La Francia è stata colpita da una nuova ondata di scioperi per protestare contro la riforma delle pensioni di Macron

  • La riforma innalzerà l’età pensionabile da 62 a 64 anni
  • Le scuole, le reti di trasporto e le consegne delle raffinerie sono state colpite
  • Macron: la riforma è fondamentale per garantire la continuità del sistema pensionistico

PARIGI (Reuters) – Gli scioperanti hanno interrotto le spedizioni delle raffinerie francesi, i trasporti pubblici e le scuole martedì, il secondo giorno di proteste a livello nazionale contro il piano del presidente Emmanuel Macron di far lavorare più a lungo le persone prima di andare in pensione.

Enormi folle hanno marciato nelle città di tutta la Francia per denunciare la riforma, che ha innalzato l’età pensionabile di due anni a 64 anni ed è una prova della capacità di Macron di portare avanti il ​​cambiamento ora che ha perso la maggioranza lavorativa in parlamento.

Sulle reti ferroviarie circolava solo un treno ad alta velocità TGV su tre e meno treni locali e regionali. I servizi della metropolitana di Parigi sono stati gettati nel caos.

Manifestando dietro cartelli con la scritta “No alle riforme” o “Non ci arrenderemo”, molti hanno affermato che sarebbero scesi in piazza tutte le volte che fosse stato necessario fino a quando il governo non avesse fatto marcia indietro.

“Non guideremo fino a quando non avrò 64 anni!” ha detto l’autista di autobus Isabelle Texier durante una protesta a Saint-Nazaire, sulla costa atlantica.

Ultimi aggiornamenti

Visualizza altre 2 storie

“Per un presidente, è facile. Si siede su una sedia… può lavorare fino a 70 anni”, ha detto. “Non possiamo chiedere agli strati del tetto di lavorare fino a 64, non è possibile.”

Dopo il 19 gennaio, quando più di un milione di persone sono scese in piazza nel primo giorno di sciopero nazionale, i sindacati hanno affermato che i dati preliminari delle proteste in tutto il paese hanno mostrato una maggiore affluenza alle urne.

READ  I leader della zona occupata filo-Mosca cercano di unirsi alla Russia, Zelensky sbatte i "collaboratori"

“È meglio di quanto non fosse il 19… È un vero messaggio inviato al governo, dicendo che non vogliamo 64”, ha detto Laurent Berger, che guida la più grande CFDT francese, prima della manifestazione di Parigi.

I sondaggi di opinione mostrano che una grande maggioranza dei francesi si oppone alla riforma, ma Macron intende restare sulla sua posizione. Lunedì, ha affermato che la riforma è “vitale” per garantire la continuità del sistema pensionistico.

Alcuni si sono rassegnati alla contrattazione tra la coalizione di governo di Macron e gli oppositori conservatori che sono più aperti alla riforma delle pensioni rispetto alla sinistra.

“Non ha senso scioperare. Questa legge sarà comunque adottata”, ha detto Mathieu Jacot, 34 anni, che lavora nel settore del lusso.

Acquisizione meno colpita

Per i sindacati, che probabilmente annunceranno ulteriori misure industriali nel corso della giornata, la sfida sarà sostenere gli scioperi in un momento in cui l’elevata inflazione sta erodendo i salari.

Sebbene il numero delle proteste sembrasse in aumento, alcuni dati preliminari hanno mostrato un calo della partecipazione allo sciopero di martedì dal 19 gennaio.

Una fonte sindacale ha affermato che circa il 36,5% dei lavoratori degli operatori ferroviari della SNCF era in sciopero a mezzogiorno – circa il 10% in meno rispetto al 19 gennaio – anche se l’interruzione del traffico ferroviario è stata sostanzialmente simile.

READ  L'Ucraina dovrebbe avvicinarsi alla candidatura Ue: aggiornamenti in tempo reale

Gruppo EDF Servizi di pubblica utilità (EDF.PA) Ha detto che il 40,3% dei lavoratori era in sciopero, in calo rispetto al 44,5%.

I sindacati e le aziende a volte non erano d’accordo sul fatto che questo sciopero avesse avuto più o meno successo del precedente. per TotalEnergie (TTEF.PA)Ci sono stati meno lavoratori nelle sue raffinerie che hanno smesso di usare strumenti, ma CGT ha detto che ce ne sono di più.

‘crudele’

E a livello locale alcuni hanno dichiarato operazioni “Robin Hood” non autorizzate dal governo. Nella regione sud-occidentale di Lot-et-Garonne, il sindacato locale CGT ha interrotto l’alimentazione a diversi autovelox e disattivato i contatori di energia intelligenti.

“Quando c’è una massiccia opposizione, sarebbe pericoloso per il governo non ascoltare”, ha detto Mylene Jacot, segretario generale del dipartimento dei dipendenti pubblici della CFDT.

Secondo le stime del ministero del Lavoro, la riforma delle pensioni porterà ulteriori 17,7 miliardi di euro ($ 19,18 miliardi) di contributi pensionistici annuali. I sindacati affermano che ci sono altri modi per aumentare le entrate, come tassare i super ricchi o chiedere ai datori di lavoro o ai pensionati benestanti di contribuire di più.

“Questa riforma è ingiusta e brutale”, ha dichiarato Luke Farr, segretario generale dell’Unione dei dipendenti pubblici dell’UNSA.

I dati di EDF hanno mostrato che le forniture energetiche francesi sono diminuite di circa il 5%, o 3,3 gigawatt, quando i lavoratori dei reattori nucleari e delle centrali termiche si sono uniti allo sciopero.

TotalEnergies ha affermato che le spedizioni di prodotti petroliferi dai suoi siti francesi sono state interrotte, ma le esigenze dei clienti sono state soddisfatte.

Il governo ha fatto alcune concessioni durante la stesura della legislazione. Macron inizialmente voleva fissare l’età pensionabile a 65 anni, mentre il governo ha anche promesso una pensione minima di 1.200 euro al mese.

READ  Biden arriva in Corea del Sud con prima tappa a Samsung

Segnalazioni aggiuntive di Sybil de la Hamid, Forest Crelin, Benjamin Mallet, Stephane Mahy, Benoit van Overstraeten, Lee Thomas, Michel Rose, Bertrand Bussy; Scritto da Ingrid Melander e Richard Love; Montaggio di Janet Lawrence e Mark Heinrichs

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply