L’ambasciatore russo negli Stati Uniti dice che Putin e Biden non parleranno con lui

  • L’ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov, ha detto al quotidiano Politico di essere stato deliziato dai funzionari della capitale.
  • Antonov ha anche affermato di non parlare con il presidente russo Vladimir Putin da anni.
  • Antonov ha detto che i due non avevano avuto una conversazione da prima che Antonov partisse per Washington nel 2017.

L’ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov, si è detto entusiasta dei funzionari a Washington Nel mezzo dell’invasione non provocata dell’Ucraina da parte di Mosca E non parla da anni con il presidente russo Vladimir Putin.

“Francamente siamo sotto assedio”, Antonov, 66 anni, Dillo al POLITICO Su se stesso e sullo svuotamento della sua ambasciata in un’intervista esclusiva pubblicata lunedì.

Secondo Politico, l’inviato russo non può tenere incontri con alti funzionari della Casa Bianca o del Dipartimento di Stato americano.

I legislatori statunitensi si sono anche rifiutati di incontrare Antonov da quando il presidente Joe Biden è stato eletto e non gli faranno nemmeno una foto, secondo il notiziario.

Antonov ha detto a Politiko che le relazioni diplomatiche non erano completamente interrotte e che l’ambasciata russa aveva ancora contatti “tecnici” o di livello inferiore con l’amministrazione Biden.

Antonov ha detto a Politico durante l’intervista della scorsa settimana nella stanza ucraina dell’ambasciata russa a Washington, DC, che la separazione non potrebbe continuare per sempre.

“Siamo condannati a collaborare su varie questioni”, ha detto Antonov. “È impossibile immaginare anche in queste condizioni che i problemi di stabilità strategica, cambiamento climatico, coronavirus, antiterrorismo e controproliferazione delle armi di distruzione di massa possano essere risolti senza la partecipazione attiva di Stati Uniti e Russia”.

READ  L'embargo petrolifero dell'UE "pochi giorni" mentre l'Ucraina isola avvicina la Russia alla Cina

Lunedì la Casa Bianca e il Dipartimento di Stato americano non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento di Insider.

“L’Ufficio per gli affari europei ed eurasiatici mantiene contatti diplomatici con l’ambasciata russa a Washington. È un rapporto difficile, ma le linee di comunicazione rimangono aperte”, ha detto a Politico un portavoce del Dipartimento di Stato.

Intanto Antonov ha detto a Politico che nemmeno Putin gli ha parlato.

Antonov ha detto a Politico che i due non avevano avuto alcuna conversazione da prima che Antonov lasciasse il suo incarico a Washington nel 2017.

Non hanno avuto contatti da quando Putin ha lanciato la sua guerra all’Ucraina il 24 febbraio.

Tuttavia, Antonov ha insistito sul fatto di avere ancora una linea di comunicazione diretta con il Cremlino.

“Ho avuto abbastanza conversazioni con alti funzionari del Cremlino e in varie agenzie”, ha detto Antonov a Politico, aggiungendo: “Abbiamo un sistema diverso”.

Alla domanda di Politico se avesse avuto una conversazione telefonica con Putin da quando era diventato ambasciatore, Antonov ha risposto “per dare all’FBI la possibilità di ascoltare tutto ciò che Putin poteva dire”. [to] me?”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply