6 gennaio 5 giorni di prova Cosa aspettarsi:

Durante un incontro del dicembre 2020 allo Studio Ovale con Sidney Powell e il primo consigliere per la sicurezza nazionale di Trump, Michael, gli aiutanti hanno affermato che l’indagine sulla nomina di un consigliere speciale per indagare sulle accuse di frode elettorale di Trump sarebbe stata discussa all’interno della Casa Bianca. Flynn.

Fino al 6 gennaio 2021, la motivazione di Trump è iniziata come un periodo turbolento nella magistratura, quando allora – il presidente Roshan ha pensato di sostituirlo. Jeffrey ClarkIl principale avvocato per l’energia del dipartimento che ha poi spinto le accuse di frode di Trump alla magistratura.

I funzionari del DOJ, insieme agli avvocati dell’ufficio del consigliere della Casa Bianca, hanno partecipato a un drammatico incontro con Clark e Rosen nello Studio Ovale il 3 gennaio 2021, quando Trump alla fine si è ritirato dal piano di nominare Clark come presidente. Magistratura – Rosen, Donoku ed Engel hanno protestato e minacciato di dimettersi.

Secondo una copia della dichiarazione scritta che presenterà all’udienza di giovedì, Rosen confermerà alla magistratura che non è stata fornita alcuna prova di una diffusa frode elettorale.

“Alcuni hanno obiettato all’ex presidente e al pubblico che le elezioni sono state truccate e truccate. Quel commento era sbagliato allora, ed è sbagliato oggi. Spero che essere qui oggi aiuterà a riaffermare questo fatto”, ha detto Rosen.

Sulla base delle sessioni precedenti incentrate su altri aspetti della campagna di pressione di Trump, l’udienza di giovedì è la quinta udienza di questo mese da parte della commissione che rilascerà i risultati della sua indagine. Potrebbe anche essere l’ultima udienza del mese L’udienza finale è stata rinviata a luglio.

Il programma è ancora fluido e soggetto a modifiche, ma Penny Thompson, presidente del Mississippi Democratic Congressional Select Committee, ha detto ai giornalisti mercoledì che l’obiettivo attuale del comitato è una tornata di audizioni a luglio.

Clark sarà l’obiettivo principale

Le due indagini del gruppo sulla campagna di pressione contro allora: il vicepresidente Mike Pence e i funzionari delle elezioni statali sono ampiamente tornati agli sforzi dell’avvocato di Trump. John EastmanÈ stato determinante nel proporre teorie su come Trump potesse cambiare o rifiutare le elezioni presidenziali vinte da Joe Biden.

Giovedì, la campagna di Trump si concentrerà sugli sforzi di Clark dietro le quinte per interrompere le elezioni.

READ  Guida definitiva per acquistare una borse porta pattini per ghiaccio nel 2022 - I migliori 40 compilati!

Gli assistenti del gruppo hanno affermato che l’indagine si concentrerà sul ruolo di Clark nella magistratura, respingendo le false accuse di Trump. Secondo gli assistenti del comitato, Clark intendeva “modificare l’esito delle indagini del dipartimento sulla frode elettorale” e voleva inviare lettere agli stati per presunta frode.

La sua spinta è stata rapidamente respinta da Rosen e Donok, il che ha portato a uno scontro con lo Studio Ovale in cui Trump voleva incaricare Clark del dipartimento.

Mentre Trump servirà come presidente esecutivo delle cause civili nella magistratura alla fine della presidenza, Clark prevede di presentare un piano alla legislatura della Georgia e ad altri stati per minare i risultati del voto popolare. Secondo i documenti del Dipartimento di Giustizia, ha dato credibilità alle teorie del complotto infondate sulla frode elettorale e ha contattato Trump per diventare procuratore generale, cosa che è stata scoperta durante un’audizione al Senato questo mese.

La portata dei colloqui di Clark con Trump nei giorni precedenti il ​​6 gennaio non è ancora pubblica.

Secondo gli assistenti, Clark è apparso davanti alla giuria per una confessione a febbraio e ha chiesto una quinta petizione.

La confusione della magistratura è stata esplorata in precedenza

L’anno scorso, la Commissione Giustizia del Senato Ha rilasciato una lunga dichiarazione Descrive come Trump ha cercato di utilizzare la magistratura per portare avanti i suoi sforzi per contrastare le elezioni del 2020. L’udienza al Senato includerà interviste con testimoni del DOJ che testimonieranno pubblicamente giovedì.

Gli assistenti della commissione del 6 gennaio hanno affermato che l’indagine della giuria risponde a domande diverse rispetto a quella del Senato, osservando che in ciascuna delle precedenti udienze della giuria, parti della storia erano note e alcune erano sconosciute.

Il comitato, ad esempio, è stato informato dal rappresentante del GOP della Pennsylvania Scott Perry su come l’ex capo di stato maggiore della Casa Bianca Mark Meadows fosse legato a Clark. CNN precedentemente segnalato.
Perry era una delle tre persone nominate nel rapporto della magistratura del Senato per ulteriori indagini, insieme a Doug Mastriano, rappresentante del GOP per lo Stato della Pennsylvania – Ora un candidato repubblicano alla carica di governatore – e il consulente legale Trump Clita Mitchell.

“Poiché gli eventi del 6 gennaio esulano dall’ambito dell’indagine della commissione, questo rapporto aiuterà il comitato ristretto della Camera e il pubblico nelle loro indagini sugli attacchi del 6 gennaio”, ha scritto la commissione giudiziaria del Senato.

READ  L'Australia revoca il visto a Novak Djokovic

I messaggi di testo e i documenti del tribunale di Meadows hanno aiutato il comitato della Camera a fornire nuovi dettagli su come Perry si è fusa tra Trump e Clark. Hanno in programma di modificare o ritardare la certificazione delle elezioni del 2020.

Kinzinger presiederà l’udienza di giovedì

Rappresentante del Partito Repubblicano dell’Illinois. Adam Kingsinger sarà un membro della giuria durante l’audizione di giovedì, che si concentrerà sulla magistratura.

Ciò significa che il pannello fornirà ulteriori informazioni su ciò che sostiene essere una prova Chiedere scusa ai legislatori repubblicani Dalla magistratura, compreso Perry.

La commissione si è scusata durante la prima udienza. Più tardi, Perry ha negato di essersi appena scusato e l’ha definita una “menzogna completa, spudorata e senz’anima”.

All’inizio di questo mese su “Face the Nation” della CBS, Kinzinger ha detto che ulteriori informazioni sulle scuse sarebbero state rilasciate durante le indagini.

Alla domanda sulla negazione di Perry, Kingsinger ha detto: “Non voglio metterci le mani su questo. Pubblicheremo ciò che dobbiamo pubblicare. Ma non faremo accuse o diremo cose senza prove o prove. Cioè. “

L’ex consigliere della Casa Bianca resta un punto interrogativo

Con i vertici della magistratura, l’allora consigliere della Casa Bianca Pat Cipolon È stato determinante nel contrastare gli sforzi di Trump per stabilire un confidente sulla magistratura e si è unito alle loro minacce di dimettersi.

Cipolon, tuttavia, non ha testimoniato all’udienza di giovedì e non è chiaro se lo farà all’udienza della giuria.

Thompson ha detto che sperava che Cipolon avrebbe testimoniato in un’udienza pubblica, “ma sai, è possibile, non accadrà”.

Quando si è rifiutato di testimoniare in pubblico, quando gli è stato chiesto se la squadra avesse prove video di Sipolon che giocava durante il processo, Thompson ha detto: “Lo farò più tardi”.

READ  Guida definitiva per acquistare una sfoltirami nel 2022 - I migliori 40 compilati!

All’udienza di martedì, il vicepresidente del gruppo, il rappresentante repubblicano del Wyoming Liz Cheney, ha chiamato Cipolon e ha detto che il gruppo stava lavorando per proteggere la sua testimonianza.

“Il popolo americano non ha ancora sentito parlare dell’ex consigliere della Casa Bianca di Trump, Pat Cipolon. Il nostro team è convinto che Donald Trump non voglia che il signor Cipon testimoni qui. Hanno cercato di fermare molti dei piani del presidente Trump”, ha detto Cheney . “Pensiamo che il popolo americano meriti personalmente di sentire il signor Cipolon. Deve comparire davanti a questa commissione e stiamo lavorando per proteggere la sua testimonianza”.

Cipollone si è opposto a dare una testimonianza pubblica, tuttavia, ritenendo di aver collaborato sufficientemente all’intervista a porte chiuse, ha riferito la CNN martedì.

Il tavolo di ascolto è ancora funzionante

L’udienza di giovedì era originariamente prevista per mercoledì scorso, ma la giuria l’ha aggiornata al giorno precedente.

La giuria inizialmente aveva detto che avrebbe tenuto tutte le udienze a giugno, ma ora sembra che il programma sarà posticipato a luglio.

Ci sono almeno due indagini dopo giovedì: una incentrata sui militanti che hanno attaccato Capitol il 6 gennaio e l’altra su ciò che Trump ha fatto e non ha fatto in risposta all’attacco.

Ma mercoledì gli assistenti hanno rifiutato di dire se fossero le uniche indagini rimaste o quando si sarebbero svolte a causa di nuove informazioni in arrivo alla giuria, secondo cui la tempistica delle indagini era determinata dalle indagini.

In effetti, i membri del team hanno affermato di aver bisogno di più tempo per guardare il nuovo filmato documentario ottenuto dal gruppo Documentario di Alex HolderChi non ha mai visto scene di Trump e della sua famiglia. Thompson ha esaminato parte del filmato e lo ha descritto come “importante”.

Membro del comitato democratico del Maryland, Rep. Jamie Ruskin ha detto mercoledì che “c’è una marea di nuove prove da dove siamo partiti. E dobbiamo riprendere fiato, esaminare le nuove fonti e collegarle alle indagini”.

Evan Perez e Brian Rogus della CNN hanno contribuito al rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply