L’ex manager della campagna Trump a testimoniare al processo “Big Lie”.

WASHINGTON, 12 giugno (Reuters) – Il responsabile della campagna dell’ex presidente Donald Trump ed ex funzionari di Atlanta e Filadelfia testimonieranno lunedì davanti a una commissione del Congresso degli Stati Uniti che indagherà sull’attacco del 6 gennaio 2021 al Campidoglio, ha affermato domenica la giuria.

Dopo la sessione di prove di successo di giovedì sera secondo cui i più stretti alleati di Trump – persino sua figlia Ivanka – hanno respinto le sue false affermazioni, il comitato ristretto della Camera dei rappresentanti inizierà la sua seconda udienza pubblica lunedì alle 10:00 EDT (1400 GMT). Frode elettorale. leggi di più

L’udienza di lunedì si concentrerà sull’argomento dell’ex repubblicano secondo cui la sua sconfitta del democratico Joe Biden nelle elezioni del novembre 2020, la seconda delle sei, era dovuta ad accuse di frode elettorale infondata nota come la “grande bugia”. leggi di più

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Il primo gruppo di testimoni includerà William Stephen, che è stato direttore degli affari politici della Casa Bianca di Trump dal 2017 al 2018, e responsabile della campagna di Trump nel 2020.

Un aiutante della squadra, che ha parlato in modo anonimo per vedere in anteprima il processo, ha rifiutato di commentare se Stephen avrebbe dovuto assistere a uno scontro.

La compagnia di Stephen ora lavora con Harriet Hagman

Il primo gruppo a testimoniare è stato Chris Stewart, ex redattore politico di Fox News. Sterwald ha licenziato Trump e i suoi sostenitori nel novembre 2020 dopo che Fox News ha invitato per la prima volta l’Arizona al tavolo politico per Biden.

READ  Secondo Tim Sweeney di Epic Games, l'imposta sulle plusvalenze imposta a democratici e miliardari schiaccerà gli imprenditori.

Fox ha negato qualsiasi coinvolgimento nella chiamata.

Il secondo gruppo comprende l’avvocato elettorale repubblicano conservatore Ben Ginsberg; Pyongyang, che si è dimesso dalla carica di procuratore generale degli Stati Uniti ad Atlanta mentre cercava di ribaltare i risultati elettorali della Georgia. Al-Schmidt, che era un repubblicano nei collegi elettorali di Baghdad e Filadelfia, è stato preso di mira da Trump dopo aver difeso l’unità. Elezioni presidenziali 2020.

Georgia e Pennsylvania sono stati tra gli stati che hanno sostenuto Trump nelle elezioni del 2016, ma sono stati abbandonati nel 2020. Erano al centro di accuse infondate di frode elettorale.

L’assistente della commissione ha detto che sarebbero state incluse anche più di 1.000 confessioni e testimonianze registrate durante le interviste durante i quasi nove anni di indagine del comitato ristretto guidato dai democratici sugli eventi prima e dopo l’attacco al Campidoglio.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Patricia Zengerle; Montaggio di Chris Reese, Daniel Wallis e Kenneth Maxwell

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply