I lati vicini e lontani della luna sono sorprendentemente diversi. Un nuovo studio fa luce sul mistero

Il nostro familiare lato vicino sembra più scuro in alcuni punti – il risultato di vaste e antiche colate laviche, chiamate cavalla lunare – mentre il lato opposto è coperto di crateri e crateri ma nessuna cavalla.

Gli astronomi si sono a lungo interrogati sul perché i due lati della luna siano così diversi. Tuttavia, uno studio pubblicato la scorsa settimana sulla rivista Science Advances ha fornito una nuova spiegazione per questo mistero lunare.

I ricercatori hanno scoperto che l’impatto che ha formato la depressione avrebbe creato un enorme pennacchio di calore che si sarebbe diffuso all’interno della luna, secondo la dichiarazione. Questo pennacchio avrebbe portato parte del materiale sul lato vicino della luna, alimentando i vulcani che hanno creato le pianure vulcaniche.

“Sappiamo che grandi impatti come quello che ha formato la SPA creeranno molto calore”, ha affermato Matt Jones, dottorando alla Brown University e autore principale dello studio. In un comunicato stampa.

“La domanda è come questo calore influenzi la dinamica interna della Luna. Quello che mostriamo è che in qualsiasi condizione ragionevole al momento della formazione della ZPS, finisce per concentrare questi elementi che producono calore sul lato vicino.

“Ipotizziamo che ciò abbia contribuito allo scioglimento del mantello che ha portato ai flussi piroclastici che vediamo in superficie”.

Le pianure vulcaniche sul lato vicino della luna ospitano un gruppo di Elementi tra cui potassio, terre rare e fosforo tra gli altri: sono conosciuti come Procellarum KREEP terrane (PKT) e sono rari altrove sulla Luna.

I ricercatori hanno eseguito simulazioni al computer di come il calore di un impatto gigante cambia i modelli di trasferimento del calore all’interno della luna e di come questo potrebbe ridistribuire KREEP nel mantello lunare.

Secondo il loro modello, i KREEP avrebbero attraversato l’ondata di calore emessa dall’area di impatto “come un surfista” sia che l’impatto fosse stato un colpo diretto o semplicemente ferendo la luna. Quando il pennacchio di calore si è diffuso sotto la crosta lunare, questo materiale è stato infine trasferito sul lato vicino.

READ  Il 6 giugno verrà lanciato sulla rampa di lancio il razzo lunare Mega Artemis

“Come si è formato il PKT è l’unica questione aperta più importante nella scienza lunare”, ha affermato Jones nel comunicato stampa.

“E l’effetto Polo Sud-Aitken è uno degli eventi più importanti nella storia della Luna. Questo lavoro unisce queste due cose e penso che i nostri risultati siano davvero entusiasmanti”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply