Un sospetto attacco da parte degli Houthi nello Yemen ha preso di mira una nave che attraversa lo stretto di Bab al-Mandab

DUBAI, Emirati Arabi Uniti (AP) – Mercoledì un sospetto attacco da parte dei ribelli Houthi dello Yemen ha preso di mira una petroliera battente bandiera liberiana nello stretto stretto di Bab al-Mandab, mentre le autorità hanno riconosciuto che i ribelli hanno lanciato il loro attacco più lungo finora contro una nave battente bandiera americana vicino …Dal Mar Arabico.

Questi attacchi arrivano dopo una pausa ingiustificata di una settimana e mezza. I ribelli potrebbero riorganizzare i loro ranghi prima dell’arrivo di una nuova portaerei statunitense nella regione, dopo che la portaerei statunitense Dwight D. Eisenhower inizierà a tornare alla sua base.

Il Joint Maritime Information Center, che è supervisionato dalla Marina degli Stati Uniti, ha affermato che la nave che batte bandiera liberiana è la “Monte Fuji”. Il Centro per le operazioni commerciali marittime dell’esercito britannico nel Regno Unito ha affermato che l’attacco è avvenuto a sud di Moka. Il capitano ha riferito di esplosioni sulla fiancata della nave.

L’Autorità Marittima del Regno Unito ha dichiarato: “La nave e tutti i membri dell’equipaggio sono al sicuro e la nave si sta dirigendo verso il prossimo porto di scalo”.

Gli Houthi hanno attaccato le navi nel trafficato passaggio del Mar Rosso da novembre, dopo l’inizio della guerra tra Israele e Hamas a Gaza. Gli insorti non hanno rivendicato l’ultimo attacco fino a giovedì mattina, anche se di solito lo fanno solo ore o giorni dopo.

Martedì gli Houthi hanno dichiarato di aver lanciato missili contro una nave portacontainer battente bandiera americana nel Golfo di Aden. Il comitato investigativo congiunto ha identificato la nave come la Maersk Sentosa e ha affermato che si trattava dell’attacco più lungo a cui gli Houthi avevano assistito dallo Yemen da novembre.

READ  La Cina afferma che gli Stati Uniti "non hanno il diritto" di interferire nell'accordo portuale di Amburgo

Martedì tardi, gli Houthi hanno rilasciato una dichiarazione ad ampio raggio rivendicando la responsabilità di tre attacchi, tra cui quello della nave Maersk Sentosa. La Maersk, compagnia danese che è la più grande compagnia di navigazione al mondo, ha confermato all’Associated Press che la sua nave è stata presa di mira.

La compagnia di navigazione ha dichiarato in un comunicato: “Non ci sono segnalazioni di feriti tra i membri dell’equipaggio o di danni alla nave o al carico. La nave sta attualmente proseguendo il suo viaggio verso il prossimo porto di scalo”.

Nella loro campagna gli insorti hanno preso di mira più di 70 navi con lanci di missili e droni, provocando la morte di quattro marinai. Una nave è stata catturata E Due furono affondati Da novembre.

A giugno, secondo il Centro congiunto di cooperazione militare, il numero di attacchi Houthi contro navi commerciali è salito a livelli mai visti da dicembre. Gli attacchi aerei guidati dagli Stati Uniti hanno preso di mira gli Houthi da gennaio, mentre altre navi commerciali sono state prese di mira. Serie di scioperi del 30 maggio I ribelli hanno affermato che gli scontri hanno provocato l’uccisione di almeno 16 persone e il ferimento di altre 42.

Gli Houthi affermano che i loro attacchi prendono di mira navi legate a Israele, Stati Uniti o Gran Bretagna come parte del sostegno dei ribelli al movimento armato di Hamas nella sua guerra contro Israele. Tuttavia, molte delle navi attaccate hanno poco o nessun legame con la guerra, comprese alcune navi dirette in Iran che sostengono gli Houthi.

Solo pochi attacchi lanciati dagli Houthi hanno preso di mira navi commerciali battenti bandiera americana.

READ  L'attesa incoronazione di Xi Jinping inizia con l'inizio del Congresso nazionale del Partito Comunista del 2022

La portaerei USS Theodore Roosevelt entrerà in Medio Oriente per sostituire la portaerei Eisenhower, che ha trascorso mesi nel Mar Rosso affrontando gli Houthi. La Marina non ha fornito nuovi dettagli sulla posizione della Roosevelt, anche se una foto pubblicata venerdì colloca la portaerei nel Mar Cinese Meridionale.

Nel frattempo, mercoledì il comando centrale degli Stati Uniti ha annunciato che le sue forze hanno distrutto due droni Houthi e un veicolo di superficie Houthi senza pilota sul Mar Rosso.

___

Lo scrittore dell’Associated Press Jon Gambrell di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, ha contribuito a questo rapporto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply