Stazione ferroviaria di Kramatorsk: almeno 30 persone sono state uccise in un attacco russo in Ucraina, affermano i funzionari

Pavlo Girilenko, capo dell’amministrazione militare regionale a Donetsk, dove è avvenuto l’attacco, ha detto che 98 feriti – 16 bambini, 46 donne e 36 uomini – sono stati portati negli ospedali locali.

In precedenza, il presidente ucraino Volodymyr Zhelensky ha affermato che 300 persone sono rimaste ferite nell’attacco.

Rivolgendosi al parlamento finlandese venerdì, Zelensky ha affermato che “l’esercito russo ha attaccato il terminal ferroviario”: “Ci sono testimoni, ci sono video, ci sono missili e i resti dei morti”.

Alla stazione, ha detto, “le persone (persone) stavano aspettando in massa che i treni venissero evacuati in un’area sicura”. “Perché dovrebbero attaccare i civili con i missili? Perché questa atrocità che il mondo ha visto a Pucha e in altre città liberate dall’esercito ucraino?” Zhelensky ha chiesto ai legislatori.

La polizia locale ha detto che i razzi hanno colpito una sala d’attesa improvvisata, dove “centinaia di persone stavano aspettando il treno di evacuazione”.

“Questa è un’altra prova che la Russia sta uccidendo brutalmente e brutalmente gli ucraini con un solo obiettivo: uccidere”, ha affermato il sindaco di Gramadorsk in una nota.

Il sindaco ha detto che circa 8.000 persone al giorno vanno alla stazione per uscire ogni giorno nelle ultime due settimane. 4.000 persone erano lì quando il missile ha colpito.

Il ministro degli Esteri ucraino Dmitry Kuleba ha definito l’attacco un “assassinio deliberato”.

“I russi sapevano che la stazione ferroviaria di Gramadorsk era piena di civili in attesa di essere evacuati”, ha detto.

Venerdì il ministero della Difesa russo ha rilasciato una dichiarazione definendo l’attacco missilistico “provocatorio”, riflettendo la recente uccisione indiscriminata di civili a Pucha, un sobborgo di Kiev.

READ  Joe Mancin critica il candidato sostenuto da Trump alle primarie del GOP alla Camera

“Tutte le dichiarazioni dei rappresentanti del regime nazionalista di Kiev sull'”attacco missilistico” alla Russia dell’8 aprile alla stazione ferroviaria di Kramatorsk sono provocatorie e del tutto irrealistiche”, si legge nella nota.

“L’8 aprile, le forze armate russe non hanno effettuato né pianificato un attacco di artiglieria alla città di Gramadorsk.

Le forze ucraine hanno un missile Tochka di progettazione sovietica nel loro inventario, ma in passato è stato utilizzato anche da forze russe e separatiste.

L’esercito e gli alti funzionari russi hanno negato a tutti gli attacchi ai civili, più recentemente – senza prove – sostenendo che i civili sono stati massacrati a Pucha. L’uccisione di civili durante l’occupazione russa della città è documentata in dettaglio.

La città orientale era Gramadorsk Uno dei primi posti Sarà preso di mira dall’esercito russo quando l’invasione dell’Ucraina inizierà il 24 febbraio. Secondo Ihnatchenko, gli ucraini hanno utilizzato la stazione ferroviaria per evacuare l’area dalla fine di febbraio.

I russi sanno che ci sono migliaia di persone (alla stazione dei treni) ogni giorno”, ha detto.

Oleksandr Kamyshin, capo delle Ferrovie Nazionali dell’Ucraina, ha detto che due missili hanno colpito la stazione. Pavlo Kyrylenko, capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk, ha affermato che l’esercito russo ha utilizzato i missili balistici a corto raggio Iskander.

Christian Amanpur, presentatore internazionale della CNN, ricorda un attacco a un mercato a Sarajevo durante la guerra in Bosnia, dove “i civili furono massacrati mentre svolgevano i loro affari”.

Amanpur ha affermato che tali attacchi ai civili complicherebbero la risoluzione occidentale e spingerebbero l’UE a imporre ulteriori sanzioni alla Russia. Bruxelles esiste già Approvato Cinque round di sanzioni contro la Russia dall’occupazione dell’Ucraina.
Dopo l'attacco missilistico dell'8 aprile 2022, le auto distrutte vengono filmate fuori dalla stazione ferroviaria di Gramadorsk.
Il 6 aprile, i civili si radunano alla stazione di Gramadorsk per essere evacuati dalle zone di guerra nell'Ucraina orientale.

L’alto diplomatico dell’UE Joseph Borel ha condannato l'”attacco indiscriminato”, mentre il presidente dell’UE Charles Michel lo ha definito “terrificante”.

READ  Alabama vs. Cincinnati Score, Cotton Bowl Takeaways: Tight Roll Sixth College Football Playoff Title Game

“Questo è un altro tentativo di chiudere le vie di fuga per i sopravvissuti a questa guerra ingiusta e di infliggere sofferenze umane”, ha detto Borel.

Borrell e la presidente della Commissione europea Ursula von der Lein incontreranno questa settimana il presidente ucraino Zelensky a Kiev.

Funzionari ucraini affermano che l’attacco arriva mentre le forze russe si preparano per una grande offensiva nella regione ucraina orientale del Donbass.

Le cosiddette Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk sono il Donbass, due territori separatisti ufficialmente riconosciuti dal presidente russo Vladimir Putin poco prima dell’occupazione russa dell’Ucraina.

Per quasi otto anni, le due regioni sono state teatro di combattimenti meno intensi tra i separatisti filo-russi e le forze ucraine. Più di 14.000 persone sono morte nei combattimenti e ora Kiev affronta più vittime.

Il ministro degli Esteri ucraino Kuleba ha affermato che la “guerra al Donbass” era già in corso. Ha detto che i combattimenti a Mosca avrebbero ricordato le devastanti guerre della seconda guerra mondiale, poiché l’attacco di Mosca includeva “migliaia di carri armati, veicoli corazzati, aerei, artiglieria”.

L’intelligence britannica stima che le truppe russe si siano “completamente ritirate” dall’Ucraina settentrionale alla Bielorussia e alla Russia, e molte potrebbero essere trasferite nell’Ucraina orientale per combattere nel Donbass. Funzionari militari ucraini affermano anche di aver osservato le forze russe concentrarsi a est.

Joshua Berlinger della CNN, Julia Bresnikova, Ivan Watson e Christina Pondarenko hanno contribuito al rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply