motore stava andando bene fino a quando la capsula non è uscita da dietro la Luna. Le telecamere della capsula hanno restituito un’immagine della Terra: un piccolo punto blu circondato dal nero.

La NASA ha affermato che la capsula ha accelerato a più di 5.000 mph (8.000 km/h) quando ha riguadagnato il contatto radio. Meno di un’ora dopo, Orion ha sorvolato la Tranquility Base, dove Neil Armstrong e Buzz Aldrin sono atterrati il ​​20 luglio 1969. Non c’erano foto del sito perché la pista era al buio, ma i gestori hanno promesso di provare a scattare foto al ritorno volo. Entro due settimane.

READ  La NASA sta ancora "premendo" un cosmonauta russo affinché voli nella prossima missione SpaceX

Orion aveva bisogno di lanciarsi intorno alla luna per prendere una velocità sufficiente per entrare nell’orbita lunare ampia e sbilenca. Un altro incendio del motore metterà la capsula in quell’orbita venerdì.

Il prossimo fine settimana, Orion supererà il record di distanza della NASA per un veicolo spaziale progettato per gli astronauti: circa 250.000 miglia (400.000 chilometri) dalla Terra, stabilito dall’Apollo 13 nel 1970. E continuerà, raggiungendo la massima distanza dalla Terra il giorno successivo Lunedì circa 270.000 miglia (433.000 km).

La capsula trascorrerà circa una settimana in orbita attorno alla Luna, prima di tornare a casa. C’è un tuffo nell’Oceano Pacifico previsto per l’11 dicembre.

Orion non ha un lander lunare. L’atterraggio non avverrà fino a quando gli astronauti della NASA non tenteranno di atterrare sulla luna nel 2025 utilizzando la navicella spaziale SpaceX. Prima di allora, gli astronauti porteranno Orion in un viaggio intorno alla luna già nel 2024.

Il direttore della missione Mike Saravin è stato soddisfatto dei progressi della missione, dandogli finora un “A-plus cautamente ottimista”.

Sarafin ha detto ai giornalisti che il razzo Space Launch System, il razzo più potente mai costruito dalla NASA, si è comportato molto bene nella sua infanzia. Ha detto che i team stanno affrontando due problemi che richiedono soluzioni alternative: uno relativo agli inseguitori stellari di navigazione, l’altro relativo al sistema di alimentazione,

Il razzo da 322 piedi (98 m) ha causato più danni del previsto alla piattaforma di lancio del Kennedy Space Center. La spinta al decollo di 8,8 milioni di libbre (4 milioni di chilogrammi) è stata così grande che ha strappato le porte blindate dell’ascensore, rendendole inutilizzabili.

READ  Cosa rende il tuo cervello diverso da un Neanderthal?

Sarafin ha detto che i danni alla piattaforma sarebbero stati riparati molto prima del prossimo lancio.

___

La sezione Salute e Scienza dell’Associated Press riceve il sostegno della Divisione dell’Educazione Scientifica dell’Howard Hughes Medical Institute. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply