Macy’s segnala un altro calo delle vendite ma vede una “trazione” nell’inversione di tendenza

Macy’s ha dichiarato che le sue vendite in negozi comparabili negli Stati Uniti sono diminuite dell’1,2% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa. Il rivenditore non ha segnalato un aumento delle vendite dal primo trimestre del 2022. Nel primo trimestre ha registrato un profitto di 62 milioni di dollari, meno della metà di quanto guadagnato nello stesso trimestre dell’anno scorso.

Le vendite del marchio Macy’s sono state le più deboli tra tutti i marchi dell’azienda, con un calo dell’1,6%. Le vendite di Bloomingdale sono aumentate dello 0,8% e quelle di Bloomercury del 4,3%.

Macy’s ha alzato il limite minimo delle previsioni di vendita per l’anno a 22,3 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 22,2 miliardi di dollari previsti a febbraio. Ha anche leggermente aumentato le previsioni sugli utili.

Le azioni della società sono aumentate nelle negoziazioni pre-mercato e quest’anno sono rimaste sostanzialmente stabili.

Tony Spring, amministratore delegato di Macy’s, e Adrian Mitchell, direttore finanziario, hanno affermato più volte in una telefonata con gli analisti che si aspettano che i consumatori rimarranno sotto pressione durante tutto l’anno.

“Le pressioni inflazionistiche persistono, e loro avvertono la crisi”, ha affermato il Sig. Ha detto la primavera.

David Schwartz, analista azionario senior di Morningstar, ha visto segnali preoccupanti sulla spesa dei consumatori nei dati sugli utili di Macy’s. Nel primo trimestre i ricavi delle carte di credito sono stati inferiori rispetto allo scorso anno, cosa che la società ha attribuito a tassi di insolvenza più elevati.

READ  Il miliardario britannico Jim Radcliffe offre $ 5,3 miliardi per il Chelsea FC

“Macy’s compra con le carte di credito cose che in realtà non può permettersi perché i suoi clienti non pagano in tempo i conti della carta di credito”, ha affermato il signor. Schwartz ha detto. “Non hai molta fiducia che i loro clienti siano in ottima forma finanziaria in questo momento.”

Secondo il Census Bureau, le vendite al dettaglio, senza tenere conto dell’inflazione, sono aumentate solo del 3% nei primi quattro mesi dell’anno rispetto all’anno precedente. Nello stesso periodo, però, le vendite nei grandi magazzini sono diminuite del 2,4%.

Macy’s sta subendo una profonda revisione, inclusa la chiusura di 150 negozi nei prossimi tre anni. Dopo i licenziamenti, Macy’s prevede di avere 350 negozi, più della metà del numero che aveva prima della pandemia.

Macy’s ha iniziato a distinguere tra i negozi che intende mantenere e quelli che intende chiudere. Nel primo trimestre i 50 negozi che rappresentano il futuro dell’azienda, in base alla geografia, al personale e ad altri fattori, hanno aumentato le vendite comparabili del 3,3%.

In una dichiarazione di martedì, Mr. Spring ha affermato che la performance di questi negozi è un “indicatore anticipatore” di come apparirà il resto della flotta dopo la chiusura del negozio.

“Anche se siamo ancora agli inizi, i nostri investimenti nel prodotto, nella presentazione e nell’esperienza sono stati impressionanti e rafforzano la nostra convinzione che Macy’s Inc. tornerà a una crescita sostenibile e redditizia nel lungo termine”, ha affermato.

Sig. Spring ha anche dovuto affrontare la pressione di un gruppo di investitori attivisti che riteneva che la società non stesse facendo abbastanza per rilanciare la propria attività. A dicembre, il gruppo si è offerto di acquisire Macy’s e di privatizzarlo, cosa che il rivenditore ha rifiutato. A marzo, il gruppo ha alzato la sua offerta e ha stimato un premio rispetto all’attuale valore di mercato della società di 6,6 miliardi di dollari.

READ  Guida definitiva per acquistare una forno a gas nel 2022 - I migliori 40 compilati!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply