AIEA: Segnali di pericolo in un sito nucleare “occupato” in Ucraina | notizie di guerra tra Russia e Ucraina

Il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha affermato che il livello di sicurezza della più grande centrale nucleare d’Europa, attualmente sotto l’occupazione militare russa in Ucraina, è come una “luce rossa lampeggiante” poiché la sua organizzazione sta cercando invano di ottenere l’accesso al sito.

Rafael Grossi ha affermato che l’AIEA ha bisogno di accedere alla centrale nucleare di Zaporizhzhya nell’Ucraina meridionale in modo che i suoi ispettori possano, tra le altre cose, ristabilire le comunicazioni sul sito con il quartier generale dell’agenzia delle Nazioni Unite con sede a Vienna.

I 15 reattori nucleari dell’Ucraina gli conferiscono una delle più grandi capacità di energia nucleare al mondo e l’invasione russa ha trasformato parti del paese in un campo minato nucleare.

Ripetutamente dall’invasione, gli esperti nucleari hanno osservato con preoccupazione la vicinanza scomodamente ravvicinata delle forze russe a diverse centrali nucleari in Ucraina.

Grossi ha detto che l’impianto di Zaporizhzhia ha bisogno di riparazioni.

“Ci sono due unità attive, in funzionamento attivo… altre unità sono in riparazione o in modalità raffreddamento. Ci sono alcune attività e attività tecniche, nonché attività di ispezione da svolgere”, ha affermato Grossi.

“Quindi la situazione come l’ho descritta, e vorrei ripeterla oggi, non è sostenibile così com’è”, ha detto.

Quindi questo è un problema in sospeso. Questa luce rossa lampeggia. “

Membri del Corpo dei volontari ucraini sparano con un obice, mentre l’offensiva russa contro l’Ucraina continua, in una posizione nella regione di Zaporizhia, in Ucraina. [File: Stanislav Yurchenko/Reuters]

Il direttore dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha parlato mercoledì in un’intervista con l’Associated Press, il giorno dopo aver incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sulla questione.

“Rimane inteso che i miei omologhi ucraini non vogliono che gli ispettori dell’AIEA si rechino in una delle loro strutture sotto l’autorità di un paese terzo”, ha affermato Grossi.

READ  In esclusiva, la Russia ha iniziato a spogliare gli aerei dei pezzi di ricambio a causa delle sanzioni

Ho avuto una lunga conversazione su questo con il presidente Zelensky la scorsa notte, ed è ancora qualcosa che richiede consultazioni. Non ci siamo ancora arrivati”.

Il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha affermato che sta continuando a fare pressioni sul governo russo per ottenere l’accesso all’impianto di Zaporizhzhya.

“Non vedo una mossa in quella direzione mentre parliamo”, ha detto.

Ma “presto” incontrerà la squadra russa.

‘senza precedenti’

Un addetto alla sicurezza della centrale nucleare di Chernobyl ha raccontato come gli aerei russi abbiano sorvolato il sito danneggiato del reattore e che le forze russe hanno scavato trincee in un suolo altamente radioattivo. Lunedì, missili da crociera russi hanno sorvolato la centrale nucleare di Khmelnytskyi nell’Ucraina occidentale.

“Non ci può essere alcuna azione militare dentro o intorno a una centrale nucleare”, ha detto Grossi, aggiungendo di aver fatto appello alla Russia in merito alla questione.

Ha aggiunto: “È senza precedenti avere una guerra nel mezzo di una delle più grandi infrastrutture nucleari del mondo, che, ovviamente, porta a una serie di punti fragili o deboli che possono ovviamente essere sfruttati, intenzionalmente o meno. “

Quindi questo richiede molta attività e cooperazione da parte nostra. cooperazione da parte russa. Comprensione dalla parte ucraina per evitare un incidente”.

Centrale nucleare di Chernobyl
La costruzione del rifugio copre il reattore esplosivo del piano nucleare di Chernobyl [File: Efrem Lukatsky/AP Photo]

non posso fermarmi

Sulla questione nucleare iraniana, Grossi ha detto che la sua agenzia sta ancora cercando di chiarire le risposte di Teheran a domande in sospeso riguardanti gli effetti dell’uranio arricchito artificiale in tre siti del Paese.

L’Iran e l’Agenzia internazionale per l’energia atomica hanno cercato di risolvere una serie di problemi tra di loro dal fallimento dell’accordo nucleare di Teheran con le potenze mondiali, incluso il ripristino dell’accesso alle riprese delle telecamere di sorveglianza nei siti atomici del paese.

READ  La Russia dovrebbe seppellire Gorbaciov, il beniamino dell'Occidente, con leggerezza

Ha riconosciuto che la capacità dell’Iran di arricchire l’uranio dopo il fallimento dell’accordo si è ampliata perché utilizza centrifughe più avanzate. Teheran ha recentemente trasferito un’officina di centrifughe nella sua struttura nucleare sotterranea di Natanz dopo un sospetto attacco israeliano.

“Stanno spostando la capacità di produzione delle centrifughe in un luogo in cui si sentono più protetti”, ha affermato Grossi.

L’Iran ha insistito a lungo sul fatto che il suo programma nucleare fosse pacifico.

Grossi ha affermato che l’invasione russa dell’Ucraina, insieme al sostegno statunitense ed europeo all’Ucraina nel conflitto, ha aumentato le tensioni tra Russia e Occidente, ma che “è necessario per noi cercare elementi in comune nonostante queste difficoltà”.

Non possiamo fermarci. Dobbiamo andare avanti. Ha parlato della sicurezza nucleare globale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply