Aggiornamento della NASA sui problemi del propulsore Starliner: va bene

Ingrandire / Il mese scorso la navicella spaziale Starliner della Boeing si è avvicinata alla Stazione Spaziale Internazionale.

Prima di rimuovere la capsula dell’equipaggio Starliner della Boeing dalla Stazione Spaziale Internazionale sulla Terra, i manager della NASA vogliono assicurarsi che i complessi propulsori di controllo della navicella possano aiutare a guidare l’equipaggio di due persone della nave verso casa.

I due astronauti del primo volo di prova dell’equipaggio della navetta spaziale Starliner erano d’accordo con i manager il 5 giugno, anche se mercoledì avevano detto che si sarebbero sentiti a proprio agio nel riportare la capsula sulla Terra se ci fosse stata un’emergenza che richiedesse loro di evacuare la stazione spaziale.

Cinque dei 28 propulsori del sistema di controllo della reazione nel modulo di servizio dello Starliner sono stati messi fuori servizio mentre lo shuttle si avvicinava alla stazione spaziale il mese scorso. Il software di volo dello Starliner disabilitò i cinque jet di controllo quando iniziarono a surriscaldarsi e a perdere spinta. Quattro propulsori furono successivamente recuperati, anche se alcuni non furono in grado di raggiungere la piena potenza quando lo Starliner attraccò. A metà giugno gli astronauti dello Starliner avevano riacceso i propulsori e i loro livelli di spinta erano vicini alla normalità.

“Quello che vogliamo sapere è che i propulsori possano funzionare; qualunque sia la loro percentuale di spinta, possiamo metterli in un pacchetto e ci lancerà un TRBIT”, ha detto l’astronauta della NASA Suni Williams, che serve come pilota dello Starliner. “Questo è l’obiettivo principale di cui abbiamo bisogno. [for] Modulo di servizio: Fateci una bella deorbita, possiamo tornare.”

READ  Pat Cibolone, ex consigliere di Trump alla Casa Bianca, ha testimoniato davanti al comitato il 6 gennaio

Questi piccoli propulsori non sono necessari per la combustione da deorbita, che utilizza motori diversi per rallentare lo Starliner abbastanza da deorbitare e atterrare. Ma lo Starliner ha bisogno di abbastanza getti di controllo per funzionare per portarlo nell’orientamento corretto per il lancio in deorbita.

Dopo anni di ritardi e contrattempi, il volo di prova segna la prima volta che gli astronauti volano nello spazio a bordo della navicella spaziale Starliner della Boeing. Starliner è la seconda capsula commerciale con equipaggio della NASA ed è pronta ad unirsi alla Crew Dragon di SpaceX nel ciclo di missioni che trasporteranno gli astronauti da e verso la stazione spaziale più avanti nel decennio.

Ma prima, Boeing e NASA devono completare in sicurezza il volo di prova dello Starliner e risolvere i problemi di propulsione e le perdite di elio che affliggono il veicolo spaziale prima che il team operativo possa andare avanti con le missioni orbitali. Una navicella spaziale Crew Dragon è attualmente collegata alla stazione, ma Steve Stich, responsabile del programma del gruppo commerciale della NASA, ha detto mercoledì ai giornalisti che la Williams e il comandante della Starliner Butch Wilmore hanno intenzione di tornare a casa a bordo della Starliner.

“La cosa bella del programma Business Crew è che abbiamo due veicoli, due sistemi diversi, che possiamo usare per riportare l’equipaggio”, ha detto Stich. “Quindi abbiamo ancora un po’ di tempo per controllare i dati e decidere se dobbiamo fare qualcos’altro. Ma la scelta migliore oggi è riportare Butch e Suni sullo Starliner. In questo momento, non lo stiamo facendo. Guardate perché non è così.” accadendo.”

READ  I russi hanno già paura di avanzare a Pilohorivka e non si faranno strada attraverso le ciambelle di Shivarsky

Mark Nappi, responsabile del programma Starliner di Boeing, ha affermato che i funzionari hanno identificato più di 30 azioni per indagare su cinque perdite di elio “minori” e problemi di propulsione nel modulo di servizio dello Starliner. “Tutti questi elementi dovrebbero essere completati entro la fine della prossima settimana”, ha detto Nappi.

“Questo è un volo di prova e il primo volo con un equipaggio, e stiamo prendendo un piccolo extra per assicurarci di capire tutto prima di partire”, ha detto Stich.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply