Il Giappone consentirà a gruppi turistici limitati da maggio come passaggio per la piena riapertura

I turisti indossano maschere protettive dopo lo scoppio della malattia del coronavirus (COVID-19) nel quartiere Asakusa di Tokyo, Giappone, 25 marzo 2020. REUTERS/Go Min Park/file Photo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

TOKYO (Reuters) – Il Giappone ha annunciato martedì che inizierà a condurre a maggio il “turismo di prova” sotto forma di tour limitati come modo per raccogliere informazioni prima che il Paese riapra completamente al turismo.

Sebbene il turismo sia stato un pilastro dell’economia giapponese, i turisti non sono stati ammessi da quando ha adottato rigide restrizioni alle frontiere nel 2020 all’inizio della pandemia di coronavirus.

I regolamenti sono stati leggermente allentati per consentire l’ingresso a studenti e ad alcuni viaggiatori d’affari. Tuttavia, i turisti individuali rimangono banditi nonostante gli appelli dei leader del settore nella speranza di riprendere il turismo per beneficiare dello yen, che è sceso al livello più basso degli ultimi 20 anni.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

L’agenzia turistica ha dichiarato martedì che inizierà a consentire l’ingresso a tour di piccoli gruppi da fine mese come “casi di prova” per ottenere informazioni per una più ampia ripresa del turismo in una data futura non specificata.

Ha aggiunto che i turisti vaccinati tre volte provenienti da Stati Uniti, Australia, Thailandia e Singapore potranno partecipare ai tour, che saranno meticolosamente pianificati in collaborazione con le agenzie di viaggio e accompagnati in ogni momento dai tour operator. nella situazione attuale.

“Questo progetto ci consentirà di verificare la conformità e le risposte alle emergenze per la prevenzione delle infezioni e di formulare linee guida per le agenzie di viaggio e gli operatori ricettivi di cui tenere conto”, ha affermato.

READ  L'incapacità della Russia di sconfiggere Kiev è stata una sconfitta per secoli

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha dichiarato all’inizio di questo mese durante un discorso a Londra che avrebbe allineato i controlli alle frontiere del Giappone con altre ricche democrazie a giugno, ma non sono stati forniti ulteriori dettagli, incluso quando il paese avrebbe nuovamente aperto completamente i suoi confini ai turisti. . .

Makoto Shimoarisu, il funzionario del Segretariato di Gabinetto per la risposta del Giappone al COVID-19, ha affermato che il governo mira a un “graduale allentamento” delle misure di confine che bilanciano il controllo delle infezioni e la facilità di ingresso nel Paese.

“Stiamo attualmente discutendo piani concreti per misure alle frontiere dopo giugno, comprese misure di quarantena come test e preparazione (situazione)”, ha aggiunto.

Nel 2019, il Giappone ha ospitato 31,9 milioni di visitatori stranieri, che hanno speso 4,81 trilioni di yen.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Ellen Lies e Rocky Swift a Tokyo; Montaggio di Christian Schmolinger

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply