Il tribunale del Myanmar incarcera l’economista australiano Suu Kyi per 3 anni – fonte

(Reuters) – Un tribunale del Myanmar governato dai militari ha condannato giovedì la leader estromessa Aung San Suu Kyi e il suo ex consigliere economico australiano Sean Tornell a tre anni di carcere per aver violato il Secrets Act, ha affermato una fonte a conoscenza della questione.

Tornell è stato anche ritenuto colpevole di aver violato la legge sull’immigrazione ed è stato condannato a scontare contemporaneamente altri tre anni di reclusione, secondo una seconda fonte e media. Anche un ex inviato britannico, un giornalista americano e un regista giapponese hanno subito accuse ai sensi della stessa legge.

Suu Kyi e Turnell si sono entrambi dichiarati non colpevoli delle accuse, che comportano una pena massima di 14 anni.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Tre anni ciascuno di duro lavoro”, ha detto la fonte, che ha chiesto di non essere identificata per la delicatezza della questione.

Suu Kyi, Turnell e diversi membri del suo team economico sono tra le migliaia che sono state arrestate da quando i militari hanno rovesciato il suo governo eletto con un colpo di stato all’inizio dello scorso anno, inclusi politici, legislatori, burocrati, studenti e giornalisti.

Il premio Nobel Suki è stato condannato ad almeno 23 anni di carcere in casi separati per lo più legati ad accuse di corruzione. Lei nega tutte le accuse contro di lei.

Gli oppositori militari affermano che le accuse contro Suu Kyi mirano a impedirle di impegnarsi di nuovo in politica e sfidare la presa del potere da parte dei militari.

Giovedì un portavoce del consiglio militare non ha risposto alle chiamate in cerca di commenti. La giunta insiste che i tribunali del Myanmar siano indipendenti e che i detenuti siano soggetti a un giusto processo.

READ  1 morto e 36 feriti nell'esplosione di fuochi d'artificio nel mercato di Yerevan
Il Consigliere di Stato del Myanmar Aung San Suu Kyi partecipa alla conferenza stampa congiunta del Vertice Giappone-Mekong presso l’Akasaka Palace Guesthouse a Tokyo, Giappone, il 9 ottobre 2018. Frank Robichon/Paul via Reuters

Tornell, che è anche professore di economia alla Macquarie University in Australia, è stato arrestato per alcuni giorni dopo il colpo di stato.

Sua moglie, Ha Fu, che vive in Australia, ha detto che lei e la sua famiglia erano “tristi” per la sentenza e hanno chiesto che fosse espulso.

“Chon è stato uno dei più grandi sostenitori del Myanmar per più di 20 anni e ha lavorato instancabilmente per rilanciare l’economia del Myanmar. Per favore, considera i contributi… ed espellelo ora”, ha detto in un post su Facebook.

L’Australia ha chiesto il rilascio di Turnell.

“Il governo australiano ha costantemente respinto le accuse contro il professor Tornell. (Respinge) la sentenza del tribunale di oggi… e chiede il suo rilascio immediato”, ha affermato il ministro degli Esteri Penny Wong in una nota.

Wong ha affermato che ai funzionari consolari australiani incaricati di aiutare Tornell è stato negato l’accesso al tribunale.

Il verdetto è stato emesso giovedì in un tribunale chiuso nella capitale, Naypyitaw. Quale crimine abbiano commesso gli imputati ai sensi dell’Official Secrets Act non è chiaro, anche se una fonte in precedenza ha affermato che il crimine di Turnell “è correlato alla sua pretesa di possedere documenti governativi”.

Un analista dell’International Crisis Group, Richard Horsey, ha descritto il procedimento come un “processo farsa”.

“Per Shawn, la speranza ora deve essere che – dopo essere stato tenuto prigioniero per quasi 20 mesi – sarà presto liberato da questa orribile prova e si riunirà alla sua famiglia”, ha detto.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

READ  Ucraina: ritrovati 200 corpi in una cantina sotto le macerie di Mariupol

Segnalazione da parte del personale Reuters. Scritto da Kanupriya Kapoor; Montaggio di Ed Davis, Robert Percell e Kim Coogill

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply